venerdì 24 luglio 2020

Le recensioni di La Manu: I cinque cadaveri di Robert Bryndza


Robert Bryndza è un autore thrillerista tanto amato nel nostro blog. Dopo Cecilia e Stefania, anche La Manu è caduta nella sua trappola leggendo "I cinque cadaveri", edito Newton Compton Editori.

Titolo: I cinque cadaveri

Autore: Robert Bryndza

Edizione: Newton Compton Editori

Prezzo: €. 2,99 Ebook

Genere: Thriller

Data di pubblicazione: 14 novembre 2019


Sinossi

Sono passati quindici anni da quando Kate Marshall, una giovane e ambiziosa detective, fermò il famigerato cannibale di Nine Elms, a Londra. L'arresto, invece di un trionfo, si tramutò in un incubo. Tradita da tutti, umiliata, presa d'assalto dai media per le scioccanti verità rivelate dall'assassino, la sua promettente carriera in polizia finì con uno scandalo. Da allora i fantasmi del passato hanno continuato a ossessionare Kate che, nonostante il tempo trascorso, non è mai riuscita a lasciarsi quell'esperienza alle spalle. È andata via da Londra e si è trasferita in una piccola città costiera, dove cerca con tutte le forze di dimenticare. Ma un ammiratore del serial killer di Nine Elms ha deciso di seguire le orme del suo idolo, e Kate sa che non può restare a guardare senza intervenire. Fermare l'assassino potrebbe essere la sua unica occasione di riscatto, e non solo. Quindici anni prima Kate ha rischiato di diventare la quinta vittima del Cannibale. E adesso il nuovo mostro ha intenzione di finire il lavoro del suo predecessore...

Recensione

Kate Marshall è l'ex detective “colpevole” per aver arrestato un Killer, il Cannibale di Nine Elms.
Questa vicenda doveva rivelarsi una storia positiva per Kate e per la giustizia ma, a volte le cose vanno proprio per il verso opposto e così la giovane e grintosa detective viene presa di mira e “scartata” dalla polizia stessa.
Kate era la numero 5!

Passano gli anni e questo incubo non passa.
E' ossessionata da Peter Conway.
Non può dimenticarlo per due ragioni: un ragazzo di nome Jake e una cicatrice.
Kate trova un nuovo impiego presso l'Università come Docente di Criminologia e, che lo voglia o no, il discorso gira sempre intorno a quello!
Crede di essere riuscita a stabilire una connessione con la normalità ma, la normalità non è per lei.
Due anziani genitori la contattano chiedendole aiuto per uno degli omicidi accaduti molti anni fa.
Kate e il suo fidato assistente Tristan diventano affiatati, inizia così per loro un “secondo lavoro” che li porterà a scoprire molte moltissime cose che in passato erano state lasciate in sospeso.

LA GIUSTIZIA TRIONFERA'?

Kate non è del  tutto pronta a riaprire quel capitolo della sua vita ma, lo deve alle vittime e in fondo anche a se stessa.
Amo questo genere di donne, amo le detective e non so ma il nome Kate è spesso associato a questo ruolo e...mi piace!

Accipicchia se è un libro con i contro... !!!
Un Thriller scritto bene, raccontato benissimo mai banale e molto coinvolgente.
Mi piacciono le donne che hanno la forza di rinascere anche se ogni tanto i ricordi ti fanno crollare.
Il passato non si può dimenticare, si cerca, si crede ma, quando meno te l'aspetti, quando ti ritrovi a fissare il soffitto eccolo lì!

IL PASSATO TORNA SEMPRE

Kate è tenace, a volte debole e infatti la sua “passione” per l'alcool l'ha portata a fare delle scelte che forse non avrebbe mai fatto ma, dalle esperienze negative o positive che siano s'impara sempre.
E quando sul cammino incroci uno scalino, sei tu a decidere se salire o inciampare.
Ha avuto accanto il suo giovane assistente Tristan che per me è stato fondamentale sia per il suo stato psicologico che per quello pratico.
Affiatati, comprensivi l'uno con l'altro e soprattutto uniti da quella voglia di scoprire a tutti i costi la verità.
Ho amato molto questo libro perché ritengo che un thriller debba essere scritto proprio così.
Sicuramente leggerò tutti gli altri libri scritti da questo autore perché sono certa non mi deluderà e poi impazzisco quando le indagini continuano...



Nessun commento:

Posta un commento