venerdì 3 luglio 2020

L'isola fantasy di Davide: "Ex Tenebris. Nocturnia" di Stefano Lanciotti


Recarsi al gate D04. Imbarco immediato per l'isola fantasy di Davide. Pronti a scoprire cosa ne pensa Davide del libro "Ex tenebris. Nocturnia vol.1" di Stefano Lanciotti?


Titolo:
Ex tenebris. Nocturnia vol.1

Autore: Stefano Lanciotti

Edizione: Self publishing

Genere: Fantasy



Sinossi

Nocturnia è un mondo oscuro, corrotto dalla magia nera e infestato da orrende creature.

Per giungervi si deve superare il Varco, un passaggio incantato che la separa dalla nostra Terra. Thomas Travers non si sognerebbe mai di farlo se non dovesse aiutare Diana: una ragazza fragile, nata sul nostro mondo, ma erede di una dinastia di maghe potentissime e destinata a reclamare il trono di Nocturnia.

Attraversato il Varco, i due vivranno avventure meravigliose, terrori indicibili e passioni potentissime.




Recensione

Thomas Travers, criminologo specializzato in occultismo, viene chiamato dalla polizia di Washington D.C. per indagare su uno strano caso di morte. Sylvester Blake, studioso di lingue che conduce un’ apparente tranquilla e ordinaria esistenza, viene trovato senza vita nella sua casa, mentre cerca invano di compiere un complicato rito di evocazione.

Il sangue di Blake sembra essersi coagulato di colpo come se fosse stato esposto ad una enorme fonte di calore. Cosa misteriosa è che il corpo di Blake non ha riportato alcun danno... L’unica persona che potrebbe spiegare questo mistero è la giovane nipote Diana che però sembra essere scomparsa nel nulla.

Thomas in pochi istanti si troverà sbalzato in un altro mondo, brutale, magico e oscuro in cui dovrà cercare di rimettere la Nera sul suo trono per impedire che Nocturnia resti in balia di una delle tre terribili fazioni del male (Negromati, Maghi Neri ed Evocatori).

Nocturnia è il primo volume di una trilogia fantasy - Ex Tenebris - scritta da Stefano Lanciotti, un autore conosciuto nel suo settore.

Nella prima parte del libro la narrazione procede veloce e diretta, senza soffermarsi troppo sui dettagli trasportando, quasi subito, il lettore, nel vivo della storia. Purtroppo però questa “velocità” lascia il posto ad alcune imprecisioni e ad alcune soluzioni sbrigative.

Ad esempio: Thomas attiva per due volte, senza saperlo, ma guarda caso proprio nel momento del bisogno, il varco per Nocturnia e nella tomba del re, come per magia, sbuca da un cunicolo e si trova in una stanza dove trova una mappa, dell’acqua ed addirittura dei vestiti per Diana! A mio avviso una soluzione un tantinello forzata.


Nella seconda parte la narrazione diventa più attenta e precisa senza però penalizzare la lettura ancora molto scorrevole: imperdibile lo scontro tra l’esercito di Shaltul l’evocatore e Vama il negromante.
Un vero e proprio personaggio principale non c’è perché, anche se Tom e Diana sono il fulcro della storia, anche gli altri personaggi non sono da meno.
L’astuzia di Shaltul e del suo fidato consigliere, la perversa oscurità di Vama, la forza magica di Arla e il misterioso Eliel si alternano nei vari capitoli dando forma e sostanza al racconto, facendo sì che l’attenzione del lettore non venga mai meno.

Unico appunto che possiamo fare per quanto concerne la scelta dei personaggi è che anche per Nocturnia ritroviamo il classico schema del gruppo di eroi formato da un guerriero (Eliel), una maga (Diana), un elfo silvano (Arla) e........Thomas!

Lo schema stra collaudato comunque funziona alla grande e compensa le debolezze di uno con le abilità dell’altro. Un buon libro da leggere tutto d’un fiato - letto in due giorni! - che apre le porte agli altri due volumi della trilogia senza deludere gli amanti del fantasy classico e strizzando l’occhio ad un fantasy più moderno e oscuro.
                 



Nessun commento:

Posta un commento