lunedì 2 marzo 2020

Le anteprime di Stefania: Il miliardario e la ragazza sveglia di Annika Martin


Recensione in anteprima. Stefania ci parla di "Il miliardario e la ragazza sveglia" di Annika Martin, edito Triskell Edizioni. Pronte a svegliarvi prima dell'alba con Lizzie per prendere a parole Theo?!

Titolo: Il miliardario e la ragazza sveglia

Autrice: Annika Martin

Editore: Triskell Edizioni

Genere: Contemporaneo

Data di pubblicazione: 2 marzo 2020


Sinossi

Quando mi viene assegnato il compito di trovare un servizio sveglia per il nostro CEO, penso: be’,
sarà tanto difficile?
Risposta: praticamente impossibile!
A quanto pare, nessuna compagnia al mondo che fornisca un servizio sveglia lo vuole come cliente.
Ne hanno tutti fin sopra i capelli di lui.
Ma non voglio perdere il lavoro, quindi inizio io stessa a chiamarlo – ogni santissimo giorno, alle
4:30.
Oh. Mio. Dio.
Sì, avete letto bene: alle quattro e mezza di ogni stramaledetta mattina.
Confesso: Non è che a quell’ora io sia proprio la più docile delle telefoniste. Ciao proprio! Ma chi
mai può essere di buonumore alzandosi prima delle galline?
Fortunatamente lui non sembra prendersela troppo per il modo in cui gli dico di portare il culo giù
dal letto.
Solo che… più passano i giorni, più diventiamo intimi, e le chiamate si fanno… bollenti.
Tra le rispettive coperte, col chiaro di luna che penetra dalle finestre, ci confessiamo i nostri più
peccaminosi segreti.
Però c’è una cosa che lui non dovrà mai scoprire, ed è l’identità della sexy centralinista che lo sveglia
ogni mattina. Cosa direbbe se sapesse che è la sua dimessa assistente?
Ma quanto a lungo riuscirò a tenerglielo nascosto?




Recensione

Perché mi ha tanto attirato questo romanzo? La trama.
Parla di una dipendente - in incognita - che chiama il capo ogni santissima mattina ancora prima dell'alba per svegliarlo. Le sveglie classiche con lui non funzionano, eh no, lui vuole il servizio sveglia, e se non è come lo vuole è anche capace di recedere il contratto. E di contratti ne ha chiusi così tanti che ormai nessuno vuole più prendersi tale impegno. Ecco perchè una sua sottoposta decide di prendersi tale compito rinunciando al suo preziosissimo sonno.

Ecco, questo particolare mi ha ricordato quando anni fa toccava a me chiamare, o meglio svegliare, il capo. Il mio era un orario accettabile, non mi sono mai alzata all'alba, ma in ufficio dovevo arrivare sempre per prima e aspettare di sentire dall'altro lato della cornetta l'attesissimo Pronto per poter elencare gli impegni giornalieri e poi iniziare veramente a lavorare.
Potevo quindi non leggere Il miliardario e la ragazza sveglia?

Elizabeth Cooper lavora per la Vossameer Inc. da tre settimane come social media manager. Il suo compito consiste nel rendere più accattivante l'azienda in rete e sui social in vista di un accordo importantissimo con la Locke Foundation. In tre settimane mai ha avuto l'onore di incontrare il suo datore di lavoro, il temutissimo Theo Drummond, considerato nell'ambiente e dai dipendenti uno stronzo che con la sua competenza ha salvato e salva tante vite.
Il primo grande faccia a faccia avviene nel riserbo degli uffici del CEO e la lingua lunga di Lizzie le fa subito ottenere un'occhiata severa.

Occhi grigi meravigliosi, nascosti da un paio d'occhiali, lanciano saette verso la donna e nel mentre cercano di risolvere l'enorme dilemma: licenziarla o baciarla?
La signorina Cooper è un punto di domanda difficile da comprendere e per Theo questo è un grande problema.
Tutti sanno della sua mania per la perfezione, per la razionalità, per il controllo rigoroso in ogni ambito e non saper decifrare la donna non è ammissibile. Come non lo è pensare costantemente a lei anche quando non dovrebbe. Come non lo è considerare quel neo sul volto perfetto invece di valutarlo difettoso come ha sempre fatto.

Ma torniamo alla questione importante: la sveglia!
Ha bisogno di un nuovo servizio sveglia, uno puntuale che sia attento e preciso nello svolgere il lavoro. Peccato che trovarne uno sia come cercare un ago in un pagliaio. Impossibile.
Lizzie ci prova ma, pur di non perdere il lavoro per una richiesta così stramba, si prende la briga di svegliarsi in piena notte, ogni notte, per chiamare il capo alle 4.30. Peccato che a quell'ora la sua gentilezza sia ancora a letto e la telefonata risulta fin troppo sincera e ricca di insulti per niente velati.
La cosa più sconcertante? Il signor Drummond considera interessante il breve scambio di parole e non taglia la testa a nessuno.

"«Che strano. Al lavoro non posso nemmeno guardarlo, o Sasha potrebbe pensare che stia flirtando con lui, ma posso chiamarlo nel pieno della notte e dirgli esattamente cosa penso di lui.» Mia prende il suo bicchiere di vino. «Il miglior lavoro di sempre.»"

Ecco, quindi, che di giorno Lizzie si comporta da brava dipendente rispettosa delle regole - sudando freddo ad ogni sguardo strano - e di notte... di notte si sbizzarrisce nel trovare nuovi insulti.
Non ha messo in conto, però, Theo e, notte dopo notte, le telefonate si fanno interessanti, incandescenti tanto che riuscire a rimanere in incognita è veramente un'impresa.

Come andrà a finire? Lascio a voi l'onore di scoprirlo!
Dopo aver letto Il miliardario più ambito, non potevo perdere anche questa lettura e ho fatto bene!
Annika Martin è spumeggiante, leggera ma incisiva e sa tenere alta l'attenzione del lettore che si ritrova coinvolto nelle vicende narrate.
Sembra di avere davanti una lettura frivola ma non è così, posso garantirvelo. E' sopra le righe e forse anche surreale ma se cercate una lettura ironica, sensuale e con una dose considerevole di dramma e imprevedibilità, ecco che Il miliardario e la ragazza sveglia fa per voi.

Scoprirete due personalità forti che nascondono debolezze importanti.
Theo, il formidabile Theo, che ha lanciato sul mercato un prodotto salvavita ma non vuole su di se troppa attenzione. L'uomo che nei suoi uffici vieta socializzazione e leggerezze - tra cui gli amati pop corn di Lizzie. L'uomo che ha tanto da dire ma non sa come, e con chi confidarsi. L'uomo che come ogni uomo appena trova la donna giusta si trasforma nell'esatto contrario della persona che è sempre stata e mette in atto una corte spietata verso l'oggetto dei desideri. L'uomo che come ogni uomo commette errori e leggerezze pur di aiutare. L'uomo che se vi lascia uno spiraglio di porta aperta vi mostrerà tutto se stesso.

Lizzie è aria fresca, divertente e solare ma il suo sguardo è velato dal dolore per qualcosa di troppo grande da sopportare. Pasticcera provetta, ama i biscotti, le caramelle gommose e i pop corn - quelli che vorrebbe preparare in ufficio per fare un dispetto al capo - e ha al suo fianco un'amica preziosa sempre pronta ad aiutarla e supportarla. Lizzie è una donna orgogliosa, vuole farcela con il solo aiuto di se stessa e come ogni donna commette errori di valutazione che rischiano di compromettere ciò che si è ottenuto con duro lavoro. Ma è anche una donna dai sani principi, una donna che si prende le sue responsabilità sempre e comunque.

In questo romanzo l'erotismo la fa quasi da padrone, quasi, perchè non è l'elemento focale su cui soffermarsi. Ci sono tanti argomenti più in vista, quali ad esempio il rapporto lavorativo non sempre idilliaco e ricco di rivalità negativa. Questo particolare tema è stato trattato in modo da rispecchiare la realtà nel modo più preciso possibile. Più dell'erotismo è il romanticismo a dettar regole e la dolcezza di Theo vi renderà un brodo di giuggiole.
Se proprio devo trovare un difetto, dico proprio l'erotismo che in un determinato momento mi è sembrato troppo costruito e meccanico. Ovviamente è la mia impressione e aspetto il vostro parere in merito.

Vi consiglio questa lettura, disastri, perchè insultare il capo è sempre il sogno di tutti e indirettamente, attraverso Lizzie, potrete sfogarvi! Se poi il capo è anche l'oggetto dei vostri sogni, ancora di più!


Nessun commento:

Posta un commento