lunedì 9 marzo 2020

Le recensioni di Yaya: Alta frequenza di Marisandra De Placido


Online dal mese scorso con Dri Editore, la nostra Yaya ha avuto bisogno di una sua "autrice coccola" e Marisandra De Placido lo è. Ecco la sua recensione per Alta Frequenza.

Titolo: Alta Frequenza

Autore: Marisandra De Placido

Edizione: DriEditore

Prezzo: € 2.99

Genere: BrandNewRomance

Data di pubblicazione: 10 febbraio 2020


Sinossi

Cosa faresti se, all’improvviso, trovassi ovunque regali bizzarri, strani segnali e messaggi anonimi?
Andrea Palmieri, famoso speaker radiofonico sulla cresta dell'onda trascorre una vita tranquilla, fino a quando qualcosa (o forse qualcuno) manda in frantumi la sua routine.
Cosa si nasconde dietro quello che sembra un ambiguo corteggiamento?
La verità è celata sotto i suoi occhi, più vicina di quanto possa immaginare.
E poi c’è lei: una ragazza misteriosa che farà di tutto per attirare la sua attenzione...
Un romanzo in cui la musica fa da sfondo a un leggero velo di mistero, dove la realtà viaggia sulle "alte frequenze" dell'amore.

«Sei splendida anche in pigiama, lo sai?» chiede.
«Non puoi pensarlo sul serio.» rispondo imbarazzata.
«Invece sì, riusciresti a rendere sexy anche una busta per la spesa» ribatte in un sussurro roco. Si sdraia su di me e mi avvolge con le braccia, costringendomi a guardarlo negli occhi.




Recensione

“L’essenziale è invisibile agli occhi. È davvero così. Siamo abituati a guardare con superficialità e, accecati, spesso siamo incapaci di vedere la vera essenza di ciò che ci circonda.”

Ci sono momenti in cui ti rendi conto di aver bisogno di staccare la spina, di chiuderti in un mondo tutto tuo dove niente può toccarti, dove anche il dolore può essere messo anche solo per qualche minuto in stand-by, così tra un’ infinità di libri ancora da leggere vai alla ricerca di qualcosa che possa aiutarti a trascorrere un paio di ore in completa sintonia e armonia con te stessa e il mondo circostante, perché è l’unica cosa che riesci a fare è sorridere, ridere, come non riesci più a fare.
Beh, questo libro, Alta frequenza, ne è un esempio.
L’autrice è riuscita a trattare un argomento molto difficile in modo leggero e frizzante, dando così una veste divertente a qualcosa che fa paura, perché tante sono le donne che lo vivono sulla propria pelle e come sappiamo non sempre finiscono bene queste situazioni. Ovviamente, però, nei libri tutto è possibile. Nei libri tutto ciò che è brutto e fa paura, può trasformarsi in qualcosa di bellissimo.

Andiamo per ordine.
Andrea Palmieri, il nostro protagonista, è un giovane uomo, bello, intelligente e simpatico che lavora come speaker radiofonico presso l’emittente Alta Frequenza; è un bravo ragazzo, con alle spalle un passato che lo ha fatto soffrire: abbandonato dal padre, è costretto a superare la morte della madre a cui era legatissimo. Il dolore è qualcosa che ti cambia dentro ma, nonostante la sofferenza, Andrea riesce ad essere solare, appassionato nel suo lavoro, con una voce profonda, calda, ed è attraverso questa che riesce a conquistare i cuori di tutti coloro che lo seguono durante le dirette, tra questi troviamo anche quello di Giulia.

Giulia, la nostra dolcissima protagonista, che è innamorata di lui da ben due anni, essendo una ragazza timidissima l’unica cosa che riesce a fare è osservarlo da lontano tra gli scaffali del supermercato dove lavora, senza riuscire mai a trovare  il coraggio di dichiararsi. Assisterete ai suoi tentennamenti con il sorriso sulle labbra perché alla fine credo che ognuna di noi abbia vissuto un’esperienza del genere nella vita vera, e quindi sono sicura che nel corso della lettura riuscirete a mettervi nei suoi panni, a sentire sulla vostra pelle le emozioni che Andrea riuscirà a suscitarle, e avrete la stessa voglia di conoscerlo e viverlo. Ma Giulia sarà in grado di presentarsi al nostro speaker?

L’amore fa paura, ma bisogna avere il coraggio di fare un salto nel vuoto con le braccia aperte e le ali spiegate, perché anche se non sempre si ha il lieto fine sperato, è un emozione per la quale vale la pena rischiare.

La nostra protagonista troverà un modo davvero bizzarro per esternare i propri sentimenti. Ah, ma io non vi dico nulla, sono muta come un pesce. Vi chiedo solo una cosa: siete pronte a immergervi in questa storia?

«Perché stavi andando da quella ragazza? Me ne sono accorto, appena l’hai vista hai cambiato espressione. L’hai mangiata con gli occhi!» domanda sgomento.
«Volevo parlarle. Sai, è la nipote della signora che abita al terzo piano del mio palazzo, l’ho vista ieri sera. Ha un caratteraccio, è impossibile intrattenere una conversazione con lei! Ma io voglio conoscerla, mi attira come una calamita. Hai visto quanto è bella?»
Il mio amico osserva le casse, attraverso le ante scorrevoli trasparenti, dov’è puntato il mio sguardo. Poi si gira nuovamente verso di me. È bianco come un lenzuolo.
Mi agito anch’io senza saperne il motivo e mi affretto ad afferrarlo per le spalle. Sembra stare davvero male.
«Danny, che hai?» gli stringo le spalle guardando il suo viso pallido. Non so cosa stia succedendo, mi sembra di essere il protagonista di una candid camera. Riprende colore a poco a poco e finalmente si decide a parlare.
«Andrew, devo dirti una cosa» sussurra scostandosi appena...

Sono sicura che come me, sognerete con questi due giovani protagonisti, e sono sicura inoltre che Andrea e Giulia vi faranno battere il cuore e vi conquisteranno in pochissimo tempo perché sono due personaggi reali, veri, profondi, con i loro vissuti, con i loro sentimenti e i loro errori.
Un altro personaggio importante, secondo me, in questa storia, oltre ai nostri due protagonisti è sicuramente Danny, amico di Andrea e scoprirete tra le pagine del libro qualcuno di molto vicino a Giulia, che avrà un ruolo fondamentale per lo sviluppo della storia. Anche lui vi conquisterà così come è successo a me.
Quindi ora non posso non rivolgermi a Marisandra De Placido e dirle che voglio un libro su di lui.

Solo due anime che si sono cercate senza sosta possono condividere un momento come questo e non importa ciò che sarà da domani in poi. Importa solo la frequenza dei nostri cuori che, in questo preciso istante, battono all’unisono.


Buona lettura mie care disaster.


Nessun commento:

Posta un commento