mercoledì 29 luglio 2020

Adesso tocca a... Yaya: Baby girl di Audrey Carlan


Torna la nostra rubrica mensile "Adesso tocca a..."
Lo scorso mese Vanessa si è cimentata con un thriller, mentre oggi tocca a Yaya. Si è cimentata con la lettura della sua prima coppia biker in Baby girl, di Audrey Carlan, edito Newton Compton Editori.

Titolo: Baby girl

Autore: Audrey Carlan

Edizione: New Compton Editori

Prezzo: € 2.99

Genere: romanzo rosa

Data di pubblicazione: 02/07/2020


Sinossi

Al club, tutti mi chiamano “Principessa”. Ma io non sono una ragazzina sdolcinata: odio il rosa, disprezzo regali come fiori e cioccolatini e le passeggiate in spiaggia mi annoiano almeno quanto le cene a lume di candela.
Sono uno spirito libero. Adoro divertirmi e passare le notti in sella a una moto. Amo sentire il vento tra i capelli e vedere la strada davanti a me: sono nata motociclista e morirò motociclista. Non ho intenzione di lasciarmi domare da un uomo senza dargli del filo da torcere, ma… se arrivasse qualcuno in grado di farlo, sarei sua per sempre. Una compagna per la vita, nel bene e nel male. Quando ho aperto il mio negozio – che ovviamente si chiama Biker Babe – non avrei mai pensato di incontrare un uomo talmente sexy da lasciarmi a bocca aperta. Si chiama Taggart “Rex” Crawford, e l’ho desiderato dal primo momento in cui l’ho visto. C’è solo un piccolo problema: mio padre è il presidente del club motociclistico Hero’s Pride, e Rex è appena diventato il suo nuovo vice. E nel nostro club, tutti sanno che la figlia del capo non si tocca.

Recensione

È la terza volta che mi trovo in difficoltà nel scrivere una recensione perché amo leggere, e soprattutto amo conoscere e scoprire autrici nuove. Questo libro della Carlan per me è infatti il suo primo romanzo in assoluto che leggo e purtroppo devo essere onesta sono rimasta davvero delusa.
Non per lo stile che ti invoglia comunque a leggere il libro e a divorare le pagine per entrare in sintonia con i protagonisti, ma per la storia in sé, che è risultata banale e incompleta, nonostante l’argomento trattato.

L’autrice con questo primo volume da il via ad una nuova serie che ci permette di entrare così nel mondo dei Bikers, leggendo la trama infatti questo argomento mi aveva incuriosito davvero tanto, e per questo non vedevo l’ora di entrare nella storia, ma ahimè le mie aspettative sono state disattese.

Shay, la protagonista, è una ragazza in gamba, ribelle, è una donna che odia il rosa, il romanticismo, e le piace correre con la sua moto. È inoltre figlia del presidente del club di tosti motociclisti, gli Hero's Pride.
Nessuno può permettersi di toccarla, torcerle un capello, tutti sanno infatti quanto questa piccola donna sia preziosa, quanto sia una di quelle donne importanti, che tutti gli uomini sceglierebbero per la vita.
Shay è divertente, appassionata, gestisce un negozio di moto tutto da sola e i suoi genitori sono davvero fieri di lei..

«Crediamo in te principessa» «Tu sarai il primo per tutto, papà».
Lui fa un cenno alla moglie mentre lei alza gli occhi al cielo, perché sa perfettamente che il marito ha un debole per la figlia.
«Vedi, questa è la mia piccola, la mia bambina, la mia principessa motociclista».

La sua vita cambia drasticamente quando entra in collisione con quella di Taggart, conosciuto come Rex che è diventato il vice del padre.
Rex è un personaggio pieno di carisma, pieno di stronzaggine a volte, ma non ha avuto molto spazio nella storia, l’autrice non ci da la possibilità di conoscere, scoprire qualcosa su questo personaggio, così come sugli altri.
L’unica cosa che troviamo e che nel corso della lettura conosciamo bene è l'attrazione sessuale tra i due protagonisti e la tensione che generano quando sono vicini.

«Temo che niente mi tratterrà dal provare a vincerti. Quando vedo qualcosa che voglio, me lo prendo. E piccola, ora ti ho vista». Shay gli sorride, sorniona, come se conoscesse la battuta finale di una barzelletta che non ha ancora sentito. «Cambierai idea, vedrai, perché sono la principessa dei biker».
E gli fa l’occhiolino, come se questo spiegasse tutto.

Infatti in brevissimo tempo Rex reclamerà Shay come sua signora. Questo porterà delle conseguenze e Rex lo sa, ma nonostante tutto è un uomo che non ama mentire ai suoi fratelli, e decide per questo di raccontare sin da subito ai membri del Club di come Shay lo abbia stregato.

«Se prendi una donna come tua signora, bruci per lei. Poi, il club farà di tutto per proteggerla come una dei suoi».

Ed è quello che Rex farà con Shay.

Peccato perché questa storia aveva davvero tantissimo potenziale, ma tutto si è concluso in pochissimo tempo. L’autrice infatti secondo me non ha dato i giusti tempi alla storia, tutto è avvenuto troppo in fretta, i protagonisti si conoscono da poco eppure in quel poco sono passati dall’essere sconosciuti, ad essere amanti e infine una coppia. Non abbiamo la possibilità di conoscere e scoprire come continua la loro storia così come non abbiamo una visione chiara e ben delineata di tutti i personaggi, del loro vissuto, del loro passato, ecco perché vi posso dire con tutta sincerità che questa storia ai miei occhi è risultata frettolosa, incompleta, e quasi tutto mi è sembrato un po' surreale quindi se mi chiedete se consiglierei di leggere questo romanzo della Carlan, anche se mi dispiace immensamente, vi direi assolutamente NO!
Alla prossima mie care disaster… e ora rullo di tamburi… Barbara tocca a te!



Nessun commento:

Posta un commento