lunedì 22 giugno 2020

Le recensioni di Viola: "Frozen" di GotenS


Nuova recensione in anteprima per la nostra Viola: ci parla, infatti, di "Frozen" di GotenS, appena uscito a cura di Triskell Edizioni.

Titolo: Frozen

Autrice: GotenS 

Editore: Triskell Edizioni

Genere: MM Contemporaneo 

Prezzo: € 2.99

Data di uscita: 22 Giugno 2020


Sinossi

Un cuore di ghiaccio, così lo aveva apostrofato il suo compagno, Jules, prima di uscire dalla sua vita. E Nico sa di essere davvero pessimo nell’esprimere i propri sentimenti, per questo si è trovato solo all’improvviso.
William però non crede che lui abbia un cuore di ghiaccio, e nemmeno Ricardo. Un pianista e un uomo in affitto che vogliono entrambi far parte della sua vita. Ma nonostante la passione che Nico e William condividono, le bugie di quest’ultimo rompono la loro neonata relazione. Perché la verità è così potente da farlo scappare da quell’uomo che aveva creduto di poter avere.




Recensione

Ben trovati Disastri, oggi vi porto a conoscere Nico, il trasformarsi della sua vita sentimentale e il suo modo serafico di reagire ad essa. 

Siamo a Londra e Nico lavora con Denise in un negozio di fiori, a due passi dall’appartamento che divide col suo compagno Juls. Tutto prosegue con una specie di routine fino a quando Juls una sera rientra in quello che si pensava fosse il loro nido d’amore e accusa Nico di avere un pezzo di ghiaccio al posto del cuore, di non riuscire a dimostrare alcun tipo di sentimenti e lo lascia su due piedi. Nico in effetti non reagisce come la maggior parte delle persone farebbe – inclusa la sottoscritta – lasciando intendere che in effetti “cuore di ghiaccio” sia l’appellativo corretto per descriverlo. Essere lasciati da colui che pensavi di amare non è mai bello, ma grazie a Denise che lo sommerge di composizioni floreali da fare, e un fratello gemello che sa come e quando esserci, Nico non rimane solo. 

Michael gli dà una piccola spintarella che Nico non vuole, ma che lo porta a soffermare il suo interesse sul pianista e vicino di casa William, di cui prima ha conosciuto la musica, poi la gentilezza e la vicinanza quando aveva bisogno di un amico. La musica che si espande grazie alle abili mani di William sono un toccasana e portano Nico a scoprire emozioni che prima non aveva mai provato, a desiderare di avere di più e a confessarlo come solo lui riesce a fare. 
Ma cosa succede se Nico dovesse affrontare una nuova separazione? Il suo cuore di ghiaccio potrebbe rompersi in tanti frantumi e non esser più capace di ricomporlo. 
“ Il nuovo anno gli stava ancora facendo sudare tutti i sentimenti che qualcuno gli aveva rinfacciato di non avere.” 
Devo ammettere che in questo libro ci sono tanti bei colpi di scena e sono tutti a un grado più alto di stupore, man mano che si prosegue la lettura. In questo nulla è quel che sembra e solo alla fine riuscirete a unire tutti i puntini, trovando così il filo conduttore di tutto. 

Scritto in terza persona con narratore il nostro Nico per quasi tutto il libro, solo verso il finale ci sono alcuni cambi di punti di vista, per portare il lettore a non aver più alcun dubbio o a colmare quelle domande di cui la risposta sembrava non doverci essere. Un mazzo di fiori – in omaggio al lavoro di Nico – con un pizzico di mistero, un po’ di “giallo”, decisamente apprezzato da chi si aspettava un semplice contemporaneo e invece ha trovato altro.


Nessun commento:

Posta un commento