martedì 21 luglio 2020

Le recensioni di Mrs. Willer: La furia del tifone di Clive Cussler


La prima recensione di oggi è di Mrs. Willer che ha letto l'ultimo romanzo di Clive Cussler: "La furia del tifone", edito Longanesi.

Titolo: La furia del tifone

Autore: Clive Cussler, Boyd Morrison

Edizione: Longanesi

Prezzo: ebook 9,99€, cartaceo 16,91€

Genere: Avventura

Data di pubblicazione: 11 giugno 2020


Sinossi

Per Juan Cabrillo e l’equipaggio della Oregon doveva essere una missione di routine: recuperare una collezione di dipinti per un valore di mezzo miliardo di dollari. Ma quando scopre che il leader di una fazione di ribelli filippini, Salvador Locsin, intende sfruttare i quadri per finanziare le sue attività illegali, Cabrillo e la sua squadra si ritrovano al centro di un intrigo internazionale. Locsin per giunta è entrato in possesso del progetto di uno dei segreti più letali della Seconda guerra mondiale: una droga sperimentata dai giapponesi, che trasforma un guerrigliero in una sorta di macchina immortale. Per fermare Locsin e scongiurare il rischio di un conflitto inarrestabile che sovvertirebbe gli equilibri mondiali, la Oregon non deve solo sconfiggere il comandante ribelle, ma anche un mercenario sudafricano deciso a impossessarsi della droga. Una missione condotta tra segreti del passato e nuovi scenari geopolitici che solo l’equipaggio della Oregonpuò affrontare.

Recensione

In questa nuova e ahimè ultima avventura di Cussler, ritroviamo Juan Cabrillo, comandante della nave Oregon, alle prese con gangster cinesi e gruppi di spacciatori comunisti. In questo clima però Juan viene contattato da un’esperta d’arte, Beth, bella e affascinante che ha il compito di recuperare dei preziosi dipinti antichi rubati da un museo americano e la giovane sospetta che possano essere proprio nelle mani di una gang di narcotrafficanti filippini.

Questo come ho già detto è purtroppo l’ultimo libro di Cussler che ci ha lasciati all’inizio di quest’anno e per questo è stato un onore poterlo leggere. Sono una sua grande fan e non volevo assolutamente lasciarmelo scappare, sicura al cento per cento che mi sarebbe piaciuto da morire e infatti avevo ragione.
Il romanzo è ambientato fra le isole delle Filippine, fra il mare e i piccoli villaggi rumorosi e affollati. All’interno di una serie di tunnel nelle montagne però, si aggira una spietata gang di comunisti capitanata dal malvagio Locsin che ha intenzione di prendere il comando sul governo filippino.

Questa nuova avventura di Juan Cabrillo è molto interessante, spinge il lettore a continuare a leggere per scoprire come si salveranno i protagonisti. I colpi di scena non mancano mai e ce ne sono vari per ogni capitolo.
I personaggi mi sono piaciuti molto, soprattutto Locsin che ho trovato molto affascinante malgrado la sua malvagità e Raven una bellissima guardia del corpo esperta di lingue e combattimento. Ho trovato però che il personaggio di Juan Cabrillo fosse troppo simile ad un altro famoso personaggio di Cussler: Dirk Pitt. Entrambi gli uomini lavorano su una nave, sanno cavarsela in ogni situazione e hanno quasi lo stesso tipo di ironia. Avrei preferito che almeno caratterialmente fossero diversi, visto che così è come leggere un’altra avventura di Dirk Pitt ambientata però su una nave differente.

Lo stile è scorrevole, la trama avvincente ed adrenalinica e vi consiglio caldamente questo romanzo perché fidatevi, ne vale la pena. Inoltre è ambientato in un luogo di cui si sente parlare poco nei libri, le Filippine. I personaggi sono divertenti e i dialoghi sono scritti veramente bene. A parte la caratterizzazione di Juan Cabrillo troppo simile a quella di Dirk Pitt, non ho trovato difetti particolarmente gravi in questo romanzo.

Cussler anche nel suo ultimo lavoro si è rivelato un grandissimo scrittore. Per più di quarant'anni è riuscito ad intrattenere il pubblico con libri d’avventura magnifici e mai ripetitivi e mi spiace veramente tantissimo non poter leggere altri suoi scritti.

Che dire, buon viaggio Clive e grazie per quest’ultimo romanzo che consiglio a tutti gli amanti dell’avventura, dell’azione e dell’adrenalina.



Nessun commento:

Posta un commento