giovedì 2 luglio 2020

Le recensioni di PsycoDisaster: Creepy Hollow - La Guardiana di Rachel Morgan


Vi lasciamo la recensione di Psycodisaster per un paranormal fantasy edito Hope Edizioni. Le sarà piaciuto Creepy Hollow - La Guardiana di Rachel Morgan.

Titolo: La Guardiana

Serie: Creepy Hollow #1

Autore: Rachel Morgan

Edizione: Hope Edizioni

Prezzo: € 2.79

Genere:  Fantasy, Paranormal Fantasy, Young Adult

Data di pubblicazione: 7 maggio 2020


Sinossi

Il compito di Violet è chiaro: deve proteggere gli esseri umani da pericolose creature magiche che cercano di far loro del male.
A un passo dal diploma per diventare Guardiana, una delle migliori del suo anno, ha un brillante futuro davanti a sé, almeno fino a quando Nate, un ragazzo umano, non la segue nel regno dei Fae.
Per non mettere a repentaglio il suo futuro nella Corporazione dei Guardiani, Violet dovrà risistemare le cose, ma, nel tentativo di farlo, sarà trascinata nel lato più oscuro del mondo dei Fae.
Là, dovrà fare i conti con magie mortali e segreti dimenticati e… con l’amore, che certo non credeva di trovare.

Recensione

Devo dire che inizialmente non mi ha colpito particolarmente la storia di Violet. Carina si ma era come se sentissi che le mancasse qualcosa, un vuoto non riempito che probabilmente forse lo sarà andando avanti con la saga.

Violet è una Fae in addestramento per diventare una Guardiana ed è all’ultimo anno, a pochi mesi dal suo diploma e dal raggiungere il suo obbiettivo finale e sarà proprio in quel momento che arriverà Nate a farle rischiare tutto con la sua innocente impulsività. La farà finire in un guaio dopo l’altro dal momento in cui l'ha incontrata, dall’altra parte però Violet comincia a cambiare pensiero, a provare qualcosa che non sentiva da così tanto tempo da averne scordato quasi il significato: il sapore e quei guai cominciano a divenire quasi piacevoli trasgressioni. Nonostante ne conosca i rischi è disposta a giocarsi tutto per rimanere aggrappata a lui, a quello che non riesce a fare a meno di sentire.
E devo anche dire che la cosa che maggiormente mi ha incuriosito, però, in questo libro non è la storia d’amore ma l’amicizia. Un’amicizia perduta, strana, particolare e con le sue problematiche riempita però di odio,  competitività e silenzi troppo prolungati.

«Puoi biasimarmi?» domando, raddrizzandomi. «Reed è morto, tu mi hai abbandonato, e poi mio padre è stato ucciso. Non volevo preoccuparmi di altri, nel caso avessi perso anche loro.» Ryn si appoggia lentamente al muro senza distogliere lo sguardo dal mio. «Sembra che non sia l’unico ad avere problemi.»

La storia d’amore ha il suo fascino senza alcun dubbio ma mi sono sentita più coinvolta dal passato della nostra Violet e spero ci sarà continuando nella saga altro spazio per questo punto.
Violet è la prima della classe, niente è più importante per lei di essere la migliore e prendersi lo stesso merito che una delle persone più importanti della sua vita è riuscita a raggiungere. Niente è più importante che essere una Guardiana. Ha tenuto fuori qualunque altra cosa la potesse distrarre dal suo obbiettivo, ma nonostante i continui tentativi di lasciar fuori qualunque emozione che non fosse dedita all’addestramento, gli “imprevisti” non possono far a meno di arrivare. Alcuni più piacevoli di altri e altri la dannazione per un cuore che si è voluto sotterrare sotto chili di cemento pur di non essere portato alla luce, e altri ancora a farla pentire di essersi lasciata trascinare invece di eseguire il suo dovere come futura Guardiana.
Avrei voluto una maggiore descrizione della creature magiche per poterle esattamente vedere come l’autrice le immaginava proprio come per le Fae, le pixie… E per il resto sono curiosa di leggere il continuo per colmare alcune curiosità che si sono presentate leggendo, oltre che vedere che decisioni prenderà da questo momento in poi Violet con le situazioni che si verranno sicuramente a creare.



Nessun commento:

Posta un commento