giovedì 5 marzo 2020

Le anteprime di Stefania: La Figlia del Diavolo di Katee Robert


La figlia del Diavolo di Katee Robert edito Hope Edizioni.
Sapete da quanto aspettava Stefania questo thriller? Da tantissimo! Ecco la sua recensione in anteprma per il primo volume della Hidden Sins series.

Titolo: La Figlia del Diavolo

Autore: Katee Robert

Serie: Hidden Sins #1

Editore: Hope Edizioni

Data di pubblicazione: 5 marzo 2020


Sinossi

Crescere in una piccola città non è facile, specialmente se sei la figlia della leader della setta locale. Dieci anni fa, Eden Collins ha lasciato Clear Springs, nel Montana, e non ha mai avuto ripensamenti. Ma quando vengono alla luce i cadaveri di giovani donne assassinate, i cui corpi sono stati violati e marchiati con i tatuaggi che contraddistinguono i seguaci di sua madre, Eden, che ora è diventata un’agente dell’FBI, non può fare finta di niente.
Allo sceriffo Zach Owens non piace l’idea di mettere Eden in pericolo, nonostante sia una agente addestrata. E sicuramente non si aspettava di essere così attratto da lei. Per quanto sembri calma e rilassata, lui sa che lei non è felice di quel ritorno a casa. Zach la vuole proteggere: dalla madre, dalla setta e dal male che si nasconde dietro i cancelli chiusi di Elysia. Ma Eden è l’unica chiave per quel gruppo così riservato, e potrebbe essere più vicina all’assassino di quanto si possa sospettare…

Recensione

Mi è bastato leggere il titolo e guardare la cover così misteriosa e oscura mesi fa per andare fuori di testa - ancora più del solito. Desiderato follemente, l'ho divorato come un'assetata nel deserto; la mia mente ha lavorato incessantemente per risolvere l'intrigo e, vantandomene tranquillamente, posso dire di aver registrato e compreso i segnali giusto. O per lo meno, la metà di essi, perchè scoprire di aver tralasciato un tassello fondamentale in questo thriller mi ha lasciata a bocca aperta. Merito della trama elaborata e dell'autrice che, quatta quatta, ha tirato fuori il carico da novanta dal nulla accompagnandolo ad una forte adrenalina che nei thriller è una presenza fondamentale per la sua riuscita.

Ma, chi è La figlia del Diavolo?
Questa è una domanda che mi sono posta spessissimo perchè, ve lo confesso, non ho letto la trama nè in lingua originale per darmi un'idea e nemmeno quando è stata rivelata dalla CE. A dirla tutta, neanche adesso, a recensione iniziata, l'ho letta. Ho affrontato questo thriller completamente avvolta dal mistero. Caso disperato al cento percento, ma ho fatto stra bene perchè non ho subito le ansie da aspettative da trama ma solo quelle da "finalmente posso leggerlo e chissà cosa troverò".
Senza se e senza ma, posso anche dire con sicurezza che, La figlia del Diavolo, è un thriller leggibile anche per chi non è avvezzo al genere, data la forte influenza romance che si impone nella trama, anche se è vero, a partire dal prologo e per qualche altra scena che potrebbe urtare la sensibilità, c'è un lato abbastanza crudo da non sottovalutare.

Eden Collins ha lasciato il suo paese appena ha compiuto diciotto anni. La sua è stata una scelta voluta e desiderata con tutta se stessa. Oggi, dieci anni dopo, è un'agente dell'FBI preparata, matura ma il passato non si dimentica e certe azioni le ricordano ancora chi è e da dove proviene.
Ed è proprio il 'da dove proviene' a metterla in condizione di dover tornare di corsa sui luoghi che tanto l'hanno fatta star male. E a guardar bene, Eden, scappa solo da una persona: sua madre.
Possiamo considerare Eden la figlia del Diavolo ma, credetemi, è più complesso di così.

A Clear Springs, nel Montana, è stato ritrovato il corpo di una giovane ragazza mentre un'altra risulta scomparsa. La prima porta sul corpo segni che anche Eden ha e sono proprio questi segni il campanello d'allarme. Qualcuno la sta chiamando a se e non si fa troppi scrupoli nel farlo.
Chi? Eden pensa, di nuovo, solo ad una persona, sua madre: Martha Collins, la leader degli Elysiani, setta che dall'alto della collina, e protetta dai cancelli chiusi, controlla e spaventa la cittadina.

"Sono Eden Collins e voi avete problemi più grandi di quanto possiate immaginare."

Nonostante lo sceriffo Zach Owens abbia la situazione sotto controllo, sa che avere Eden dalla sua parte è una chance in più per arrivare al nodo, forse l'unica chiave. Ma scoprirete anche che tornare all'inferno per la donna non sarà cosa semplice e la pesantezza della situazioni avrà forti ripercussioni sulla sua psiche già compromessa.
Nel frattempo, e da subito, da parte di Zach scatta un forte bisogno di proteggere Eden, si preoccupa per lei e, nonostante abbia anche lui un passato pesante sulle spalle, tutta la sua attenzione è per lei e la sua incolumità.

Da Clear Springs escono fuori verità scomode, di Elysia scoprirete ogni angolo nascosto, ogni punto forte e debole, e tutto ciò che non può essere detto ad alta voce, e la paranoia diventerà vostra amica.
Vi sentirete osservati, minacciati e ogni passo falso potrebbe essere pericolo anche per voi stessi che, inciampando, vi troverete nella tana del Diavolo senza neanche capire come ci siete finiti.
Con un prologo ad effetto, una trama che si svolge in un crescendo di eccitazione mista a calma apparente, il finale vi piacerà ancora di più.

Disastri, cercate Il Soggetto Ignoto con attenzione, non lasciatevi sopraffare dalle emozioni e dagli indizi sparsi qua e là spesso e volentieri molto fuorvianti. Confido nella vostra buona mira!
Aspetto i prossimi volumi della serie, con altri protagonisti, altre storie e delitti diversi.
Buona lettura.



Nessun commento:

Posta un commento