venerdì 24 luglio 2020

Le recensioni di Yaya: Il leone di Parigi di Morgana Baroque


L'ultima recensione di questa settimana è a cura di Yaya. Vi lasciamo la sua opinione per "Il Leone di Parigi" di Morgana Baroque.

Titolo: Il Leone di Parigi

Autore: Morgana Baroque

Edizione: self publishing

Prezzo € 2.99

Genere: erotic romance

Data di pubblicazione: 4 novembre 2019


Sinossi

Parigi, giorni nostri
Esmeralda è una donna molto dolce e diffidente verso gli uomini a causa di una brutta esperienza che ancora la intimidisce. All'apparenza ha tutto ciò che si possa desiderare: un lavoro gratificante come capo architetto, amici sinceri e divertenti pronti a proteggerla, ma la realtà dentro di lei è ben diversa. Per questo motivo deciderà di entrare nel Club D: un luogo esclusivo e raffinato che esaudisce i sogni erotici dei suoi membri nel pieno rispetto di tutte le parti. Il Club organizza per lei il primo incontro erotico con Léon, ma quando, la già timida, Esmeralda si ritroverà davanti un uomo gigantesco, muscoloso, tatuato, con profonde cicatrici su tutto il corpo e una voce da demone, la soggezione sarà tale che fuggirà via. Tuttavia, l'inaspettata sensibilità e pazienza di quell'uomo intimidatorio la farà sentire al sicuro, così nell'incontro successivo deciderà finalmente di abbandonarsi alle sue grandi mani, e da quel momento niente sarà più come prima...

Nel romanzo c'è anche una sensualissima quanto tenera storia M/M tra l'amico e braccio destro di Léon e un uomo di cui scoprirete l'identità man mano che leggerete la loro travagliata storia di passione e redenzione.

Recensione

Questo libro, Il Leone di Parigi, è uscito un po' di mesi fa, ed io incuriosita dal titolo mi sono trovata poi a leggerlo tutto d’un fiato. Non ero assolutamente pronta alle emozioni sconvolgenti che l’autrice mi avrebbe regalato, anche se c’era da immaginarlo tenendo conto del fatto che in ogni suo libro letto ho trovato qualcosa in grado di trascinarmi all'interno delle pagine facendomi sentire parte integrante della storia stessa; è come se la protagonista o il protagonista fossi direttamente io.
La bravura della scrittrice quindi sta proprio in questo, cioè nel fatto che riesce a farti sentire e vivere sulla tua pelle tutte le emozioni e le sensazioni che i protagonisti vivono all’interno del libro, lasciandoti spesso spaesata ma al tempo stesso felice.

Ho conosciuto Morgana Baroque con Patto dell’Onice nera e già con quel libro ero rimasta affascinata dal suo modo di scrivere e raccontare le storie; era la prima volta che mi approcciavo con l'erotic romance, e devo dire che mi è piaciuto molto immergermi in quel mondo fatto di libertà di espressione, sensazioni e bellezza.
Anche in questo nuovo libro Morgana ci regala qualcosa di autentico e speciale, una passione travolgente tra i protagonisti, una romantica Parigi, e una storia nella storia, che per quanto mi riguarda ho trovato di una delicatezza e dolcezza sconvolgente.

Questo titolo è sensuale, complesso, appassionato e intimo.
L’autrice riesce ad utilizzare uno stile duttile, raffinato e armonioso, in grado di plasmarsi adeguatamente alle situazioni vissute dai protagonisti, dando così vita ad una trama ricca e corposa, che non si focalizza solo sull'evoluzione del rapporto tra gli attori principali, ma regala al lettore un quadro completo e vivido dei vari protagonisti.
Ed è sempre grazie alla scrittura fluida e lineare, oltre che ricca di particolari che impariamo a comprendere, apprezzare e amare in toto i nostri protagonisti.
Morgana infatti ci permette di vivere la quotidianità di Leon e di Esmeralda attraverso le interazioni con gli altri, nei momenti di incertezza e paura, nelle vesti di amici fidati e soprattutto nella ricerca di se stessi.

Esmeralda è una giovane donna, tradita dalla vita, avvilita, disillusa e diffidente verso gli uomini e il perché ci appare chiaro nel corso della lettura soprattutto se teniamo conto del tipo di rapporto freddo e "asettico" che ha con il padre con cui lavora e si scontra continuamente, e dalle cicatrici emotive che la relazione con il suo ex le ha procurato.
Esmeralda è a tutti gli effetti una di quelle tantissime donne dolci che hanno avuto a che fare però con dei manipolatori, narcisisti e prevaricatori che hanno avuto la capacita di minare nel profondo l'autostima della donna con cui stanno.
Esmeralda fortunatamente ha trovato la forza di reagire lasciandosi tutto alle spalle. La vediamo, infatti, nel corso delle pagine alle prese con la ricerca del suo io interiore. Scopriremo così la bellezza e la dolcezza autentica di questa donna che dopo tutta la sofferenza, le delusioni, le insicurezze decide di approdare al Club D, un luogo dove tutte le sue fantasie erotiche potranno prendere finalmente vita.
È proprio qui che la sua vita entra in collisione con quella di Léon.
Leon è un uomo imponente fisicamente, dallo sguardo intenso, dal corpo segnato da inchiostro e cicatrici. Leon fa paura, Esmeralda teme che con la sua mole che stride con la sua delicatezza e la sua fisicità possa farle del male è per questo che vive male e in soggezione il loro primo incontro tanto che decide di correre via dall'appuntamento.
Anche se scappa al primo appuntamento non preoccupatevi non è mica finita così. Vi assicuro che nonostante le difficoltà, le incomprensioni riusciranno a regalarvi qualcosa di meraviglioso e intenso.

Quando sarai tra le mie mani non vorrai più andare da nessuna parte.
È una minaccia? chiese Esmeralda
No è una promessa! Precisò Leon.

Leon è uno di quei protagonisti che vi conquisterà.
Nel corso della lettura infatti scopriremo che è un uomo onesto e che il suo lavoro lo porta a proteggere e difendere i più deboli, mettendo sempre a rischio se stesso e la sua vita per il bene degli altri; è si un uomo dal tocco rude ma è anche protettivo, un amante appassionato ma al tempo stesso delicato, un confidente e complice sincero.
Il protagonista racchiude secondo me tutte quelle caratteristiche che noi donne vorremmo trovare negli uomini che ci affiancheranno nel corso della nostra vita: è dolce, ma passionale, attento, non illude, millantando un amore che non nutre, è generoso, coraggioso, paziente, rispettoso ma soprattutto, sa ascoltare. Sin da subito mostrerà un’empatia bellissima e sincera nei confronti di Esmeralda sarà quindi davvero un toccasana per lei. Inoltre nel corso della lettura scopriremo che è anche un amico fidato che non si fa problemi ad intervenire e ad essere sempre presente per Cèsar, il suo migliore amico. Anche lui ha sofferto ma dopo tante sofferenze ha incontrato qualcuno  di cui si è innamorato ma che, per paura, rischia di perdere. Per quale motivo? Non sta a me dirvelo! Posso solo dire che anche Cèsar vi conquisterà con la sua bellezza e la sua dolcezza.
Sete quindi pronte a immergervi in questa bellissima ed emozionante storia?
Spero davvero di si, vi assicuro che non resterete deluse.
Buona lettura mie care disaster.



Nessun commento:

Posta un commento