lunedì 27 gennaio 2020

Review party: Il matrimonio dei segreti di Samantha Downing


Review party da brividi per Stefania che ha letto "Il matrimonio dei segreti" di Samantha Downing, in uscita oggi con Newton Compton Editori.

Titolo: Il matrimonio dei segreti

Autore: Samantha Downing

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Thriller

In uscita il: 27/01/2020
Prezzo: € 2,99


Sinossi

La nostra è una storia d’a­more piuttosto ordinaria. Ho conosciuto una bellis­sima donna, mi sono inna­morato perdutamente di lei. Abbiamo avuto due figli.
E, come molte coppie, abbiamo fini­to per trasferirci in una bella villetta in un quartiere residenziale.
La vita ci ha regalato l’opportuni­tà di avere qualcuno con cui con­dividere ogni cosa. E così, quando ci siamo annoiati della monotonia quotidiana, abbiamo potuto contare l’uno sull’altra.
Da fuori sembriamo una coppia normale. Potremmo essere i tuoi vicini; i genitori degli amici dei tuoi figli; i conoscenti con cui fai quattro chiacchiere al supermercato o gli amici degli amici con cui ogni tanto vai a cena.
Ma tutti i matrimoni nascondono un segreto che li mantiene vivi. Un trucco grazie al quale l’unione tra due persone rimane salda e arden­te come il primo giorno.
Il nostro segreto è che ci piace uc­cidere.

Recensione

La prima domanda che mi sono posta, dopo aver chiuso questo thriller, è stata: conosco veramente le persone che mi circondano?
E ancora: Cosa lascio intravedere di me agli altri?
Ci avevo già pensato e ci penso ogni singolo giorno, ovvio, ma questa coppia mi ha fatto aprire ulteriormente gli occhi. Probabilmente nemmeno ora sarò in grado di decifrare ogni singola espressione o azione, sia chiaro, ma con IL MATRIMONIO DEI SEGRETI ho capito ancora di più che l'apparenza inganna. E anche tanto.

Famiglia ordinaria. Marito e moglie, due figli adolescenti.
Lavoro ordinario. Lui insegnante di tennis, lei agente immobiliare.
Interessi ordinari. Hobby ordinari.
Complicità ordinaria.
Ecco come hanno fatto a passare inosservati i coniugi.

Neanche chiusa la porta di casa si può intuire qualcosa di anomalo. Durante le cene e le serate con i figli, Millicent e suo marito, sono due persone tranquille ed equilibrate con regole fisse da parte della madre, a volte troppo rigide per i miei gusti. Routine giornaliera super organizzata per tutti, menù settimanale restrittivo che non consente il consumo di alimenti "non genuini" - e già qui avrei dovuto capire che qualcosa non quadrava. Mai fidarsi delle persone che preferiscono le verdure ai dolci!!

E' quando si chiude la porta della camera da letto che tutto diventa chiaro. I coniugi, i genitori, i vicini, gli amici che tutti rispettano, in realtà non sono chi dicono di essere. Certo, tutti hanno dei segreti bene o male, ma non tutti hanno dei segreti inconfessabili che includono l'uccidere qualcuno. E trarne godimento.

Non sono sempre stati questo tipo di persone. Quando si sono conosciuti, erano due persone normali che in modo accidentale si sono incontrate e innamorate; con il tempo hanno stabilito un buon clima intimo attento ai dettagli, hanno formato una famiglia e si dividono tra casa e lavoro. Lavoro che non consente troppi lussi o sfizi.
Poi la svolta. Per qualcosa che io stessa definisco insignificante. Qualcosa a cui non avrei dato peso e che invece segna l'inizio.

Tutto quello che ho definito normale, non lo è più.
Tutto ciò che ho letto di loro è una menzogna che mi ha tenuta incollata alle pagine.
La loro complicità mi ha scioccata. Vederli così in sintonia, così sulla stessa lunghezza d'onda con un solo sguardo, per qualcosa di ignobile, è impressionante.
E di nuovo, non sempre quello che vediamo è la verità assoluta.

In ogni rapporto c'è sempre un'ombra, un qualcosa di taciuto. Se io penso al non elencare perfettamente le azioni quotidiane per una semplice questione di noia, ritenendolo non così importante nel rapporto, ecco che Millicent e il marito rivoluzionano anche questo, e il segreto mantenuto diventa una presenza ingombrante e pericolosa che non consente errori e passi falsi.

Il matrimonio dei segreti per essere la prima opera di Samantha Downing è un prodotto che definirei riuscito. Poche sbavature e fatti poco credibili, tanta tensione palpabile e colpi di scena incastrati magnificamente.
Andiamo a sviscerare le due persone principalmente prese singolarmente, anche se una attraverso gli occhi dell'altro, ma anche come coppia in ogni sua forma e rapporto interpersonale. Ci viene negata la parte più violenta - particolare che da un lato avrei voluto leggere - in favore della introspezione e della descrizione degli eventi, che si sono cruenti ma non troppo.
Il marito di Millicent è il narratore di questo thriller. E' lui che ci presenta i fatti, lui che ci fa fare dei salti temporali avanti e indietro nel tempo per comprendere meglio il loro trascorso. Lui che ci mette davanti alla realtà familiare con i classici problemi genitori-figli e in particolare con la loro quotidianità non proprio idilliaca che sfocia in atteggiamenti non consoni. Lui che ci parla del rapporto con la moglie, di come si sente nei suoi confronti, e di come cerca di compiacerla sempre e comunque. Tutto sappiamo di questo uomo, tutto tranne il nome che per tutto il libro ci viene celato in favore di altro.
Non è un uomo debole, attenzione, è tutto tranne che succube. E' un mostro anche lui. Però a differenza della moglie, che risulta sempre fredda, distaccata e inquadrata, lui è l'elemento debole, insicuro, quello che si lascia coinvolgere, che scivola nel contraddittorio, e prova quasi rimorso. O è quello che vuol far credere perché in questo thriller tutto sembra e niente è veramente come ci viene presentato. Solo una cosa è sicura: l'orrore che seminano fuori e dentro casa non sarà semplice da fermare.

In un crescendo di aspettative, suspense che vi terrà gli occhi inchiodati alle pagine e manipolazione mentale, preparatevi a vedere le vostre certezze smontate una per una in una storia che ha dell'incredibile.
Lascio a voi scoprire cosa si nasconde dietro la copertina di questo thriller.









Nessun commento:

Posta un commento