mercoledì 27 maggio 2020

Review Party: "Il Corvo Bianco" di J.L. Weil


"Dove c’è un paranormal romance ci sono io! Oramai è risaputo che la mia vena fantasy pulsa quanto quella romance, quindi secondo voi potevo farmi scappare IL CORVO BIANCO che racchiude entrambe le categorie? Assolutamente no!". Scopriamo allora cosa ne pensa Vanessa del libro di J.L. Weil, primo volume della The Raven series uscito ieri grazie a Hope Edizioni.

Titolo: Il Corvo Bianco

Serie: The Raven Series #1

Autore: J.L. Weil

Editore: Hope Edizioni

Genere: Paranormal, Fantasy, Young Adult

Data di uscita: 26 maggio 2020


Sinossi

È bastato un solo secondo, un’agghiacciante telefonata nel mezzo della notte, e la mia vita è cambiata.
Dopo la morte di mia madre, mio padre spedisce me e mio fratello su un’isola, Raven Hollow, a trascorrere l’estate con una nonna che non abbiamo mai conosciuto.
Niente sembra andare per il verso giusto, almeno finché non conosco Zane Hunter, un ragazzo che, all’improvviso, rende interessante il mio soggiorno sull’isola. Un metro e ottanta di bellezza e un accenno di fascino celtico nella voce, Zane è la tipica persona che lascia dietro di sé una scia di cuori infranti.
Ma io ho già sofferto abbastanza.
Per quanto cerchi di stargli lontana, però, Raven Hollow non è grande abbastanza per riuscirci e la tensione fra di noi è innegabile.
Quando il passato torna a terrorizzarmi e qualcuno prova a uccidermi, l’unica persona che voglio evitare diventa il mio salvatore. Più mi avvicino alla verità, più scopro che tutto ciò che conosco è una menzogna. Ma non so cosa mi spaventi di più: i tentativi di porre fine alla mia vita o il ragazzo la cui anima e il cui cuore sono sincronizzati ai miei?

Recensione

Dove c’è un paranormal romance ci sono io! Oramai è risaputo che la mia vena fantasy pulsa quanto quella romance, quindi secondo voi potevo farmi scappare IL CORVO BIANCO che racchiude entrambe le categorie? Assolutamente no! Misteri, magia, poteri, intrighi e mille domande, White Raven (ammettiamolo, fa figo sia in inglese che in italiano!) è tutto questo e molto di più! Ma partiamo dal principio…

Piper ha da poco perso la madre. Un evento sconvolgente a cui non era preparata: non che si sia mai pronti per affrontare la perdita di un genitore, ma nel caso di Piper i mesi successivi alla scomparsa della madre sono i più difficili che lei abbia mai affrontato. Il padre ha spedito lei e il fratello Tj a casa della nonna materna, una nonna che non hanno mai conosciuto e di cui non hanno mai sentito parlare, nemmeno dalla loro madre.

Riprendere in mano la propria vita in un posto nuovo, in una casa non tua, dove tutto ti è estraneo non è facile, soprattutto se si è circondati da persone sconosciute, persone che sembrano però conoscerti. Persone, in particolare modo una, che sembrano provare un forte astio nei tuoi riguardi.

Piper è una ragazza sopra le righe, con un carattere forte; non le piacciono le imposizioni e odia seguir le regole. La morte della madre ha reso questa sua scorza ancor più dura e difficili da penetrare.

Zane Hunter non avrebbe mai voluto che Piper mettesse piede sull’isola e non perde occasione per ricordarle che quello non è il suo posto.
Capelli neri corvino e occhi glaciali, Zane Hunter è un combina guai, il ragazzaccio dell’isola, colui da cui è bene tenersi alla larga. Un caratteraccio come il suo è difficile da sopportare, solo la sua famiglia ci riesce. Una famiglia numerosa che avrà un ruolo molto importante.

Potrebbe dirsi che Piper e Zane non si siano piaciuti a pelle, che non sia scoccata la scintilla ma, in realtà, alla nostra giovane ragazza il cuore batte forte e prova un’attrazione viscerale che non sa spiegarsi quando è in presenza di quel ragazzo che tanto la odia.

Vivere un’intera estate a Raven Hollow non sarà semplice come Piper credeva...soprattutto se si aggiungono misteriose forze oscure che sembrano voler qualcosa da lei, qualcosa di molto importante.

Primo libro in Italia di J.L. Weil. L’autrice ha dato il via ad un interessante storia. Come primo libro, ha buttato le giuste basi per invogliare il lettore e portarlo ad attendere con ansia il capitolo successivo. Mille domande, poche risposte, fiato sospeso e tanta curiosità. La mitologia scelta dall’autrice mi intriga particolarmente e son curiosa di scoprire come porterà avanti alcuni percorsi intrapresi. Personalmente avrei preferito le scene di battaglia (andiamo è un fantasy ovvio che ci siano battaglie quindi nessuno spoiler!) descritte in maniera più d’impatto, più coinvolgenti; ma tolto questo particolare è un ottimo apri pista per diventare una splendida trilogia.

Nessun commento:

Posta un commento