giovedì 12 dicembre 2019

Le recensioni di Viola: Non combattere la scintilla di Kasia Bacon


Passiamo ad un fantasy con Viola. Ci parla di Non combattere la scintilla, primo volume della serie Soldati & Mercenari, di Kasia Bacon, pubblicata con Quixote translations.

Titolo: Non combattere la scintilla

Autore: Kasia Bacon

Editore: Quixote translations

Serie: Soldati & Mercenari #1

Genere: QLGBT Fantasy

Prezzo: 3.99

Data di pubblicazione: 14 Novembre 2019


Sinossi

Con l’avvicinarsi del Festival delle Luci, le lanterne něssyriane di carta artigianale attendono la festa più importante dell’anno.
Anche la Casa di Combattimento Lyliňg si sta preparando ai festeggiamenti, spargendo sabbia fresca sull’arena e allestendo un combattimento contro il loro lottatore, l’imbattibile Yüuzuki Ōren.
Il suo ultimo combattimento, uno che non potrà vincere in alcun modo.
Con tutte le probabilità contro di lui, il bellissimo barbaro è praticamente già morto, a meno che il suo amante, Ĥaiatto Ẽkana, non gli dimostri di essere tanto determinato quanto intelligente e trovi il modo per proteggere l’uomo che vuole salvare a ogni costo.

Recensione

Oggi miei disastrosi disastri parto con una piccola premessa: di solito vengo attirata dalla cover di un libro in uscita, ogni tanto solo la sinossi, spesso seguo l'istinto e a volte sbaglio a non richiedere un libro perché potrei perdermi una piccola perla.
Con Non combattere la scintilla è successo l'ultimo esempio.
Vedo il titolo ma non mi conquista, intravedo la cover, sto per passar oltre ma mi fermo e leggo l'estratto ed ecco che trovo in un libro tutto ciò che mi affascina del fantasy.
Magia, vampiri, lotta senza armi e una storia d'amore e di devozione invidiabile nella vita reale.

L'autrice parte presentandovi un elenco dettagliato di personaggi, ambientazione, e termini per facilitarci la lettura.
I protagonisti di questa breve novella sono Haiâtto, alto magro dalla carnagione chiara, che si definisce goffo ma appena deve far il suo mestiere l'altezza e la goffaggine spariscono e lasciano spazio alle sue competenze e abilità di scintilla nella casa di combattimenti dove è assunto per guarire e medicare i combattenti infortunati.
Haiâtto ha nelle vene la magia ma non è sufficiente per lui esser nato in una famiglia di maghi per riuscire a creare magia ma è "solo" una scintilla, una persona in grado di compiere magie ma non crearla, comprandola dove e da chi si può acquistare e usarla tramite la pietra guida che porta legata al collo.

Nella casa di combattimenti conosce Yüuzuki Ōren, il miglior combattente dell'arena da anni. Alto massiccio dalla pelle ambrata che gli ha rapito il cuore già dal primo loro incontro. I due sono obbligati a mantenere nascosta la loro relazione perché rivelarsi potrebbe portare entrambi alla morte. E quando la posta in arena diventa troppo alta perché Yüu riesca a mantenere il suo stato di imbattibile, Haiâtto cerca di trovare in ogni modo come poter liberare entrambi da un non lieto fine per il loro amore.

Una novella dove si legge della forza che ti da l'amore, che ti porta ad avere la stessa ansia di Haiâtto quando il "è troppo tardi" arriva sulla punta della lingua e stai per pronunciarlo, e ti spinge a dar fiducia agli altri quando vorresti solo prendere e scappare.
Questa autrice ha scelto di presentarsi in italiano con una novella e non dall'effettivo primo volume della serie e penso che abbia fatto bene perché ora la curiosità di saper del resto sarà difficile da tenere a bada.


Nessun commento:

Posta un commento