Le Recensioni di Yaya: "Se ami davvero non resti indifferente" di Arlie Weston


Con "Se ami davvero non resti indifferente" Yaya conclude la trilogia Confident di Arlie Weston. Serie che mi l'ha fatta ridere, sorridere, sperare ma anche disperare. Ecco la sua recensione.

Titolo: Se ami davvero non resti indifferente

Serie: Confident #3

Autore: Arlie Weston

Edizione: self publishing

Prezzo: € 2.99

Genere: romanzo rosa

Data di pubblicazione: 17 aprile 2020


Sinossi

Ash Foley ha diciotto anni e la sua vita non è più come l'aveva pianificata quando ne aveva sedici. Non ha più gli agi a cui era abituata, vive in un residence a mezza stella e per contribuire alle spese lavora in una stazione di servizio. Ora che la scuola è finita fungerà anche da segretaria nello studio veterinario di sua madre. Come se non bastasse, il giorno del diploma il consulente scolastico la convince a prendere parte a un "club di ascolto" nelle vesti di tutor. Tenersi impegnata è l'unico modo che ha per non pensare a suo padre e per provare a dimenticare la delusione che le ha definitivamente spezzato il cuore; scoprire il segreto che Channing, il suo confidente, le ha nascosto sin da quando si conoscono la porta all'indifferenza più totale nei suoi confronti. Decide comunque di aiutarlo a mantenere quel segreto ma al di là di questo tra i due non ci sono più contatti. Ash sembra continuare con la sua vita, mentre Channing fa di tutto per farle capire che per lui non è cambiato niente. Tuttavia Ash viene distratta dalla presenza di un ragazzo dark avvolto dal mistero etichettato come "caso difficile" al club di ascolto della scuola; nonostante un inizio di conoscenza burrascoso scopre di avere tante cose in comune con lui. Tra indagini, vecchi rancori e segreti svelati Ash imparerà che sì, la fiducia, quando è persa, è persa per sempre, ma che la verità è l'arma (e la prova) più potente di tutte.








Recensione

I protagonisti alla fine del secondo volume hanno intrapreso strade diverse, hanno deciso di separarsi nonostante il loro amore sia qualcosa di unico e speciale, ma le bugie e i segreti che Channing non vuole rivelare ad Ash, le impediscono di accettare la situazione, di fidarsi di quella persona che è sempre stata l’unica a capirla e apprezzarla per quello che è.

Se avete letto tutti e tre i libri come me avete assistito al cambiamento del loro rapporto, da semplice conoscenti sono diventati amici, da amici si sono innamorati, e infine ora Ash non riesce nemmeno a comunicare con il suo confidente.
Ahi mamma ☹.
Non lo nego, mentre leggevo mi sono ritrovata spesso con le lacrime e a riflettere su come l’amore possa essere un veleno per il cuore, ma sappiamo bene che è allo stesso tempo l’antidoto.
Ho sempre tifato per Channing, e in quest’ultimo capitolo ho apprezzato tantissimo i suoi tentativi di riavvicinarsi a lei, il suo cercare in qualunque momento un contatto con Ash, le sue parole, la sua dolcezza mi hanno fatto stringere il cuore.

«Volevo dire che quando sei con me o quando ti vedo, anche da lontano, è come tornare a respirare».
«Lei ha bisogno di me…ma io ho bisogno di te».

Tutto però diventa difficile quando la fiducia viene a mancare, quando i dubbi, le paure ti impediscono di andare oltre è per questo che non sono riuscita a condannare Ash, anzi sono riuscita a entrare in sintonia con lei e a sentire sulla mia pelle il suo stesso dolore, perché so che quando la fiducia viene tradita dalle persone che ami non è facile ricominciare a fidarti o fidarti davvero di qualcuno, anche se i tuoi sentimenti per quella persona sono davvero totalizzanti.

Niente sarà semplice, niente sembra tornare al proprio posto, ma anzi i nostri protagonisti sembrano ormai vivere vite differenti, ognuno impegnato con il suo lavoro, con nuove conoscenze che mineranno ancora di più il rapporto tra i nostri protagonisti, sembra ormai tutto perduto…
Ma non disperatevi perché nonostante i battibecchi, gli scontri, la paura tra i nostri protagonisti c’è qualcosa di così vero e profondo che niente potrebbe spezzare, hanno solo bisogno di tempo, di ascoltarsi a vicenda e di capirsi. Ci riusciranno?
Sta a voi scoprirlo, io non vi dirò assolutamente nulla… vi avviso solo di non lasciarvi ingannare, perché niente è come sembra nel corso della lettura tutti i tasselli andranno al proprio posto, tante cose rimaste in sospeso verranno chiuse e spiegate.

«Io c’ero per te mentre tu sei sparito. Sei scomparso. E lo sai che ti dico? Adesso è il tuo turno di aspettare.»

Adoro la penna di questa scrittrice, la sua capacità di farci entrare in sintonia con i personaggi, il brio, la freschezza e la delicatezza con cui riesce a trattare determinati argomenti che spesso possono risultare dolorosi, soprattutto per chi ha vissuto o vive determinate esperienze.
Anche in questo caso Arlie non mi ha deluso ma anzi sono contenta di aver letto questa storia.
Non mi resta che augurarvi una buona lettura mie care disaster.



Commenti