lunedì 11 maggio 2020

Le recensioni di LunaStorta: Scirocco di Josh Black


Cambio genere per LunaStoria oggi. La lettura di cui ci parla è un mm romance dal titolo "Scirocco". Josh Black è già nella vostra libreria? LunaStoria ci spiega perchè dovreste leggere questo romance.


Titolo: Scirocco

Autore: Josh Black

Edizione: self publishing

Prezzo: 3.49€ eBook

Genere: Mm romance

Data di pubblicazione: 18 gennaio 2020


Sinossi

Dimitri ‘Dima’ Solkov si prostituisce da quando ne ha memoria.
Adesso, a quasi ventisette anni, comincia ad essere troppo vecchio per questo lavoro ed è costretto ad accettare clienti pericolosi, elargire prestazioni di qualsiasi genere e senza prendere nessuna precauzione.
Ha bisogno di qualcuno che lo piantoni quando lavora e che possa intervenire in caso di pericolo.
Vorrebbe cambiare vita, ma non sa fare altro e comincia ad essere stanco di tutto.

Marco Soave è un uomo che ha sempre servito nell’esercito.
Un’azione estrema gli è costata la carriera, il lavoro e tutti gli affetti più cari.
Si trascina alla ricerca di una nuova occupazione, ma le sue speranze, dopo innumerevoli tentativi falliti, sono ridotte al minimo.
È solo, senza speranza e non accetta più questa condizione, ma ha deciso di recarsi ad un ultimo colloquio, prima di farla finita e in maniera definitiva.

Un incontro che non inizia sotto i migliori auspici, ma che potrebbe salvare la vita di entrambi e ridare la speranza a due anime spezzate.




Recensione

I due protagonisti di questa storia sono tanto simili quanto diversi. 
Dimitri, alias Dima, è un giovane fragile, costretto nel tempo a costruirsi una corazza di forza che lo potesse coprire nei momenti in cui ne avesse avuto bisogno. Spinto dalla madre a trovare un lavoro per mantenere gli studi del fratello, è così che Dimitri diventa un escort. Ma con il tempo e l’età che avanza il lavoro si fa sempre più duro e lui, per sopravvivere, si appresta ad accettare anche le richieste più ardue, senza la sicurezza di essere ben pagato. Questa situazione lo dilania nel profondo fino a portarlo ad uno stato di agonia tale che sfiora il pensiero di farla finita per poter staccare da tutto.

Marco, un uomo forte e possente, che cela dentro di se il dolore per un evento del passato, un evento che gli è costato la carriera, e la fragilità del suo animo dietro una corazza di autocontrollo e freddezza emotiva. Lui cerca a lungo un lavoro e il colloquio con Dimitri è l’ultima possibilità che si concede prima di optare per la morte.

“L’annuncio che ho letto qualche giorno fa, rappresenta l’ultima occasione, l’ultima speranza di riscattarmi. Se non dovesse essere così, la 44 Magnum, la piccolina che tengo sempre disponibile, mi darà una mano a levarmi di torno da questa esistenza senza senso.”

Il loro primo incontro è particolare, ma è palese che entrambi abbiano trovato qualcosa l’uno nell’altro, insieme ad un’attrazione fisica e mentale che cresce insieme allo scorrere del tempo. 
Dopotutto ciò che li accomuna tanto è sicuramente la loro fragilità e la ricerca di qualcosa per cui vivere.

Non è facile per me trovare le parole adatte per descrivere questo romanzo.
Dimitri e Marco mi hanno coinvolta emotivamente nella loro storia. L’evoluzione delle vicende, mostrate ogni volta con la visione di entrambi, mi ha trasmesso ampiamente le emozioni dei due protagonisti, facendo si che gioissi con loro e che condividessi la loro tristezza e il loro dolore.

Josh Black, nello scrivere questo racconto, ha utilizzato un tono rude, diretto, crudo. Questo suo modo di descrivere il tutto fa capire la drammaticità delle situazioni che si presentano. È un romanzo pieno di sensualità quanto di brutalità. 
Dopotutto ricordiamoci che Dima è un escort, gli attimi feroci che vive con i suoi clienti non passano inosservati, come non lo sono i pensieri di Marco ogni qual volta assiste per poter fermare l’amplesso al momento dovuto.

Il rapporto instaurato tra di loro è complicato. Il cercare di compiacere l’altro senza gesti espliciti, per paura di essere respinti, cela in se l’insicurezza di entrambi.

È in tutta franchezza uno degli MM più belli che abbia mai letto. Non ha nulla di scontato o prevedibile e l' autore è riuscito a rendere tutto magnifico con un sottile alone di mistero.
Tuttavia non posso assegnare il massimo a questo romanzo, mi sarebbe piaciuto che alcuni tratti della storia fossero più approfonditi e devo dire che i vari errori grammaticali e di battitura mi hanno creato un profondo fastidio, “rovinando” una lettura che sarebbe potuta essere perfetta.

Qui di seguito, uno dei miei passi preferiti:

“- Nel pomeriggio, quando tutto tace e non senti niente altro che le urla del silenzio, sale dal mare quest’aria     calda... –   - Calda? –   - Molto calda. Cresce di velocità e ti lambisce come una carezza, a volte è violenta e non da nessuna tregua, è spietata e rovina tutto quello che incontra, non piace a molti e si rintanano tutti in casa. –   - Ma non tu... –   - Assolutamente, no. Io lo amavo. … - “




Nessun commento:

Posta un commento