Le Recensioni de LaManu: "Un rumore nel buio" di Alexander Romines


"Un posto isolato, cellulari senza campo, il classico lago, boschi fitti, montagne immense, fiumi, canyon e grotte. Cosa vi viene in mente? Sinceramente a me è venuta in mente solo una cosa: SCAPPARE!!! Ma si sa gli uomini sono coraggiosi...no?"

Scopriamo se Zack, Will, Cole, Dave e Steve - i protagonisti di "Un rumore nel buio" di Alexander Romines, pubblicato da Hope Edizioni - sono davvero coraggiosi o se dovevano scappare assieme a LaManu!


Titolo: Un rumore nel buio

Autore: Alexander Romines

Edizione: Hope Edizioni

Prezzo: €.3,99 (ebook)

Genere: Thriller psicologico

Data di pubblicazione: 03 ottobre 2020



Trama

Per Zack Allen, quella pausa doveva essere l’occasione per cambiare aria e rilassarsi.
Un fine settimana in campeggio, con un ristretto gruppo di amici, sembrava la distrazione perfetta da una vita privata complicata.

Tuttavia, appena arriva al Parco Statale Drifter’s Folly, Zack viene assalito dalla sensazione che ci sia qualcosa di terribilmente sbagliato.
Zack avrebbe dovuto fidarsi del suo sesto senso, perché lui e i suoi amici non sono soli nel parco. Qualcuno li sta osservando, una persona con oscure intenzioni e che ha voglia di “giocare”...


Recensione

Una giornata speciale, quella della partenza. La partenza per una vacanza, un gruppo di amici più o meno stretti e un campeggio. E' metà settembre il tempo delle vacanze è passato quindi chi si avventura lo fa o per passione o perché ha bisogno di staccare la spina: è questo il motivo per Zack, Will, Cole, Dave e Steve. E' un gruppo ristretto, non si frequentano più come una volta, sono cresciuti e ognuno di loro adesso ha una vita differente da quella che era una volta.

Zack non mette piede in un posto così ormai da anni, lavora in una pasticceria che lo tiene impegnato tutto il giorno, il suo entusiasmo per la vita non è più quello di un tempo.
Will, al contrario, è uno che di lavorare non ne vuole sapere, si definisce un impiegato a tempo pieno come festaiolo e casanova. In passato loro andavano spesso in campeggio, si sono conosciuti al college e la loro passione per gli spazi aperti li ha uniti.
Oltre a loro due troviamo anche Cole, studente di legge, che è forse la persona più colta che Zack avesse mai conosciuto. Dave si è unito ai ragazzi, anche se non li conosce molto bene, e infine Steve, che era più amico di Will che di Zack.

Il luogo scelto è il Parco statale Drifter's Folly Memorial in Colorado. Un posto isolato, cellulari senza campo, il classico lago, boschi fitti, montagne immense, fiumi, canyon e grotte. Cosa vi viene in mente?
Sinceramente a me è venuta in mente solo una cosa : SCAPPARE!!! Ma si sa gli uomini sono coraggiosi...no?? Nonostante l'ambiente isolato e deserto decidono di proseguire e di trascorrere un week end di relax e divertimento.

L'avventura - se così si può chiamare - comincia dalla baita-rifugio dove il Sig. Johnson consegna loro il materiale con le regole del parco, le linee guida generali e dice che in caso di bisogno possono rivolgersi al Ranger Austin Fields. I ragazzi cominciano ad inoltrarsi in quella che sarà l'avventura della loro vita, quelle che ti lasciano il segno, in tutti i sensi. Quando cala la notte, però, si accorgono di non essere da soli.

Lo chiamano il Cacciatore, ha disseminato trappole ovunque, lui vuole solo giocare, è eccitato, li sta già osservando. Una notte dove succederà di tutto e chi riuscirà a resistere fino all'alba sarà salvo!

Zack è uno dei due protagonisti che mi sono piaciuti di più. Nonostante il paesaggio, il luogo e la compagnia, Zack ogni tanto si ritrova in una bolla senza fiato. In quella bolla c'è anche Lily. Lily era la sua ragazza, dopo aver saputo di essere stato tradito l'ha allontanata. Lei però aveva bisogno di lui e non solo del suo perdono ma del suo cuore e supporto. Lily ora non c'è più e Zack vive la sua vita con il senso di colpa, ecco perché non è più quello di una volta ma la situazione che si troverà davanti gli permetterà di “rinascere” e capire finalmente che può essere libero.

Cole è l'altro ragazzo che mi è piaciuto di più, probabilmente grazie ad alcuni discorsi fatti a Zack dove ha mostrato tutta la sua comprensione e sensibilità. Will invece si è rivelato un pessimo amico. Davvero pessimo. Ma... bocca mia taci! Dave e Steve, invece, sono quei personaggi che per un motivo o per l'altro rimangono nella parte buia della stanza.

Io ve lo dico. Per me questo è uno dei libri più belli mai letti finora, uno di quei libri che mentre leggi visualizzi l'ambiente e i protagonisti, mi è sembrato di guardare un film, di esserci fisicamente dentro!
Davvero travolgente.

All'inizio ho pensato ”ecco, il solito ritrovamento e i soliti detective”... invece non è stato così! Poche righe sulle autorità, il resto è una concentrazione di ansia, terrore, paura, corsa, respiro, battiti accelerati! La descrizione dei capitoli indicando l'orario è a dir poco inquietante perché il tempo dei ragazzi scorre insieme a te, sai esattamente l'ora e sai esattamente quanto manca all'alba.
Questo racconto mi ha davvero coinvolta, mi ha suscitato un bel po' di emozioni.

PAURA
perchè quello che hanno vissuto i ragazzi è uno dei miei peggiori incubi

TRISTEZZA
per il dolore che Zack ha subìto

TERRORE
causato dal respiro continuo del Cacciatore

ANGOSCIA
per la pericolosità del luogo

ANSIA
di essere presa


Non guarderete mai più un bosco nello stesso modo... Vi ho avvisato!



Commenti