Review Party: "Un magnifico sbaglio" di Karen Morgan


 "Un magnifico sbaglio" è una storia che mi ha fatto ridere, sorridere, divertire, ma anche star male. 
Non vi dirò il perché, non vi toglierò il gusto di scoprirlo da soli perché non credo sia giusto, ma sono sicura di una cosa: vi affezionerete ai personaggi, talmente tanto da sentirli parte di voi.

Questo è solo una piccola parte di quello che la nostra Yaya pensa del nuovo lavoro di Karen Morgan. Scopriamo insieme di più!


Titolo: Un magnifico sbaglio

Autore: Karen Morgan

Edizione: self publishing

Prezzo: € 0.99

Genere: contemporary romance

Data di pubblicazione: 13 gennaio 2021



Trama

Valérie Gauvin ha vissuto l’inferno e le persone che amava le hanno voltato le spalle per sempre, facendola sentire sbagliata. Decide di ricominciare da una nuova città. Ma tutto inizia a vacillare quando Iven Savard piomba nella sua vita.

Sfacciato, bello e sicuro di sé. L’uomo che fa perdere la testa alle donne.
Il passato, però, continua a bussare alla sua porta e le cicatrici sono ancora aperte.
Iven è uno sbaglio che non può permettersi, non dopo quello che è successo a Reims…

Recensione

Ho avuto la fortuna di conoscere quest’autrice per caso. Ricordo che avevo da poco ricevuto come regalo il kindle e da allora non ho mai smesso di leggerla: anche in questo caso sono contenta di aver avuto la possibilità di avere tra le mani il suo nuovo romanzo.

"Un magnifico sbaglio" è una storia che mi ha fatto ridere, sorridere, divertire, ma anche star male.
Non vi dirò il perché, non vi toglierò il gusto di scoprirlo da soli perché non credo sia giusto, ma sono sicura di una cosa: vi affezionerete ai personaggi, talmente tanto da sentirli parte di voi.

Per quanto mi riguarda, vi posso assicurare che questo romanzo è stata una ventata di aria fresca in un momento difficile, soprattutto in questo periodo dell’anno in cui le mancanze e le assenze si sentono di più. Per questo voglio ringraziare Karen per averci regalato Iven Savard, uno “stronzo” dal cuore d’oro, un personaggio unico che nel corso delle pagine mi ha conquistato, regalandomi tantissime emozioni.

Iven è un giovane reporter, sfacciato, sexy e talentuoso che lavora per il Tout Paris, cambia le donne così come cambia i calzini; sa essere uomo odioso, scontroso ma non lasciatevi ingannare, perché più andrete avanti più scoprirete una persona completamente differente rispetto a quello che appare. Iven infatti è un uomo che ha paura, che vive la sua vita a metà, che ha costruito intorno a sé dei muri così alti che è impossibile scavalcarli, impedendo agli altri di conoscerlo veramente. Nel corso delle pagine vi sembrerà di avere di fronte il classico ragazzo che pensa di poter aver tutto solo schioccando le dita…ma niente è davvero come sembra. Iven ha una famiglia unita e affettuosa, due genitori amorevoli che ci sono sempre stati e che lo hanno appoggiato nelle sue scelte, ma qualcosa lo ha segnato in modo indelebile.

Al contrario, Valérie, la nostra piccola protagonista, non ha nessuno. Valérie è una giovane donna talentuosa che ha perso tutto: ha vissuto l’inferno e tutte le persone che amava le hanno voltato le spalle per sempre, facendola sentire sbagliata, rifiutata. Il padre l’ha abbandonata, lasciando lei e sua madre da sole e da allora, quella madre amorevole e affettuosa è diventata fredda, cinica, smettendo così di considerarla. Valérie inoltre ha commesso un errore, un errore che le ha cambiato per sempre la vita ed è per questo che decide di lasciare tutto e ricominciare in una nuova città.

Parigi diventa la sua nuova casa, la città della sua rinascita, grazie soprattutto al nuovo lavoro presso il giornale Tout Paris, e sarà proprio qui che la nostra protagonista incontrerà Iven: tra i due è odio dal primo sguardo, un odio così violento e viscerale che vi lascerà con il fiato in sospeso, facendovi chiedere il perché.

Inoltre, per uno strano caso del destino, i nostri protagonisti si ritroveranno ad essere coinquilini…beh, che vi posso dire... preparatevi a vederne di ogni, a ridere fino alle lacrime, divertirvi insieme a loro, ma anche riflettere, soffrire e piangere.
“Come si può alleviare il dolore per la morte di qualcuno che ami? Ti senti soffocare, come se ti stessero togliendo l’aria dai polmoni, come se ti stessero strappando una parte di te. Fa male e il dolore ti prende, ti piega e fa di te quello che vuole. Non sei capace di pensare né di agire. Sei senza forze, inginocchiato e distrutto. Arriva un certo punto che anche le lacrime finiscono, non bastano per il dolore atroce che si prova. Perdere qualcuno è qualcosa di inspiegabile, che ti logora dentro. Ripensi a quello che hai vissuto con quella persona e ti rendi conto che di lei ti rimangono solo i ricordi con la paura, il terrore, di dimenticare il suo volto. Così ti concentri sui dettagli, quelli importanti, quelli che rimangono impressi nella mente. Ti aggrappi a loro perché non hai altro a cui afferrarti per riuscire a sopravvivere”.
Assisteremo nel corso delle pagine ad un eterno conflitto tra odio e amore, ma nonostante questo Iven e Valérie vivranno una bellissima storia d’amore. Buona lettura, disastri.

Commenti