venerdì 21 febbraio 2020

Le recensioni di Viola: Dimmi ancora buonanotte di Autumn Saper


Eccoci al terzo, e non è detto ultimo capito della serie Wild fire. Dopo aver conosciuto le coppie di Bambina e Pompiere sexy, dopo Orsacchiotto e Regina, oggi Viola ci presenta la storia di Hayden “Angel” Fitzpatrick e Noah “straniero” Murray.
Ecco la sua recensione per Dimmi ancora buonanotte di Autumn Saper, titolo edito Triskell Edizioni.

Titolo: Dimmi ancora buonanotte

Serie: Wildfire #3

Autrice: Autumn Saper

Editore: Triskell Edizioni

Genere: Contemporaneo

Data di uscita: 23 Gennaio 2020


Sinossi

Noah Murray si è trasferito a Baltimora da San Francisco per fuggire da una situazione spiacevole che lo ha profondamente segnato. Complice la morte del suo partner e migliore amico Milo Hernandez, Noah vola dall’altra parte dell’America per iniziare da capo.
È solo agli inizi di questa nuova avventura quando le strade lo portano a incrociare il cammino di Hayden Fitzpatrick, paramedico dei vigli del fuoco e uno dei migliori amici del suo nuovo partner, Ezram Kelland.
L’attrazione tra loro è immediata, ma riusciranno ad andare oltre quello che sembra solo sesso?
Quando la vita di Noah prendere una piega inaspettata e si vede costretto a tornare nel luogo in cui è nato, riuscirà la vicinanza di Hayden a fare la differenza?

Recensione

Hayden lo abbiamo conosciuto parzialmente nei precedenti volumi; è un paramedico che lavora nella caserma dei pompieri più sexy di Baltimora. Capelli ricci e biondi, occhi castani e un viso d’angelo col quale si è guadagnato il soprannome.

Noah Murray ha capelli corti e rossi, occhi blu, qualche lentiggine sul volto e arriva dritto dritto a Baltimora da San Francisco; di punto in bianco ha mollato tutto ciò che lo lega a quella città per trasferirsi quanto più lontano possibile. Murray è in una fase della vita in cui è nervoso, arrabbiato, deluso al tempo stesso, e per cercar di distrarsi dai propri pensieri, visto che ha anche qualche giorno prima di iniziare al nuovo distretto, decide di andare in un locale gayfriendly e sperare di trovar compagnia.

Diciamo che non ha cominciato un gran che bene la serata ma il finale è decisamente migliorato grazie al bell'angelo biondo.
Nessuno scambio di numeri di telefono, solo un nome come indizio, e provare a ricercare per i locali quell’angelo per replicare la serata sembra essere tempo perso, finché il nostro poliziotto senza peli sulla lingua non se lo ritrova davanti al lavoro. Se ci aggiungete che Hayden è anche amico di Ezram le possibilità di incontrarsi si moltiplicano e portano i due a decidere di vedere come si evolvono le cose partendo dalla reciproca attrazione.

Murray farà fatica ad aprirsi perché ciò che gli è successo non è facile da affrontare, ha bisogno di restare da solo coi suoi pensieri per capire come affrontare il tutto. Ma come in ogni cosa arriva quella chiamata che ti stravolge ancora di più e che mette in secondo piano ogni qualsiasi controversia.
Hayden è presente, cerca di aiutarlo standogli accanto e in contemporanea cercando di mantenere un comportamento neutro dato il “territorio ostile” a San Francisco ancor prima di sapere cosa e chi ha fatto decidere il trasferimento.

Come nei precedenti volumi, il libro inizia con uno scambio di sms, anche qui la Regina Chester lascia il segno e con questo capitolo si incastrano alcune delle scene lette nei primi due. Tra i protagonisti, Noah ha uno spessore di maggior rilievo rispetto al paramedico, ma Hayden rispecchia il personaggio imparato a conoscere in precedenza. È un ottimo ascoltatore, è sempre pronto a dare una mano e gli piace divertirsi ma da quando ha incontrato il nuovo poliziotto ha perso interesse da quel tipo di divertimento. Nel proseguire della storia noi lettori notiamo il cambiamento del loro rapporto, Nato per vedere dove li portava son finiti, pagina dopo pagina, col trovare assolutamente naturale condividere spazi e passare il maggior tempo possibile insieme comportandosi da coppia senza neanche che se ne accorgessero. Si parla di amicizia, di legami famigliari, della non accettazione da parte di chi ti conosce da sempre e di fare il primo passo. Non mancheranno le risate e i momenti bui con questi due personaggi e chissà che l’autrice non ci stupisca con una nuova storia.



Nessun commento:

Posta un commento