giovedì 8 ottobre 2020

Le recensioni di Viola: "Promise" di RJ Scott

 

Viola ci parla di "Promise", terzo capitolo della serie dedicata ai papà single di R.J. Scott. Scopriamo cosa ne pensa!


Titolo: Promise 

Serie: Papà Single vol. 3 

Autore: R.J. Scott

Prezzo: € 3,49

Genere: contemporary MM romance

Data di pubblicazione: 14 Agosto 2020



Sinossi

Leo Byrne è un poliziotto, Jason Banks un ex-detenuto. L’attrazione tra loro è innegabile, ma un bacio rubato non basta e Leo dovrà trovare il modo di convincere Jason che innamorarsi non è un’idea da scartare a priori.

Adottato da bambino, Leo fa parte della numerosa famiglia Byrne. In compagnia del suo cane Cap, di tre fratelli e un numero imprecisato di nipoti, è impossibile che si senta solo e la sua vita è ricca. L’amore non è contemplato nella sua lista di cose da fare, ma vedere i suoi migliori amici Sean ed Eric costruirsi nuove famiglie gli fa desiderare cose che fino a quel momento aveva considerato impossibili. Baciare Jason durante la cerimonia in cui il giovane viene premiato per il suo coraggio è una cosa, ma lasciare che tra loro possa esserci altro è fuori discussione. Fino a che Jason non si trova solo e in difficoltà, ed è Leo ad aiutarlo a restare a galla. Tuttavia, se da un lato ospitare lui e la figlia in casa sua è accettabile, innamorarsene è tutt’altro paio di maniche.

Jason ha fatto un patto per tenere al sicuro sua figlia e come risultato ha trascorso diversi anni in prigione. Offrirsi come pompiere volontario era stato un modo per aiutare la comunità, ma soprattutto per mantenere la propria sanità mentale. Ora però è fuori e non gli rimane più neanche quello. Non ha un futuro, ha perso il rispetto di se stesso e anche gli amici lo hanno abbandonato. Come se non bastasse, persino dopo essere riuscito a ricongiungersi con la figlioletta non riesce a tenerla al sicuro dall’uomo che vuole usarla come merce di scambio. L’incontro con Leo potrebbe significare la salvezza per Daisy, ma Jason sa che innamorarsi del testardo poliziotto potrebbe voler dire rivelare ogni cosa, rischiando di mettere di nuovo tutto a rischio.


Recensione

Cari Disastri, eccomi oggi a parlarvi del terzo volume della serie dei “Papà Single” di R.J. Scott e dei suo protagonisti Leo, il poliziotto che abbiamo imparato a conoscere anche come Zio Fido grazie alla piccola Mia, e Jason il neo ex detenuto che ha salvato la vita a Eric nel secondo volume.

Li avevamo lasciati dopo lo scambio di un rapido bacio e li troviamo dopo qualche mese. Leo ha una gamba ingessata e Jason ha bisogno di aiuto per sé ma soprattutto per Daisy, la figlioletta di quattro anni. Jason si presenta prima alla porta di Eric e Leo, poi a quella di Sean e Asher. Ed è di fronte alla casa della coppia che Leo lo trova e lo trova visibilmente a pezzi: Jason ha subìto un’aggressione, è pieno di lividi e tagli ma la bambina sembra star bene e non ha alcuna intenzione di staccarsi dal padre.

Jason non si fida di nessuno, vuole parlare con Eric, ma il pompiere è impegnato con uno degli incendi che sta minacciando la zona e per un po’ non sarà raggiungibile e l’unico che può aiutarlo è un poliziotto, lo stesso poliziotto che l’ha baciato e che subito dopo si è pentito del gesto.
Jason cede di accettare aiuto da Leo solo dopo la promessa di non far intervenire le forze dell’ordine e senza dover andare all’ospedale.
Leo resta comunque un poliziotto e non può far altro che provare a far parlare l’ex detenuto per cercare di poterlo aiutare. La priorità di entrambi è l’incolumità di Daisy, tenerla al sicuro intanto che il padre possa recuperare le forze dopo l’aggressione.

Jason racconterà col contagocce ciò che gli è successo. Leo, grazie alla sua natura di poliziotto, non può far altro che cercare informazioni, sia per capire i fatti sia per poter essere di maggior aiuto. Ma le intenzioni spesso sono mal interpretate e ciò creerà battibecchi tra i due protagonisti. Nonostante tutto porti verso un allontanamento tra i due, è comunque innegabile la rispettiva attrazione e il desiderio inespresso di voler dare quel senso di famiglia che, giorno dopo giorno di quella convivenza “forzata”, si sta pian piano creando.
Riusciranno poliziotto ed ex detenuto a trovare un punto d’incontro?

La storia si legge in maniera fluida e scorrevole. È scritta a pov alterni e sono i nostri protagonisti a raccontarci passo passo quel che provano, divisi tra dubbi e desideri. La trama crea la giusta tensione che tiene legata alle pagine man mano che si scorrono.
Le uniche pecche di questa storia sono i refusi che da metà libro in avanti si trovano di tanto in tanto.
So che la serie prosegue e che troverò nuovi personaggi al di fuori del trio presentato fino a questo momento.
Non mi resta altro che attendere e immergermi di nuovo in una delle storie dell’autrice.



Nessun commento:

Posta un commento