venerdì 26 giugno 2020

Le recensioni di Stefania: Mai solo per finta di Meagan Brandy


Ci siete per un ultima recensione disastri? Stefania ha letto "Mai solo per finta" di Meagan Brandy, romanzo edito Always Publishing che vi consiglia ad occhi chiusi.

Titolo: Mai solo per finta

Autore: Meagan Brandy

Editore: Always publishing

Genere: Romance

Data di uscita: 5 giugno 2020

Prezzo ebook: € 4.99


Sinossi

Un giocatore di football impenetrabile.
Una studentessa brillante e popolare.
Nico e Demi si detestano ma hanno bisogno uno dell'altra.

Finti.
Ecco cosa siamo.
Pensavo che sarebbe stato più difficile far credere che il miglior ricevitore della squadra di football della nostra scuola fosse mio e soltanto mio, ma abbiamo recitato bene la nostra parte.
Così bene che i confini tra noi hanno cominciato a sfumare fino a sparire del tutto.
Quando menti, però, c’è sempre qualcuno più bravo di te. E nel tempo che mi ci è voluto a realizzare l’errore che stavo commettendo, ero già arrivata al punto di non ritorno.
Mi sono innamorata della nostra bugia.
E poi tutto è finito in pezzi.
Perché lui è stato più abile di me a giocare la sua partita, anche se non aveva bisogno di spezzarmi il cuore per vincerla. Ma l’ho fatto lo stesso.

Recensione

Era dai tempi di Jared e Tate che non mi innamoravo in questo modo di un romanzo. Una trama dal ritmo esaltante, due personaggi giovani ma di carattere. Insomma, Mai solo per finta è esattamente il romanzo perfetto per questa stagione, ma che dico, la storia di Meagan Brandy è perfetta per qualsiasi momento dell'anno voi vogliate leggerla.

Inizio ultimo anno scolastico. Lezione di chimica.
Demi, studentessa diligente, sta per conoscere il nome del suo compagno di laboratorio. E' pronta e scattante verso la persona con cui pensa di venire accoppiata ma il professor Brando le scombina i piani.

"<Nico Sykes.>
Avanzo di un passo verso Alex solo per bloccarmi gelata, e poi fulminare interdetta Brando, che ha appena letto il nome sbagliato!"

Nico, Sexy McHot Nico Syker, giocatore nella squadra di football, non è esattamente la prima persona nella lista degli amici di Demi. A niente serve provare a parlare con il professore dalle idee strambe, la decisione è stata presa e a Demi non resta che respirare, contare fino a un milione, e collaborare con Nico. Un Nico che da subito non perde tempo nel punzecchiarla. Un Nico che non parla con lei da tempo immemore se non costretto. Un Nico che abita accanto a lei. Ora comprendete il mio entusiasmo??!!!

Nico è carismatico, sfacciato, provocatore, senza freni inibitori ma, chissà per quale scherzo, soddisfa tutte le voci della lista Chi deve sposare Demi.

E fin qui, tutto perfetto. Abbiamo uno sportivo e una ballerina di hip hop. Abbiamo due personaggi irriverenti e competitivi. Abbiamo il lato esuberante di due giovani studenti alle prese con feste e divertimenti vari. Abbiamo rivalità e odio puro che mantiene alta l'attenzione.
Eppure ci sono anche dei lati oscuri nella trama che danno più spessore e che anche visti da fuori provocano nel lettore un senso di disagio e a tratti rabbia. Un paio di personaggi soprattutto avrei tanto voluto strattonarli e verificare cosa contenesse la loro testa al posto del cervello.
Il lato oscuro di Demi? Nonostante la sua genuinità cerca sempre l'approvazione del prossimo, vuole compiacere il prossimo e mostrarsi allo stesso livello. E quando ne capirete il motivo, oltre a sentirvi in parte come lei, odierete anche il perché.
Nico è a tratti scorbutico, sembra arrabbiarsi per nulla ma anche qui tante cose non sono subito chiare e quando le carte verranno svelate una ad una, bé, probabilmente diventerete sue fans scatenate come me! Ancora di più quando scoprirete il suo bagaglio personale.

Tra lezioni di chimica, allenamenti, feste e sexy coreografie da montare, vi sfido a capire la verità dalla menzogna. Non la troverete, posso garantirvelo. Inizia tutto per finta ma il confine è così sottile, e le emozioni così palpabili che scindere le due cose è impossibile e la confusione si insinuerà in voi.

Meagan Brandy è riuscita a creare un testo per niente prevedibile, una storia interessante, emozionante con quel pizzico di sensualità che non guasta mai. Mai solo per finta si legge in un soffio, vi catapulta nell'ambiente scolastico americano che tanto invidio agli studenti americani (in parte). Potrete leggere i POV di entrambi, farvi delle idee e comprendere le decisioni prese. Potrete anche scegliere da che parte stare ma sarà veramente difficile rimanere imparziali e vi trasformerete in cheerleaders - vestite come le migliori ballerine di hip hop - e ovviamente sul retro della vostra maglietta ci sarà il numero 24.

Vi ho raccontato bene di un quarto volutamente. Lascio a voi scoprire il resto. Le sorprese sono tante e non posso proprio anticiparvele.
Buona lettura disastri!


Nessun commento:

Posta un commento