venerdì 24 gennaio 2020

Le recensioni di Viola: End of the road bar - parte 2 di Daniele Batella


Ad inizio settembre Viola ci ha parlato di "End of the road bar - parte 1" di Daniele Batella (qui la recensione) e dopo qualche mese di attesa ha potuto leggere la seconda parte "End of the road bar - parte 2". Ecco la sua recensione anche per questo titolo targato Dark Zone.

Titolo: End of the road bar - parte 2

Autore: Daniele Batella

Casa Editrice: Dark Zone

Data di pubblicazione: 19 dicembre 2019

Prezzo: 12.66€ cartaceo


Sinossi

È la notte più lunga che l'End of the road bar abbia mai avuto. Sette sconosciuti, condotti lì da un'invisibile volontà, raccontano le loro vite a Penny, la glaciale e misteriosa cameriera pronta a raccogliere le loro confessioni tra un drink e l'altro. E così, ora che i primi quattro clienti hanno messo a nudo le loro esistenze, è giunto il turno degli ultimi tre. Un rocambolesco viaggio tra le bianche cupole di Roma, le guglie sferzate dal vento di Norwich, le caleidoscopiche vie di New Orleans e le infinite lande ghiacciate dell'Antartide. Segreti, amori inconfessabili e crimini efferati si susseguono in un complesso arazzo che inizia a concedere le sue risposte alla più grande domanda dei sette. Cosa ci fanno veramente lì? Alla fine l'alba giungerà come una luce rivelatrice; i segreti verranno svelati, il misterioso filo che attraversa le vite dei sette verrà finalmente dipanato e Penny mostrerà il suo vero volto, gettando una fosca luce sul loro destino finale.

Recensione

Finalmente torno all'end of the road bar.
Finalmente, dopo esser stata lasciata in sospeso nella narrazione della storia di Elsa, son riuscita a scoprire come si sarebbe concluso il suo percorso prima di entrare nel bar più tetro del pianeta.
Dopo di lei anche gli ultimi personaggi si raccontano mostrandoci i loro pregressi. Prima ancora della loro nascita, ci mostrano le loro attitudini, le loro scelte, le loro azioni e tramite i drink della cameriera più atipica mai vista sveleranno tutti i loro segreti.

Al  end of the road bar il tempo si ferma, nessun orologio a scandire il tempo col suo classico ticchettio e nessun cliente fino a quel momento poteva dir con certezza da quanto fossero entrati. Nessuno di loro sette ha le risposte alle domande che pian piano affiorano nelle loro menti e solo Penny può fornirgliele. Da silenziosa ascoltatrice a narratrice minuziosa fino a svelare perchè loro sette sono li con lei, a spiegar perchè han quei due denominatori comuni e a mostrar loro il prossimo futuro.

Devo dire che la curiosità mi ha spinto a voler portar a termine questo libro, ho trovato prolissi i dettagli, l'autore ne capisce la necessità per portare il lettore ad avere una visuale completa della storia ma a mio avviso tende a portar troppo a deviare sulla questione principale e tutto ciò non mi ha coinvolta. La parte della spiegazione finale l'ho dovuta legger due volte per esser sicura di averla capita appieno.
I personaggi, come accennato prima, sono caratterizzati nei minimi dettagli, la narrazione tende, a mio gusto, ad ampliare un pelino troppo anche se ne capisco la necessità al fine ultimo della storia. La minuziosa ricerca e spiegazione al dettaglio è ammirevole e anche io son rimasta piacevolmente colpita dalla ricerca del dietro le quinte per la resa del testo perfettamente capibile a chi non conosce l'argomento dei tarocchi e la finale associazione di ogni carta a un preciso personaggio.



Nessun commento:

Posta un commento