martedì 19 maggio 2020

Le Recensioni di Rachele: "Hate that I love you" di Debora C. Tepes


Ora Rachele ci parla della sua ultima lettura: ha da poco terminato il nuovo libro di Debora C. Tepes, pubblicato pochi giorni fa in self publishing. Siete pronti a tornare al liceo? Let's go!


Titolo: Hate that I love You

Autore: Debora C. Tepes

Edizione: Self

Prezzo: € 0.99

Genere: Sport Romance

Data di pubblicazione: 14.05.2020



Sinossi

Houston, Texas. Stafford High School.
Max Rivera, giovane promessa dell’atletica leggera, non ha mai sopportato Brandon Walker, il quarterback più affascinante della scuola, e avrebbe volentieri continuato a ignorarlo se non fosse che sua cugina Sofia, con la quale condivide gran parte della sua vita, ha deciso di fidanzarsi proprio con lui.
Max conosce i tipi come Walker e sa perfettamente che farà soffrire Sofia, rovinandole proprio l’ultimo anno di liceo, quello che per tutti dovrebbe essere memorabile.
Così, con l’aiuto del suo migliore amico Brett, decide di ordire una strategia per allontanare una volta per tutte Brandon e Sofia. La vita, però, sembra avere un piano tutto suo col quale Max dovrà scendere a patti...
Brandon Walker è tra i ragazzi più desiderati della scuola, ma ha un lato oscuro che non tutti sono in grado di intuire. Max, però, non è come gli altri.
Lei ha provato sulla sua pelle il calore bruciante dell’oscurità che si addensa nell’animo di Brandon, ed è per questo che non riesce a provare altro che odio e rancore, nei suoi confronti.
Tra durissimi allenamenti sotto il sole cocente del Texas e sguardi di fuoco lanciati nei corridoi della scuola, Max e Brandon continuano a incrociarsi e a perdersi, a insultarsi e a ferirsi con tutte le armi a loro disposizione, finché la vita non li porrà di fronte alla scelta più dura: perdonare o vendicarsi.
Lasciarsi andare alle spire travolgenti della passione o lottare con tutte le proprie forze per continuare a nascondersi dietro lo scudo dell’odio.




Recensione

Vivere con gli zii è bello e farlo con la propria amica altrettanto: condividere la camera, svolgere i compiti insieme, abbuffarsi sul divano davanti a Netflix. Ma avrei preferito che accadesse in circostanze diverse. Per una vacanza, magari, o dopo aver litigato coi i miei.
Tre anni prima - a causa di un incidente d’auto in cui i suoi genitori sono morti - Max è andata a vivere con gli zii e la sua migliore amica Sofia. Non è stato facile ma è riuscita a rialzarsi da quel dolore, appoggiandosi a loro: tutto sembrava essere tornato sul giusto binario finchè... sei mesi fa Sofia si è fidanzata con Walker, il miglior quarterback della scuola. Lui è alto, muscoloso e bello come un dio… malvagio! 

Sono tre anni che bullizza Max, che la prende in giro e la umilia; lei sa che lui non ama Sofia, vuole solo divertirsi, vuole distruggerla, ma non ha intenzione di permetterglielo. Avete presente il detto "la goccia che ha fatto traboccare il vaso"? Ecco, il vaso di Max è colmo! Inizia a essere stanca, non vuole più sopportare le angherie del quaterback, ma soprattutto non gli permetterà di portarle via anche Sofia, lei è tutta la sua famiglia. 

Mentre escogita piani, insieme a Brett, che falliscono miseramente, Walker segna un punto a suo favore mettendole Sofia contro.
“Lui mi ha aperto gli occhi, invece. Tu sei gelosa di me, Max. Perché non sei bella e femminile, perché i ragazzi non ti vogliono.” 
Max si allena per ottenere una borsa di studio grazie all’atletica leggera e la coach la avvisa: non può permettersi distrazioni e Walker è la peggiore; si allena oltre l’orario scolastico e trovarselo di fronte sul campo non l’aiuta a concentrarsi, ma deve impegnarsi al massimo per non permettergli di ridurla a pezzi nuovamente. Tra umiliazioni, baci infuocati, rabbia e lacrime, il passato tornerà a galla ricordando quanto il cuore può battere forte… ma riusciranno a superare l’odio che li divide o ormai è troppo tardi per loro? 



Sono sincera, non ero sicura al 100% di leggere una storia che potesse piacermi, eppure questa storia è stata in grado di trasmettermi tutto, ogni emozione provata da loro. L’ho vissuta grazie al modo di scrivere dell’autrice: con uno stile fresco e genuino, Debora C. Tepes mi ha emozionato e sorpreso. Non avevo nemmeno lontanamente immaginato che la verità che nascondono i due protagonisti fosse così grande! Mi sono ritrovata a ridere e piangere leggendolo e sì... sono inorridita insieme a Max verso la fine! 

Un'unica piccola pecca: ho trovato poco studiato il personaggio di Sofia, non mi ha convinta e l’ho trovata un po’ troppo incoerente. Ma per il resto la scrittrice è fantastica: ha reso reale ogni sua piccola frase. Brava!



Nessun commento:

Posta un commento