martedì 14 gennaio 2020

Le recensioni di Viola: Il risveglio del lupo di Barbara Repetto


Viola ci parla oggi di un fantasy self publishing: "Il risveglio del lupo" di Barbara Repetto.

Titolo: Il risveglio del lupo

Autore: Barbara Repetto

Editore: Self publishing

Data di pubblicazione: 15 Ottobre 2019

Genere: fantasy


Sinossi

La Terra del Vespro è in guerra da anni, e la guerra non risparmia nessuno. Cederik, un ragazzo di nobili origini, dopo il massacro della famiglia verrà venduto come schiavo a un misterioso cavaliere errante, ser Nemo, che lo condurrà in un lungo viaggio attraverso boschi e foreste. Sulle prime, il giovane faticherà a sottomettersi e il nuovo padrone si vedrà costretto a imporgli l'obbedienza con severità e rigide punizioni. Ma ser Nemo è un uomo, oltre che di impareggiabile talento e coraggio, anche di buon cuore e, malgrado l'iniziale rifiuto, accetterà infine di esaudire il più grande desiderio di Cederik: diventare un guerriero. Avrà quindi inizio un rigoroso addestramento fisico e mentale, che metterà la volontà del ragazzo a dura prova. Soltanto risvegliando il lupo sopito in lui, egli potrà riscuotersi dalla propria condizione e forgiare un nuovo destino.

Recensione

Cederik è ancora un bambino quando perde tutto, la famiglia, gli agi, il titolo nobiliare e finisce insieme ad altri coetanei nelle file degli schiavi pronto per essere venduto. Un cavaliere solitario di passaggio lo sceglie per essere il suo schiavo personale ma Cederik è poco avvezzo alla sua nuova posizione e spesso e volentieri si rifiuta di far ciò che gli si richiede ribadendo che prima erano gli altri a far ciò che ordinava lui per le sue nobili origini. Questo porta Ser Nemo, il cavaliere nonché suo padrone, a punirlo per i suoi comportamenti, per la sua negligenza e per la non gratitudine dimostrata per esser stato scelto tra gli altri.

Col tempo i due impareranno a conoscersi, Cederik capirà che l'atteggiamento che Nemo ha con lui non è solo padrone/servo, gli insegna il valore delle cose, gli insegna per cosa è giusto combattere, lo sprona a essere gentile e riconoscente con chi ha poco ma non si preoccupa di condividere con loro un pasto. Nemo punisce ma da anche premi quando meritati e deciderà di insegnar a Cederik l'arte del combattimento solo quando riterrà che lui ne sia degno e non sotto richiesta.

Il tempo passa e Cederik cresce sempre assecondando le richieste di Ser Nemo, ma smettendo di comportarsi da arrogante e pretenzioso. Affrontano vari briganti che vogliono derubarli, vengono arrestati solo perchè hanno varcato confini invisibili di regni dove gli estranei non son graditi. Sempre insieme, sempre pronti ad aiutarsi. A onor del vero sono più le volte che è Nemo che aiuta Cederik che viceversa ma son dettagli.

Questo libro penso sia adatto sia ad adulti che adolescenti nonostante la parte fantasy il messaggio che arriva è che devi sudare per arrivare all'obiettivo e che se scegli le scorciatoie non ottieni nulla se non una punizione.
Per quanto mi sia piaciuto e sia incuriosita del seguito, dove magari troverò la risposta al quesito che più volte mi si è formulato in testa, è la parte del risveglio del lupo interiore di Cederik. Non ho ben chiaro se si parli di un fuoco interiore, un’indole o di una nota caratteriale e basta o se si svilupperà in una trasformazione ben definita. Magari il problema è solo mio che ho associato fantasy e lupo e mi aspettavo dei licantropi con tanto di trasformazione effettiva.
Vi auguro una buona lettura!


Nessun commento:

Posta un commento