martedì 28 luglio 2020

Review party: Il segreto di Alejandra di Laura Madeleine


Disastri, Barbara ci porta nella suggestiva Tangeri insieme ad Alejandra e alla scoperta del suo segreto. Ecco la sua recensione per "Il segreto di Alejandra" di Laura Madeleine, edito Piemme, in uscita oggi.

Titolo: Il segreto di Alejandra

Autore: Laura Madeleine

Editore: Piemme

Data di pubblicazione: 28 luglio 2020

Prezzo: ebook 9,99 €


Sinossi

Cordova, 1928. Alejandra non ha mai conosciuto altro che l'Hostería del Potro: è qui che, da piccola, è stata abbandonata, ed è qui che ha cominciato prestissimo a lavorare, tanto da scambiare la locandiera e gli altri lavoranti per una famiglia. Nelle cucine dell'Hostería nasce la sua passione culinaria, che dà un senso alla sua vita e la fa sentire libera. Ma questo luogo, dove le cameriere non si limitano a servire cibo e alcol ai clienti, per la giovane Ale è diventato pericoloso. Deve guardarsi da tutti, e in particolare dalla padrona, che vorrebbe farla diventare come le altre. È così che, dopo essere stata accusata ingiustamente della morte di un cliente, Alejandra si trova costretta a fuggire, portando con sé il segreto di quell'omicidio che non ha commesso. Travestita da uomo e con un nome fittizio riesce a uscire dalla Spagna, e comincia un lungo viaggio nel Mediterraneo che la porterà fino in Marocco.
Molti anni più tardi, lo squattrinato scrittore americano Sam Hackett si imbatte in un vecchio astuccio per la corrispondenza appartenuto proprio ad Alejandra. Dentro, trova una lettera, appena iniziata. Certo di aver trovato una storia, Sam si mette sulle tracce della ragazza, svelando i molti scandali della sua vita, e un segreto che Ale si è portata fin nella tomba: ciò che davvero accadde a Cordova.
Tra la Spagna e il Marocco, con una straordinaria abilità di ricreare sapori, colori e sensazioni di mondi esotici e lontani, Laura Madeleine costruisce un racconto storico vivo e avvincente, senza tralasciare la passione per la cucina che si respira sempre nelle pagine dei suoi romanzi.

Recensione

Carissimi disastri, oggi vi porto nella suggestiva Tangeri insieme ad Alejandra, alla scoperta del suo segreto, e a Sam e alla sua determinazione a scoprire una bella storia che possa prolungare il suo soggiorno nella città.

La storia si svolge tra il 1928 e il 1978 a capitoli alternati tra i nostri due protagonisti.
Alejandra abbandonata da piccola presso l'osteria del Potro non conosce la sua famiglia né la sua provenienza e,  per evitare di essere destinata a fare altro con i clienti, oltre che servire i pasti come fanno le altre ragazze,  impara a cucinare e si nasconde dentro la cucina e dietro i fornelli così da non essere notata.
Tutto fila abbastanza liscio fino alla notte in cui la nostra storia comincia.

Accusata ingiustamente dell'omicidio di un facoltoso cliente, fugge e si ritrova a Gibilterra e da li a Tangeri.
Forte, feroce, determinata a vivere in un mondo ingiusto con le donne, Alejandra cambia il suo aspetto e si trasforma in un uomo, e rischia tutto pur di poter vivere a pieno la sue emozioni. E lo fa servendosi anche del cibo e delle bevande per influenzare chi la circonda, chi potrebbe aiutarla e chi invece potrebbe farle del male.

Cinquanta anni dopo incontriamo Sam, scrittore che vive alla giornata  alla perenne ricerca di ispirazione per il libro che vuole scrivere. Fino ad ora, ha vissuto grazie alla generosità della sua famiglia, ma ora gli è stato dato un ultimatum. Tutto quello che riceverà è un biglietto per tornare a casa. Non vuole assolutamente  andarsene e vivere una vita noiosa, per cui vende la macchina da scrivere ed insieme ottiene un vecchio necessaire di scrittura, vecchio di cinquanta anni con le iniziali A.L.  All'interno c'è una lettera, delle scuse, e una chiave che lo conduce ad una vecchia valigia abbandonata in un hotel.
Questa, questa e' la storia che stava cercando!

Inizia così la spasmodica ricerca del proprietario e della sua storia, aiutato ed ostacolato da un gruppo nutrito di vari e pittoreschi personaggi, tutti caratterizzati in maniera sublime, che catturano perfettamente l'attenzione;  sono forti, duri, grezzi, resi umani e reali dalle loro imperfezioni.
Le descrizioni sensoriali rendono la storia eccezionale; gli odori della città, della preparazione dei pasti con spezie ed ingredienti freschissimi, la scoperta dell'odore del mare, il profumo del gelsomino e della brillantina...

Mi è piaciuto tutto di questo romanzo, è scritto molto bene, combinando le due linee temporali e le due storie fondendole in maniera perfetta senza rendere meno importante l'una rispetto all'altra.
E' pieno di mistero, intrighi, scandali e sospetti fin dalle prime righe.
La necessità di trovare risposte, di scoprire segreti e risolvere il grande enigma che guida la storia non fa che aumentare quanto più ci si addentra nella storia, tanto interessante e avvincente che anche alla fine ci si chiede ancora cosa sia successo esattamente!!!
Per me, questo e' un libro a cinque stelle meritatissime!


Nessun commento:

Posta un commento