martedì 14 aprile 2020

Le Recensioni di LaManu: "Post Mortem" di Paolo la Paglia


Ritorniamo dal pranzo con una recensione... tutt'altro che leggera! LaManu ci parla dell'horror di Paolo La Paglia pubblicato da Nua Edizioni a marzo.


Titolo: Post Mortem

Autore: Paolo La Paglia

Editore: Nua Edizioni

Genere: Horror – Thriller

Prezzo: € 4.99


Sinossi

Golden Falls è una tranquilla cittadina nella contea di Snohomish, stato di Washington, dove tutti si conoscono e la vita scorre serena, fino a quando un’escalation di terribili eventi scatenerà l’orrore che sconvolgerà la serenità del posto.

Daryl Wilson, lo sceriffo incaricato delle indagini, si troverà a dover affrontare una verità incredibile e spaventosa. Per risalire alle radici del male dovrà scavare nei meandri della storia passata di Golden Falls e comprendere perché l’orrore abbia iniziato a riversarsi sulla cittadina seminando morte tra i suoi abitanti.

Quando la città si ritroverà isolata dal resto del mondo, immersa in una nebbia che sembra sorta magicamente per avvolgerla tra le sue spire, la situazione precipiterà fino all'incredibile epilogo.

Perché il male non muore mai.




Recensione

Una cittadina come tante Golden Falls, due ragazze come molte, una Banshee e uno sceriffo piuttosto comune. Tutto procede come ogni giorno fino a quando la sparizione di due ragazze - Zoe e Rachel - dà inizio ad una serie di eventi che cambieranno per sempre la tranquillità di Golden Falls.
Daryl Wilson è lo sceriffo incaricato a svolgere le indagini... indagini che cambieranno tutto.

Zoe, vittima di uno stupido gioco fatto da stupidi ragazzi annoiati, si ritrova a vagare per le strade buie della città. Non capisce è confusa, smarrita. E' morta.
Da qui iniziano a susseguirsi una serie di vicende che coinvolgeranno parecchie persone incredule su quello che realmente sta accadendo.

Rachel, la sopravvissuta, è rinchiusa nella clinica St.Elizabeth, luogo dove lavora la Dottoressa Julia Russel. Nessuno crede a ciò che ha visto, nessuno crede che lei non sia malata.
Tutto quello che accadrà a Golden Falls verrà comandato da Rebecca, una Banshee, cioè uno spirito femminile della tradizione irlandese; un fantasma, un essere che viene dall'oltretomba e che terrorizza le persone con delle urla agghiaccianti obbligandoli a compiere atti in sua vece, grida vendetta per la sua condizione e si impossessa di un corpo per ottenerla. E' questa la spiegazione che il Dott. Kaufmann, brillante antropologo, fornisce ai due intrepidi giornalisti, Malcom e Amina, che insieme alla Dottoressa Julia saranno coloro che ricorderanno.

Zoe Rimbauer è adesso, il corpo scelto da Rebecca. Zoe è arrabbiata e, convinta dall'aiuto della Banshee, comincia una sanguinosa vendetta che porterà alla desolazione, alla sparizione della cittadina stessa.

Nessuno può più entrare o uscire. Nessuno. Un intreccio di personaggi increduli, impauriti ma anche coraggiosi, che insieme cercheranno di salvare la loro città.

E' il primo libro di questo scrittore che leggo e penso che la sua sia proprio una vera passione per il genere.
Questa storia mi ha preso sin dall'inizio perchè scorre incuriosendo il lettore tanto da non riuscire a fermarsi ma non tanto per la storia in sé (anche se è pazzesca)... proprio per il modo preciso  in cui descrive le situazioni, le sensazioni e i sentimenti! Zombie, cervelli mangiati come se non ci fosse un domani, terrore e soprattutto vendetta.
Quanti di noi, a volte, pensiamo di volerci vendicare di una persona, di una situazione. Beh! Io ho immaginato tutto questo come se fosse la realtà, credo che una cosa del genere porterebbe un cambiamento incredibile al nostro modo di pensare e, lasciatemelo dire, chissà... forse un giorno sarà proprio così.

Mi sono piaciuti quasi tutti i personaggi della storia perchè ognuno di loro ha reagito come probabilmente avrei fatto io, più o meno.
Zoe Rimbauer è una ragazzina ferita, ancora troppo poco matura per capire davvero ciò che ha scatenato.
Quello che hanno vissuto Rachel e la sua amica non permetterà a nessuna delle due di essere quella di prima.

Lo sceriffo Wilson è un uomo forte e intelligente che tiene alla sua cittadina e a coloro che ci vivono cercando in ogni modo di salvarli, uscendo persino dai suoi schemi mentali, convincendosi che quello che i suoi occhi vedono sia la realtà.
La Dottoressa Julia Russel è dedita al suo lavoro, è precisa e professionale ma questa storia le farà capire che oltre al lavoro dovrà dedicarsi anche al suo cuore e alla sua anima.
Persino i giornalisti Malcom e Amina mi hanno sorpresa. Di solito questa “categoria” segue solo i propri avidi scopi senza guardare in faccia a nessuno ma, in questo caso, un sentimento raro e prezioso ha prevalso: l'amicizia.
Ci sono cose che per molti possono sembrare assurde ed impossibli ma, per coloro che hanno vissuto esperienze straordinarie, tutto ciò non è affatto sconosciuto anzi... è solo un tassello in più a quella che è chiamata conoscenza.

Io consiglio veramente di leggere questo libro perchè, così come è successo a me, farà nascere in voi domande, curiosità e voglia di scoprire cosa davvero può esistere al di là del nostro naso.
Una Banshee potrebbe venirvi a trovare... almeno siete preparati!

Nessun commento:

Posta un commento