martedì 13 ottobre 2020

Le recensioni di Viola: "La drag queen e il re degli Homo pomp" di TJ Klune

 

Dopo aver amato alla follia Paul e Vince, Viola ha aspettato con ansia il libro destinato a Sandy... o a Sua Maestosità Helena! l'altra metà del libro? ma ovvio: il suo acerrimo nemico: Sua Frociosità Pompato I, alias Darren Mayne, il re degli Homo pomp! TJ Klune avrà fatto centro un'altra volta? scopriamolo! 


Titolo: La Drag Queen E Il Re Degli Homo Pomp

Serie: A Prima Vista #2

Autore: Tj Klune

Data D’uscita: 21 Settembre 2020

Editore: Triskell Edizioni

Genere: Contemporaneo Mm

Prezzo: 4,99€ Formato Ebook



Sinossi

Credete nell’amore a prima vista? Sanford Stewart no. Impiegato di giorno e la strabiliante drag queen Helena Handbasket di notte, Sandy ha un acerrimo nemico: Sua Frociosità Pompato I, alias Darren Mayne, il re degli Homo pomp.

I due sembrano odiarsi e comunicano con battute al vetriolo, finché un evento inaspettato e una missione disperata li costringeranno a collaborare per salvare il locale dove Sandy si esibisce. Tra litigi, incomprensioni e una buona dose di sarcasmo i due dovranno fingersi innamorati per tendere una trappola al sindaco Andrew Taylor, padre di Darren.

Ma anche quando il confine tra finzione e realtà comincia a sfumare, i rancori del passato continueranno a minare il loro rapporto e solo l’intervento degli amici salverà la situazione.



Recensione

Chi come me aspettava Sandy, il timido impiegato di un’ agenzia di assicurazioni ma che due volte la settimana si trasforma in Helena, la più sfrontata, la più acclamata e desiderata delle Drag Queen del Jake It? Abbiamo conosciuto entrambi in “Dimmi che è vero” tramite Paul, il mio adorato Paul, e in questo secondo volume della serie ci troviamo a vivere la storia di Sandford e Darren, il fratellastro di Vince.

Se Sandy nelle vesti di Helena è la regina incontrastata del Jake It, Darren è il re degli Homo pomp, che dalla descrizione della Drag risultano essere uomini dediti alla palestra, a mettere in mostra i muscoli di braccia e gambe per contrastare la mancanza di intelletto. I due hanno una specie di passato che Sandy non ha alcuna intenzione di rinvangare e l’odio spropositato che mostra nei confronti di Sua frociosità pompato I è perennemente messo in mostra in ogni qual si voglia occasione. Darren, dal suo canto, non fa nulla per smentire il pensiero di Sandy, ma presenzia a ogni spettacolo di Helena: in anni non ne ha mai saltato uno, è rimasto in disparte a bersi qualche birra coi suoi amici e ogni tanto spariva con qualche twink al suo cospetto.

Se non ci fosse un inconveniente da risolvere, Sandy e Darren continuerebbero a comportarsi nella stessa medesima maniera, osservandosi, ignorandosi anche se tutto il resto della compagnia vede qualcosa che loro due non riescono a vedere.

L’autore mantiene la stessa linea del primo volume, con lo stesso tipo di ironia ma un pochino inferiore rispetto al libro di Paul: se con il primo volume si rischia di avere i crampi allo stomaco dalla prima all’ultima pagina, con Sandy i crampi arrivano a singhiozzo anche per la diversità tra co-protagonisti, per spiegarmi meglio devo mettere sul piatto Vince e Darren. I due fratelli sono caratterialmente opposti ed essendo Darren più riflessivo, silenzioso e - diciamo - più sul pezzo del fratello maggiore, è logico che non sempre il libro possa essere una risata unica.

In questo volume c’è spazio per tutti, da Paul a Vince, a Cory/Kori, alla famiglia strampalata di Paul che mette becco ovunque, Nana e Johnny Deep non mancheranno il loro show, ma chi mi ha colpita di più è “papino” Charlie che con la sua esperienza e la sua età metterà Sandy in difficoltà al momento giusto, aprendogli quel varco nei pensieri che altrimenti sarebbe stato barricato come una fortezza su un cucuzzolo della montagna.

Quindi preparatevi a essere spettatori di isterismi ad ogni livello di volume, situazioni che imbarazzanti è poco, immersi in parrucche, trucchi e lustrini come se doveste andare a una festa per carnevale osé.

Ultima cosa: devo segnalare la presenza di alcuni refusi di piccolo conto, ritengo siano più da definirsi sviste lungo la traduzione e correzione ma che sarebbe preferibile correggere.



Nessun commento:

Posta un commento