Le recensioni di Mrs. Willer: Grey hound Hound Battaglia sui mari di C.S. Forester


Mrs. Willer ha letto "Grey hound Hound Battaglia sui mari" di C.S. Forester, edito Newton Compton Editori ma non ne è rimasta soddisfatta. Nella sua recensione ci spiega il perché...

Titolo: Grey hound Hound Battaglia sui mari

Autore: C.S. Forester

Edizione: Newton Compton

Prezzo: 4,99€ ebook, cartaceo 12€

Genere: storico

Data di pubblicazione: 2 luglio 2020


Sinossi

1942. Gli Stati Uniti sono appena entrati in guerra. Il Comandante Krause ha ricevuto l'incarico di portare a termine una missione ad altissimo rischio: guidare il convoglio Greyhound, formato da trentasette navi, lungo la rotta che passa tra i mari ghiacciati del Nord Atlantico, infestato dai micidiali U-boot, i sottomarini della flotta nazista. L'obiettivo è quello di portare agli alleati inglesi preziosi rifornimenti, indispensabili per resistere agli attacchi tedeschi. Ma il Comandante sa che raggiungere l'obiettivo è quasi impossibile: i sommergibili tedeschi sono superiori in potenza e in numero: Krause ha solo 48 ore di tempo per completare quella che sembra una missione destinata a fallire. A meno che... Da questo romanzo il film diretto da Aaron Schneider con Tom Hanks.

Recensione

Oceano Atlantico, seconda guerra mondiale. Al capitano Krause viene affidato il compito di scortare in gruppo di navi civili ma gli U-Boot tedeschi sono sempre in agguato pronti ad affondarle.
Questo romanzo ci racconta l’ardua impresa del comandante Krause minuto per minuto in maniera lenta e precisa.

Krause è un uomo freddo che sa il fatto suo e sicuramente sa come governare una nave in balia dei tedeschi e del maremoto. È però anche un uomo che soffre per via di fatti accadutigli con la moglie e questi dolori ricordi non esitano a riaffiorare nei momenti più inopportuni.

Questo libro, devo essere sincera, mi ha annoiata veramente tanto ed è la prima volta che mi capita con un libro di questo genere. Non lo reputo un romanzo scritto male, anzi, lo stile molto preciso e ricco di termini ricercati dell’autore è probabilmente il suo punto forte. Il problema qui secondo me è la trama. Ci vengono infatti descritte in maniera tecnica e quasi senza emozioni le battaglie marittime che il capitano deve affrontare. Quello che mi ha annoiata è il fatto che ci vengono raccontate minuto per minuto e vengono usati termini del gergo marinaro che io sinceramente non conoscevo e che dovevo cercare continuamente nel dizionario. Questo dopo un po’ ha iniziato a farmi innervosire soprattutto perché non riuscivo ad immaginarmi le scene di cui stavo leggendo. In pratica in mente mi si creava un’immensa confusione di missili, sparatorie e “virate a tribordo” per citare la manovra che viene usata più spesso.
Inoltre altra pecca del libro è la mancanza di analisi e introspezione dei personaggi di cui sappiamo pochissimo o niente ed abbiamo solo il punto di vista ed il pensiero del protagonista Krause.
È senza ombra di dubbio un romanzo molto pesante e magari conoscere meglio le vite dei vari personaggi avrebbe forse aiutato ad alleggerire il tutto.
Questo libro poteva essere scritto in 50 pagine, non capisco il perché di tutta questa lentezza.

Per concludere se vi piacciono i romanzi ambientati in mare o in generale amate le battaglie navali e conoscete bene il gergo tecnico navale ve lo consiglio, ma se cercate qualcosa di più leggero e che vi trasmetta magari più emozioni mi sento di dirvi di scegliere purtroppo un altro libro.



Commenti