sabato 5 settembre 2020

Review party: La proposta di un gentiluomo di Julia Quinn


Si conclude la trilogia regency di Julia Quinn edita Mondadori. Scopriamo cosa ne pensa Barbara.


Titolo: La proposta di un gentiluomo

Autore: Julia Quinn

Edizione: Mondadori

Prezzo: 6,99

Genere: Romanzi d'ambientazione storica

Data di pubblicazione: 01/09/2020



Sinossi

Sophie Beckett discende da una nobilissima famiglia, ma non ha mai avuto una vita facile. Niente feste, coccole, agi per lei: è infatti la figlia illegittima del conte di Penwood ed è sempre stata trattata come una domestica, soprattutto dopo che il padre, morendo, l'ha lasciata sola con la matrigna e le sorellastre.

Mai e poi mai avrebbe immaginato di partecipare un giorno al celebre ballo in maschera di Lady Bridgerton. Né tanto meno di incontrarvi un principe azzurro che stesse aspettando proprio lei. Eppure, mentre volteggia leggera tra le forti braccia del bellissimo Benedict, secondogenito della famiglia, le sembra quasi impossibile che quell'incantesimo debba dissolversi allo scoccare della mezzanotte. Non dimenticherà mai quella serata, ne è sicura.

Neanche Benedict potrà scordare la sensazione provata danzando con quella sconosciuta.

Chi si celava dietro quella maschera?

Il giovane ha giurato a se stesso che l'avrebbe scoperto, per poi sposarla. Ma quando, anni dopo, conosce casualmente Sophie, che crede una cameriera, il suo proposito vacilla: è giunta l'ora di porre fine alla ricerca della misteriosa ragazza che gli ha rapito il cuore e abbandonarsi a un nuovo sentimento?

Perché certo Sophie non poteva essere al ballo… oppure sì?

Recensione

La giovane Sophie Beckett, anche se figlia illegittima e mai riconosciuta del conte di Penwood, ha l'educazione e l'istruzione di una gentildonna; viene però trasformata in una serva non pagata dalla matrigna dopo la morte del padre. Una sera Sophie corre un enorme rischio partecipando ad un ballo in maschera. Si innamora a prima vista di Benedict, secondogenito della famiglia Bridgerton, con cui trascorre il tempo alla festa e dal quale sembra essere ricambiata, ma quando l'orologio segna mezzanotte è costretta a fuggire e far perdere le sue tracce per evitare che possa essere ritrovata e riconosciuta.

Due anni dopo, quando le strade di Sophie e Benedict si incrociano di nuovo, lui non la riconosce e Sophie non glielo ricorda, essendo la sua situazione ancora più drastica e non volendo cedere alla proposta del giovane.

L'istruzione e l'educazione di Sophie le impediscono di essere soddisfatta della vita dura e ingrata di una domestica e le impediscono di entrare in contatto con le altre persone della classe dei servitori. D'altra parte, la sua nascita non legalizzata le impedisce di appartenere alla nobiltà, quindi è una donna in bilico tra i due mondi, e che alla fine non appartiene a nessuno dei due.

Benedict Bridgerton presente al ballo di famiglia per soddisfare il desiderio della madre che lo vorrebbe finalmente sposato, si innamora rapidamente della sconosciuta mascherata che gli ha fatto provare sensazioni ed emozioni sconosciute. Dopo mesi e anni pur avendola cercata incessantemente ma inutilmente non riesce ancora a togliersela dalla testa. Due anni dopo, si ritrova attratto da Sophie, che crede una semplice cameriera, ma si sente come se in qualche modo "tradisse" la sua donna idealizzata.

Anche Benedict, come Sophie, è sospeso nel limbo. È il fratello di mezzo cresciuto in una famiglia numerosa, con otto tra fratelli e sorelle, come figlio secondogenito non ha le responsabilità che ha il primogenito come erede, ma non ha più neanche la voglia e l'età per divertirsi. Pur essendo sempre stato amato e circondato dall'amore non ha mai avuto spazio e modo di distinguersi dagli altri; anche in società viene inseguito dalle mamme e dalle debuttanti solo per essere un Bridgerton, si riferiscono infatti a lui come il "Numero Due" Bridgerton.


Proprio per questo il loro incontro con maschere e senza presentazioni li porta a conoscersi a fondo e a raccontarsi cose mai dette e ad essere loro stessi senza finzioni. Sapranno aspettarsi ma non riconoscersi e le differenze sociali saranno sempre, come Sophie ha sempre saputo insuperabili, ancor più perchè Sophie non ha intenzione neanche per amore di scendere a compromessi e vinceranno le convinzioni o...??

"La proposta di un gentiluomo" è una storia d'amore intricata, sottile e delicata; piacevolmente arricchita dal carattere della nostra protagonista. I personaggi, come nei libri precedenti sono ben descritti, ragionevoli ma romantici, e il caratteristico dialogo spiritoso di Julia Quinn rende ancora più scorrevole la lettura.

Lo raccomando! Anzi consiglio tutti e tre i libri in attesa di continuare a conoscere la famiglia Bridgerton.

Nessun commento:

Posta un commento