Le recensioni di Viola: "La danza degli dei" di Aurora R. Corsini


Dopo averci parlato del primo libro della seria Bacio Immortale, Viola torna a leggere Aurora R. Corsini e il suo urban fantasy pubblicato da Triskell Edizioni. Pronti a tornare al fianco di Penny, Valo e Atena?


Titolo: La danza degli dèi

Serie: Bacio immortale #2

Autrice: Aurora R. Corsini

Editore: Triskell edizioni

Genere: Urban Fantasy

Prezzo Ebook: € 5,99

Data di pubblicazione: 1 Ottobre 2020


Trama

Dopo aver trionfato su un nemico folle, Penny, Valo e Atena si sentono finalmente al sicuro, certi che il legame che li unisce non si spezzerà neppure sotto la tremenda minaccia che incombe su di loro. Ma sebbene lontano nel tempo, l’Olimpo condiziona ancora le loro vite.

Penny è scossa dal risveglio dei poteri ricevuti in eredità dal genitore immortale e fatica ad accettare l’idea di scomode alleanze, indispensabili per fronteggiare la sempre più crudele Hera, che sta riunendo nuovi e potenti servitori.

Messo faccia a faccia con il proprio passato, con l’antica divinità, Valo è costretto a fare una scelta che influirà sul futuro del suo rapporto con la giovane mortale. In un mondo in cui immortali e umani sembrano destinati a non sfiorarsi mai, dovrà capire se il divino Apollo è davvero capace di innamorarsi.

Atena è combattuta tra i suoi istinti più profondi, quello più mite e amorevole e quello più protettivo e battagliero, che la spingono in direzioni opposte e incompatibili, dilaniandole lo spirito.

Gli Immortali sentono avvicinarsi un destino terribile e, sulle coste del Mar Mediterraneo, nuove e antiche alleanze cominciano a delinearsi con sempre maggiore chiarezza, mentre l’imperscrutabile Ermes osserva con attenzione i partecipanti all’antica Danza messa in moto millenni prima dal potente Zeus.

Seconda edizione riveduta e corretta con l’aggiunta di nuovi contenuti e del racconto inedito “David”.


Recensione

Bentrovati, Disastri! Oggi vi parlo del libro di Aurora R. Corsini e dei suoi Dei della Grecia antica. Li abbiamo lasciati nel primo volume dopo una battaglia breve ma intensa con una delle divinità che appoggiavano in toto la risalita al trono di Hera e, grazie a questo primo conflitto, abbiamo avuto la possibilità di scoprire uno dei poteri più interessanti di Penny.

Penny che per tutelare la sua famiglia si è lasciata tutto e tutti alle spalle per una meta conosciuta solo a lei, Valo e Atena. Il rapporto tra i tre è molto stretto, i sentimenti che legano Penny alle due divinità sono molto forti ma in questo secondo volume gli equilibri si creperanno e la fiducia verrà meno: il ritorno a quel legame così unico sarà tutto in salita, perché qualcuno ha giocato sporco con loro per il proprio tornaconto.

Il trio deve guardarsi le spalle dai nemici e anche da chi si professa amico: ognuno ha un piano per far muovere gli altri a proprio piacere e metterli in una posizione a proprio favore, una danza a cui partecipano secondo le proprie regole fino a ritrovarsi incastrati con la danza iniziata da qualcun altro e spinti in un angolo, fino a dover rivelare le proprie intenzioni.

E se gli dei sono secoli, se non millenni, che partecipano a questa danza, Penny si trova a dover affrontare il tutto per la prima volta; la sua mortalità la rende più propensa a non capire le scelte, le azioni di Valo - che in questo volume si comporta più da Dio Apollo - a reagire d’istinto con quei sentimenti così umani da metterle il classico prosciutto sugli occhi e non capire il perché di quella scelta da parte del Dio. Si trova così a dover far i conti con il risveglio di altri poteri avuti in eredità dal genitore e ad averne decisamente timore.

Con questo secondo capitolo vediamo un cambiamento quasi radicale anche in Atena, la troviamo cambiare pur di difendere i fratelli che chiedono il suo aiuto, anche a costo di far percepire la propria aura a chi li sta inseguendo.

Ermes sarà parte integrante degli avvenimenti, il Dio dei ladri dagli occhi dal colore mutevole e che è capace di indossare una maschera per confondere tutti, per poter ottenere ciò che più desidera per gli abitanti della sua dimora, in grado di celare i propri intenti quasi a tutti, in grado di mostrarsi freddo e calcolatore come un perfetto stratega… e qui son quasi finita a volerlo picchiare!! Ma è anche in grado di mostrare il proprio punto debole, le sue fragilità di fronte al suo sogno proibito, al suo desiderio più grande e non poter allungare una mano e afferrarlo. Su di lui posso solo dirvi che cambierete idea tanto rapidamente quanto le sfumature dei suoi occhi. Hera darà dimostrazione di aver perso il senno e la sua ira si scatenerà in qualsiasi momento rivolta a chiunque.

Faranno la loro comparsa anche Ade, Artemide, Afrodite, Iris e ognuno avrà un ruolo in questa danza, a parer mio, della morte. Ma attenzione, quando arrivate alla parola fine non spegnete il vostro e-reader, continuate e troverete la parte migliore di Ermes ad attendervi.

La Corsini continua a convincermi, e non vedo l'ora di leggerne ancora... manca poco, vero?


Commenti