giovedì 2 aprile 2020

Review Party: "Come non innamorarsi del capo" di Whitney G



Anche oggi iniziamo la giornata con un review party a cura di Ilenia: scopriamo insieme cosa ne pensa del nuovo libro di Whitney G., pubblicato settimana scorsa da Newton Compton Editori.


Titolo: Come non innamorarsi del capo

Serie: The Coffee #2

Autrice: Whitney G.

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Contemporary Romance

Prezzo: € 2.99

Data d'uscita: 28 Marzo 2020



Sinossi

Fare il dottore a New York non è semplice, soprattutto se, come me, gestisci una clinica privata piena di incompetenti con il vizio dell’assenteismo. Negli ultimi sei mesi ho dovuto eseguire fin troppe operazioni di routine: di norma non sarebbe un problema, se non fosse che io ho abbandonato da un pezzo la medicina generale, adesso dovrei essere un dannato terapeuta… Così, quando al mio team si è finalmente aggiunta una persona più capace, ero al settimo cielo. Questo finché non ho scoperto che il nostro nuovo dottore non era altri che la donna che mi ha dato buca due settimane fa. La stessa che mi ha piantato in asso dopo che avevamo deciso di spostare nella realtà le nostre bollenti chat online...




Recensione

Ilenia fai la brava. Limita le parole, la tua recensione non può essere lunga più del romanzo. Fai la brava.
Dopo un piccolo discorso di auto convincimento, eccomi qui a parlarvi del nuovo libro di Whitney G. Lei è un'autrice che si fa amare, con personaggi, dialoghi e intrecci sagaci, divertenti, profondi.
Quasi due anni fa, vi avevo parlato del primo volume di questa serie (Qui la recensione) concludendo la recensione con una pecca.
Una storia breve, troppo purtroppo! Avrei voluto leggerne di più, perché Whitney G ci ha regalato una storia ironica, sfrontata, spigliata. Una storia fresca come l'anguria quando fuori ci sono 45 gradi all'ombra. Una storia piccante come il peperoncino calabrese. Una storia divertente da divorare sotto l'ombrellone.
Ecco... lo so, essendo una serie è "normale" che siano più o meno della stessa lunghezza. Certo, anche il primo libro, con qualche pagina in più, sarebbe stato ancora più bello, ma nel caso di "Come non innamorarsi del capo" il numero delle pagine è molto limitante. 
Cerco di spiegarmi meglio, vi vedo un po' confusi.


Garrett, il protagonista maschile della nostra storia, è un medico, un terapeuta per la precisione, capo dello studio privato più rinomato dello stato, una delle dieci cliniche migliori al mondo. Non uno sprovveduto qualsiasi. La sua vita verte intorno al lavoro, relegando il sesso tra gli hobby. Certo, non ne fa quanto vorrebbe, ma gli impegni, le responsabilità e soprattutto, la mancanza di partner adeguate non glielo permettono.
Sogna una donna in particolare conosciuta tramite un sito di incontri: JerseyGirl7. Il nostro Garrett, sul sito D-Doctor, ha con questa donna una percentuale di compatibilità che chiunque sognerebbe. un 100% che spaventa entrambi, ecco spiegato perché continuano a scriversi, a essere amici e a non vedersi.
Immaginate quindi l'eccitazione quando finalmente fissano un appuntamento per cena: tra promesse focose e richieste di lasciare la biancheria intima nel cassetto, Garrett non vede l'ora di incontrare la sua JerseyGirl7. Peccato che lei, senza dargli la benché minima spiegazione, gli dia buca. Ferito nell'orgoglio, lui reagisce come chiunque di noi: blocca il numero, cancella il sito. Basta, tabula rasa.

Cosa serve quindi? un nuovo obiettivo. Chi meglio di quella specializzanda sexy come il peccato alla quale deve fare da maestro? Ma lei lo tiene lontano... perchè? Non è un segreto, visto che è stato già svelato nella trama.... Una cosa pessima, a mio avviso.
In una storia di cento pagine scarse, la trama non doveva svelare il particolare che JerseyGirl è in realtà la specializzanda. Vabbè.
Quindi che senso ha leggere il libro? Beh, fatta la premessa che ha delle grosse pecche, di cui vi parlerò tra poco, anche in cento pagine troverete la solita Whitney G.
E' una bomba di freschezza, di briosità. Garrett e Natalie insieme hanno una marcia in più: un uomo burbero contro una lingua tagliente come un rasoio, ci regalano momenti veramente leggeri.

Ma... con trenta pagine in più, il libro era veramente di un'altra categoria. Ci sono buchi narrativi che, al fine della storia, non dovevano esserci. Vengono omessi momenti, azioni, dei quali abbiamo solo qualche menzione spiccia: si ha, in un certo punto, l'impressione che siano stati cancellati dei capitoli.
E' un grosso peccato perché l'autrice ha buttato giù una storia pensata, con un grandissimo potenziale.

E, se mi conoscete, non faccio troppe polemiche su cover o prezzi... in questo caso sono onesta, quasi tre euro per un centinaio di pagine sono troppi. peccato.











Nessun commento:

Posta un commento