lunedì 16 marzo 2020

Le Recensioni di Viola: "Codice Newton" di Alfonso Stile


La nostra Viola ama sperimentare e cambiare genere di lettura. Questa volta il suo interesse è caduto su di un thriller a sfondo religioso dal titolo "Codice Newton" di Alfonso Stile, edito Bertoni Editori. Ecco la sua recensione.

Titolo: Codice Newton

Autore: Alfonso Stile

Editore: Bertoni Editore

Genere: Giallo/Thriller

Data uscita: 8 Febbraio 2019


Sinossi

Michele Cataldis, fisico di fama internazionale, viene trovato morto
nel suo studio del complesso universitario di Monte Sant'Angelo da
Giosuè Fermi, il suo assistente. Prima di morire, il professore ha trascritto alcuni misteriosi appunti su un foglio.
John Braggart, l'assassino di Cataldis al soldo della setta rabbinica Bar Sherira, sta cercando il secretum, uno scritto in grado di rivelare un importante segreto contenuto nella Torah, che la setta crede in possesso del professore, sulla scorta di una profezia di Newton. Per decifrare il secretum, Giosuè si mette sulle tracce di frate Benedetto, suo ex amico di liceo, recandosi prima a Roma e poi a Gerusalemme. John Braggart e la studentessa americana Liz Jones lo seguono nella Città Santa. Tra enigmi e colpi di scena, la caccia al più grande mistero della Bibbia è soltanto all'inizio. Riuscirà Giosuè a decifrare il secretum?




Recensione

Un professore, un assassino, un assistente e il Secretum, uno scritto contenente uno dei segreti della Torah. Questo è la base di questo thriller scritto da Alfonso Stile.

John Braggart, l’assassino a piede libero, uccide il professor Cataldis appena capisce di non riuscire a strappargli le informazioni necessarie per trovare il suo “tesoro”. Giosuè Fermi, il collaboratore del professore, trova il cadavere e un biglietto che il defunto era riuscito a scrivere: quegli strani simboli sono indizi che solo Giosuè può capire. Questi simboli lo porteranno a conoscere la figlia del professore, e a saperne molto di più sulla religione ebraica.

Accompagnato da frate Benedetto, un ex compagno di classe, Giosuè inizierà la sua avventura alla volta di Roma e di Gerusalemme, alla ricerca del Secretum prima che possa arrivarci Braggart.

Raccontare questo libro non è facile, perché nei thriller (soprattutto così corposi) basta una parola per portare sulla cattiva strada il lettore, per rovinare la sorpresa.

Non è stata una lettura veloce, proprio per la mole di pagine, ma la scrittura semplice e piuttosto fluida dell’autore mi ha aiutato. In alcuni punti, lo scrittore si è dilungato in descrizioni ma credo sia necessario quando si sviluppa una trama con tanti, tantissimi tasselli da sistemare, da collocare nel posto giusto per poter arrivare alla soluzione finale.

Gli amanti del genere thriller si ritrovano tra le mani una storia che spazia anche nell’avventura. Ecco, se avete letto Dan Brown, questo libro vi lascerà la sensazione di deja-vù.
Non vi resta che dare una chance ad Alfonso Stile e diventare compagni di viaggio del caro Giosuè!

1 commento:

  1. Dal titolo mi aspettavo molta più fisica nella trama :) Però non sembra male!

    RispondiElimina