martedì 3 dicembre 2019

Le recensioni di Yaya; Quando cade la neve di Patrisha Mar


Passiamo ad un contemporary romance con Yaya che ci parla di Quando cade la neve di Patrisha Mar, edito Newton Compton.

Titolo: Quando cade la neve

Autore: Patrisha Mar

Editore: Newton Compton Editori

In uscita il: 31 ottobre 2019

Prezzo: € 9,90


Sinossi

Penelope adora il suo negozio di souvenir e ci tiene ad aiutare il prossimo quando può. Matteo è un bad boy perseguitato dagli strozzini, il cui passato lo ha portato a odiare tutto e tutti. Cosa accadrà al cuore della dolce Penelope quando Matteo inizierà a giocare con lei? Riuscirà a proteggersi? Enea, il fratello di Penelope, è un professore universitario tutto d’un pezzo. Diana è una pittrice romantica e sognatrice in cerca del proprio posto nel mondo. Si conoscono da tanto tempo, ma forse qualcosa potrebbe cambiare, complice la magia del Natale. Se non fosse che Enea ha una vita che lo aspetta dall’altra parte dell’oceano. Quattro personaggi, due storie d’amore nello scenario della splendida Val di Fassa per un romanzo che vi scalderà l’anima.

Recensione

Mi piace il modo di scrivere di Patrisha, non è infatti il primo libro che leggo, e come per Quando l’amore fa volare, anche questo titolo riesce a toccare le corde dell’anima. L’autrice è una di quelle che riesce a regalare bellissime storie e di conseguenza anche bellissime emozioni.
La storia è ambientata in un piccolo paesino delle Dolomiti e racconta le vicende di quattro persone: Penelope, Matteo, Diana ed Enea, ognuno con un Pov dedicato attraverso il quale riusciremo a conoscere paure, emozioni, sensazioni e sentimenti che ci permetteranno così di entrare in sintonia con l’uno o con l’altro protagonista o chissà, magari, con tutti è quattro.
Volete sapere il mio preferito? Magari ve lo dirò alla fine!

Nel corso del libro, le vite dei protagonisti andranno ad intrecciarsi creando così un puzzle perfetto che vi terrà incollati al libro dalla prima all'ultima pagina.
Diversi tra di loro per esperienze di vita e per carattere, l’autrice è riuscita però a svilupparli e differenziarli benissimo. Sarà impossibile non identificarsi in uno di loro, sarà impossibile non amarli e non sentirli parte di noi stesse, o almeno questo è quello che è successo a me.

Ti ho permesso di trattarmi male, ma non credere, non sono una donna zerbino, ho solo intuito che c’era qualcosa in te che meritava di essere salvato.

Penelope è la “buona” del gruppo, è quella che tutti definiremmo la crocerossina di turno; è infatti gentile, disponibile e non può fare a meno di aiutare le persone vicino a lei che soffrono. Nonostante sia stata ferita non riesce mai a voltarsi dall'altra parte e quando incontra Matteo comprende immediatamente che dietro quell'aria da sbruffone e da antipatico ha tante insicurezze, tante debolezze. Scoprirete infatti molto presto che la sua vita non è stata di certo semplice, e che niente gli è stato regalato, ma anzi ha dovuto sin da quando era bambino imparare a cavarsela da solo, contando solo su se stesso e la sua forza, portandolo così a vivere sempre in bilico tra il giusto e lo sbagliato, il legale e l’illegale.

Per Matteo infatti non è facile relazionarsi con le persone e in particolar modo con Penelope. Lei lo spaventa ma allo stesso tempo lo incuriosisce, si chiede come mai lei riesca a vederlo davvero, sembra capirlo, ascoltarlo, respirarlo, come se fosse qualcuno che conosce da sempre; si chiede come mai lei gli dia fiducia, rispetto, quando mai nessuno lo ha davvero preso in considerazione, ascoltato, aiutato. E' per questo che, nonostante la sua voglia di appartenere a qualcosa e a qualcuno, la allontana continuamente.
Ma riuscirà davvero a rinunciare a lei?

Non posso fuggire da me stesso, né dal fardello pesante dei ricordi e delle frustrazioni.

Inizierà così un lungo viaggio introspettivo molto difficile, ma quale sarà l’esito? Riuscirà Matteo a farsi conoscere davvero? Riuscirà ad avere una seconda possibilità per essere felice?
E Penelope riuscirà ad accettare il suo passato e, nonostante tutti i guai, restargli vicino?
Leggete Quando cade la neve e lo scoprirete!

Diana è la migliore amica di Penelope, si conoscono da sempre, sono cresciute insieme, è come se fossero sorelle. Lavorano in un negozietto di souvenir la maggior parte dei quali fatti artigianalmente da Diana, che è infatti un’artista, una pittrice romantica e sognatrice in cerca del proprio posto nel mondo. Di questa giovane ragazza apprezzerete tantissimo la forza che ha avuto nel mollare un futuro sicuro ma banale per reinventarsi.
Ho amato il suo coraggio nel cercare di ottenere quello che realmente vuole dalla vita e di reinventarsi con successo.
Un impatto importante in tutto questo lo hanno avuto anche le parole di Enea, che anche se dette inconsapevolmente, sono riuscite a scuoterla nel profondo, ma chi è Enea?

"LA SPERANZA È UN'INVENZIONE
DEGLI SCIOCCHI O DEGLI INGENUI."
"OPPURE È LA FORZA CHE SPINGE OGNUNO DI NOI A TROVARE SEMPRE QUALCOSA DI BUONO NELLA VITA"

Enea è il fratello di Penelope, sicuro, determinato e deciso sul piano lavorativo, appare invece molto fragile e insicuro sul lato sentimentale.
Enea è infatti razionale, uno che deve avere sempre il controllo, che deve essere sicuro di quello che fa perché altrimenti lascia perdere.
Si trova in Val di Fassa per le vacanze di Natale con la famiglia che ormai vede solo di rado dopo aver ottenuto la cattedra in una prestigiosa Università americana, la Berkley University.
Nonostante sia un personaggio molto affabile, molto attento e sincero, non sono riuscita a comprenderlo del tutto. In alcuni momenti sarei voluta entrare nel libro per prenderlo a sberle, ma non demoralizzatevi, arrivate alla fine e sono sicura che così come è successo a me, anche voi cambierete opinione e arriverete ad amarlo, così come amerete gli altri protagonisti di questo libro.

Nelle storie d’amore sono un assoluto incapace, va bene, l’ho ammesso. Ho molta più dimestichezza con vecchi tomi polverosi che con le donne e la loro psiche. Sono spesso indelicato, cieco, non riesco a leggerle. Sono una frana.

Ma anche lui, davanti alla semplicità e alla bellezza di Diana, non riuscirà ad essere indifferente, e quella che inizialmente era una semplice amicizia ben presto, si trasformerà in qualcosa di molto più profondo e autentico.

Tutti i personaggi vivranno un intensa storia e compiranno un personale percorso di evoluzione che li aiuterà a crescere, a cambiare, ed è stato bellissimo per me essere partecipe e viverlo con loro attraverso queste pagine.
Ci tengo a fare i complimenti all'autrice per questa nuova e bellissima storia d’amore, di crescita e rinascita che ci ha regalato. E' riuscita inoltre a sorprenderci perché questo, secondo il mio parere, è un romanzo dolce, emozionante in grado di scaldare il cuore anche alla persona più fredda.
Inoltre le dico grazie per averci regalato un personaggio come Matteo, che mi ha colpito fin da subito rubandosi così una parte di cuore.
Buona lettura mie care disasters.


1 commento: