mercoledì 8 luglio 2020

Le recensioni di Barbara: Un'insolita Mary di S.M. Klassen


Buon mercoledì disastri! La giornata in nostra compagnia inizia con la recensione di Barbara per Un'insolita Mary di S.M. Klassen, edito Vintage Edizioni.

Titolo: Un'insolita Mary

Autore: S.M. Klassen

Editore: Vintage Editore

Collana: Variazioni

Data di pubblicazione: 30 marzo 2020


Sinossi

Una volta che Liz e Jane hanno sposato i loro amati Darcy e Bingley, non solo hanno coronato i loro sogni d’amore, ponendo le basi per la loro felicità, ma hanno anche inaspettatamente e incredibilmente innalzato le condizioni della famiglia Bennet. Mary, quindi, non si vede più costretta a vivere nell’incubo di una madre che vuole maritarla a tutti i costi, per questo si sente libera di mettere da parte il carattere scorbutico con il quale aveva cercato di allontanare ogni possibile pretendente, di abbandonare gli occhiali dietro ai quali si era sempre barricata e trova addirittura il coraggio di dichiarare ai suoi genitori la propria scelta di non sposarsi mai e di voler vivere libera per sempre. Quando Liz viene a sapere dell’incredibile cambiamento della sorella, la invita a Pemberley. Sarà in questo scenario meraviglioso che Mary rinascerà grazie all’amicizia con Georgiana e alle bellezze di una vita che non si sarebbe mai aspettata.
L’autrice S.M.Klassen ha dato vita a una Mary straordinaria, protagonista di un romanzo dalle molte sfaccettature: non mancano gli accenti gotici che tanto appassionavano i lettori di un tempo.

*Il primo di una trilogia Un’Insolita Mary è il romanzo d’apertura della collana Variazioni, dedicata a chi ha amato i classici e non vuole rassegnarsi alla parola fine.

Recensione

Primo volume di una trilogia, "Un’insolita Mary" è un sequel di Orgoglio e Pregiudizio e vede come protagonista Mary Bennet.
Descritta dalla Austen come riservata e sempre sulle sue, piuttosto bruttina e noiosa, sempre pronta a propinare sermoni e colpevole di esecuzioni canore e al piano pessime e inascoltabili, scopriamo ora con nostra meraviglia che la ragazza è in realtà sveglia ed intelligente e che tutto è stato un piano da lei ben congegnato per scongiurare ogni possibile tentativo della madre di trovarle marito.

Dopo i matrimoni d'amore ma anche piuttosto facoltosi delle due sorelle maggiori, Mary si rende conto di potersi rilassare e di non essere costretta al matrimonio, ma che la sua pur piccola e modesta rendita le consentirebbero di vivere da sola in un piccolo cottage. Comincia così a vestirsi con più cura, a non tirare i capelli in uno chignon strettissimo e a parlare con più disinvoltura e senza preoccuparsi di rimanere in ombra.

Un invito a Pemberley da parte di Elizabeth, per verificare il cambiamento della sorella e la nuova e inattesa amicizia con Georgiana Darcy, renderanno Mary molto più sicura e disinvolta e la introdurranno in un ambiente fatto di balli, inviti, vestiti e gentiluomini.
Un'avventura in stile romanzo gotico, come quelli che tanto la appassionano, rendono la sua vita e il romanzo ancora più appassionante...

Ben scritto e decisamente in linea con la storia originale e i tanto amati protagonisti di Orgoglio e Pregiudizio, ho amato particolarmente la trasformazione di Mary da brutto anatroccolo a giovane donna decisa e sicura di sé e delle sue scelte. La trama, ricca di avvenimenti e colpi di scena, trasporta il lettore nelle atmosfere e nelle ambientazioni che avevamo lasciato nel romanzo originale senza nulla togliere ai personaggi vecchi e rendendo i nuovi intriganti e affascinanti, facendoceli amare ancora di più,  tanto da non vedere l'ora di leggere il secondo libro della serie per ritrovarli nel proseguo della loro vita e capire chi conosceremo meglio .
Buona lettura cari disastri!!!


Nessun commento:

Posta un commento