martedì 17 dicembre 2019

Le recensioni di Yaya: Consume me di Elvereth Ahn


Yaya quando legge le parole "dark romance" va in un brodo di giuggiole e oggi ci parla di un romanzo uscito lo scorso anno: Consume me di Elvereth Ahn.

Titolo: Consume me

Autore: Elvereth Ahn

Edizione: self publishing

Prezzo: € 2.99

Genere: romanzo rosa - dark romance

Data di pubblicazione: 4 luglio 2018


Sinossi

Evil:
Sono nato in una notte senza luna e senza stelle. Un benvenuto perfetto per chi nasce con l’anima nera.
Amo distruggere, arrecare dolore. Amo sentire le urla dei dannati.
Perché sono il figlio del Diavolo e le tenebre sono la mia casa.

Devo portare a termine una missione: infangare d’oscurità l’anima di una donna marchiata fin dall’infanzia. Hope Anderson.
Lei rappresenta il punto di svolta per noi demoni.
Per l’Inferno.
Ma non era previsto che risvegliasse in me l’unica cosa che ho cercato di sopprimere fin da quando ne ho memoria.

Hope:
Sono merce di scambio.
La mia vita non mi appartiene. Lo conferma il pentacolo capovolto impresso sul palmo della mia mano sinistra.
Il simbolo del Diavolo.

Ho scoperto parti di me che nemmeno pensavo esistessero: il desidero di fare del male, la sete di vendetta, la voglia di vedere scorrere il sangue.
Il buio che mi ha sempre tormentata, ora, mi ammalia. Mi seduce grazie a degli occhi rossi capaci di consumarmi con una passione deviata.
Il loro richiamo è potente e non riesco a resistere.
O, forse, non voglio resistere.

Recensione

l sangue scorre copioso
al ritmo di una lugubre litania.
Il cielo è invaso dalle fiamme,
il mondo è scosso dalle urla degli esseri umani.
Passi violenti si avvicinano,
così come la fine.
Occhi rosso fuoco osservano la devastazione
e godono per ciò che vedono.
Il Diavolo è arrivato
e l’amore contro di lui non può nulla.
Nulla.

"Il diavolo ha il potere di comparire agli uomini in forme seducenti e ingannatorie."

Non è facile per me scrivere questa recensione perché è la prima volta che mi ritrovo a leggere un libro del genere.
Questa per me è stata infatti una sfida.
Sono da sempre attratta da tutt'altro genere di libro ma, in questa circostanza e per questo libro, ho voluto fare un’eccezione, mi sono lasciata ammaliare dalla trama e dalla bravura della scrittrice che mi ha già conquistato attraverso altre storie.
Così ho dato un’opportunità ad Evil e Hope e mi sono lasciata coinvolgere dalle loro storie.

Come sappiamo fin dagli inizi del tempo, Bene e Male si fronteggiano tra di loro, si scontrano, dando vita a lunghe battaglie dove mai nessuna forza prevale sull'altra, questo perché ognuno di noi è libero di scegliere da quale parte propendere. C'è chi segue il primo, chi invece si lascia ammaliare dal secondo, questo varia a seconda delle idee, dei valori e dei sentimenti che si hanno e che ci sono stati insegnati.
Per certi aspetti fa paura pensare ancora oggi a quante persone facciano del male solo per divertimento e per ferire gli altri, ma il libro riesce ad andare oltre il concetto base di bene e male e riesce a dare qualcosa di davvero profondo che solo se leggerete la storia scoprirete.

Evil ed Hope sono i protagonisti di questa storia, sono due cuori e due anime che si completano, sono destinati a stare insieme per l’eternità.
Hope da semplice bambina diventa merce di scambio, la sua vita non le appartiene, infatti è stata ceduta al diavolo in persona.
È stata venduta dal padre in cambio della ricchezza e della salvezza della sua comunità.
Il diavolo la marchia con il suo simbolo per ricordarle sempre, ogni giorno, ogni anno, che quando arriverà il momento lei diventerà una sua creatura. Ma quanto tempo resta alla piccola Hope?

La vita della nostra protagonista viene così scombussolata e con il passare del tempo Hope comprende che il modo migliore per affrontare ciò che l’aspetta è allontanarsi dalla famiglia, dagli amici e non avere rapporti con nessuno; il suo in fondo è un non vivere, si limita semplicemente ad andare avanti e attendere il momento della fine.
Il tempo passa velocemente, e quel fatidico giorno arriva. Ma cosa succederà?
Quando quel giorno arriva, sarà il figlio del diavolo, Evil, a reclamarla. Dovrebbe farlo per suo padre, che lo ha infatti incaricato di rintracciare la ragazza, seguirla e iniziare a piegarla alla malvagità, ma scoprirete ben presto che in realtà Evil, la reclamerà per se stesso, perché nonostante la sua oscurità, in lui batte ancora un cuore umano che ha bisogno d’amore, ma in questa storia non ci sarà redenzione.
Riuscirà Evil nel suo intento? O la bontà, la purezza e la dolcezza della nostra protagonista nonostante tutto riusciranno a non farla piegare?
Non vi resta che scoprirlo leggendo la storia.

L’autrice secondo me è riuscita a dimostrare una grande capacità nel dare vita ad una storia coinvolgente e accattivante, completamente diversa dal solito, secondo il mio punto di vista unica e particolare.
Il suo stile è curato e diretto, pieno di emozione, empatia, la lettura scorre leggera e ci da la possibilità di  immergerci completamente nel mondo raccontato e scoperto attraverso questa storia.



Nessun commento:

Posta un commento