martedì 12 maggio 2020

Le recensioni di Viola: Redemption di Agnes Moon



La nostra Viola ci parla oggi di Redemption di Agnes Moon. Le sarà piaciuto il secondo volume della Revenge series? Scopriamolo.



Titolo: Redemption

Autore: Agnes Moon

Serie: Revenge Series # 2

Data di pubblicazione: 30 marzo 2020

Prezzo: ebook 2,99 - Cartaceo: 12,00


Sinossi

Mi ha ingannato e si è fatta beffe di me. 
Mi chiamo Esteban Ramirez, sono un boss temuto e rispettato e non permetterò che quella strega dai capelli rossi la passi liscia.  
Dovrei odiarla, ma dopo tre mesi non sono ancora riuscito a togliermela dalla testa. 
Non c’è altra soluzione, lei deve essere mia. 

Mi sono fatta beffe di lui e l’ho manipolato.
Mi chiamo Rachel Kenton, lavoro per un’organizzazione para-governativa che opera ai limiti della legalità, ma non credevo che tra i rischi del mestiere ci fosse quello di prendere una sbandata per un delinquente. 
Dovrei odiarlo, ma dopo tre mesi non sono ancora riuscita a togliermelo dalla testa. 
Non c’è altra soluzione, lo devo dimenticare.

Recensione

Per chi non avesse avuto modo di leggere il primo libro della serie firmata da Rebecca Harper, altro pseudonimo dell’autrice, consiglio di andare a recuperarne la lettura perché Redemption inizia richiamando in molti dettagli la fine del primo.

Rachel ha ventitré anni, capelli corti rosso fuoco, occhi verde smeraldo, fisico minuto tanto da sembrare minorenne e un caratterino tutto pepe e nel parlare spesso impreca come non mai.
Lavora insieme al padre per la stessa agenzia privata in cui lavorava Nathan. 
Partita per cercar di trovare e liberare il suo amico e collega, arriva alla villa di Pedro Medina nel momento meno opportuno e finisce con l’essere “gentilmente” accompagnata nella stessa stanza in cui scopre aver soggiornato Nathan. A cercar di farla parlare niente meno che il nuovo Boss dell’organizzazione: Esteban Ramirez.

Esteban è il fratello minore di Elena, protagonista del primo libro, capelli e occhi neri, messicano d’origine che scova quella che lui paragona a un folletto sul suo territorio  e con le buone cerca di ottenere risposte. Peccato che non abbia fatto i conti con una Rachel determinata a usare ogni mezzo per uscire da quella stanza, anche far sentire il Boss un emerito stupido quando riesce nel suo intento dopo un bacio al cardiopalma. 
L’intenzione di vendicarsi prima, e di invitarla a un appuntamento poi (forzato ovviamente) porta Esteban ad avvicinarsi in modo atipico mentre Rachel è sotto copertura. 

Uno determinato a conquistarla, l’altra determinata a non cedere fino a quando i ruoli non si invertono e i confini segnati dalle posizioni opposte non raggiunge uno scopo comune.
Riusciranno a diventare rette e non più parallele?

Il libro è scritto in maniera fluida e scorrevole, le uniche nota per me negative sono la ridondanza nel ricordarci come Esteban sia arrivato al suo ruolo e come e dove siano i protagonisti del primo libro.  I personaggi risultano credibili e nella loro testardaggine finiscono col non capirsi e finiscono anche nei guai dato che entrambi tendono a fermarsi al pregiudizio e nel darsi poca fiducia. Tra i due ho preferito Esteban e il suo viaggio alla scoperta di chi vuol essere e di cosa vuol fare.
Nota piacevole l’introduzione di un personaggio che ha attirato subito la mia attenzione e che son certa di ritrovare nel prossimo capitolo della serie.



Nessun commento:

Posta un commento