lunedì 23 dicembre 2019

Le recensioni di Viola: "Broken" di Nicola Haken


Viola ci parla di Broken, titolo online con Quixote Edizioni da fine novembre, di Nicola Haken.

Titolo: Broken – Edizione Italiana

Autrice: Nicola Haken

Casa Editrice: Quixote Edizioni

Genere: QLGBT Contemporaneo

Prezzo: €4,49 ebook

Data di pubblicazione: 25 novembre 2019



Sinossi

Quando Theodore Davenport decide di smetterla con i lavori banali, e intraprendere una vera carriera, entra con entusiasmo alla Holden House Publishing, determinato a ottenere ciò che vuole. Tutto va secondo i piani: prende confidenza con il suo ruolo, conosce nuovi amici e sogna di arrivare al successo.
Finché non conosce James Holden, amministratore delegato della Holden House.
James Holden non riesce a smettere di pensare all’incontro della settimana precedente con un ragazzo timido, nel bagno di un club, e non appena scopre che l’uomo che tormenta i suoi sogni è uno dei suoi impiegati, non può evitare di rincorrerlo.
Solo per divertirsi… è questo che James ripete a se stesso. Non può affezionarsi a qualcuno che non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti, perlomeno non quando avrà scoperto il suo segreto. James crede che nessuno meriti il fardello di essere legato a lui. È un uomo complicato. Danneggiato. Difficile. Problematico.
Spezzato.
Theodore sarà abbastanza forte da affrontare i demoni di James? Domanda ancora più importante… lo sarà James?




Recensione

Vedere cover e sinossi di un libro che ti intriga da subito, superare in tempismo una delle boss e riuscire ad aver il libro al posto suo è stata una mera fortuna che non son sicura si replicherà, ma sono davvero contenta di aver avuto l'onore di leggere questo libro. Ma bando alle ciance, passiamo ai personaggi e alla storia.

Theodore Davenport ha ventisette anni, capelli castani con occhi verdi, ha un fratello più grande sempre pronto ad aiutarlo, una madre iperprotettiva senza peli sulla lingua né mezzi termini per dire la sua, e una migliore amica caratterialmente simile a sua madre, che tende a stare più a casa di Theo piuttosto che nella sua ma che lo conosce meglio di tutti gli altri.

Theo ha appena trovato il lavoro dei suoi sogni alla Holden House Publishing. Anche se inizia come stagista, è pronto a far gavetta e punta ad arrivare in alto ma senza pestar i piedi a nessuno. Vuole essere meritevole di una buona posizione nella casa editrice e magari, un giorno, sogna che uno dei suoi libri possa esser valutato. Conosce gente nuova e per farsi qualche amico in più sul posto di lavoro propone un'uscita in un locale a qualche collega. Divertirsi una sera in compagnia può essere davvero la chiave giusta per conoscersi meglio. Anche se tende a esser timido, basta un bicchiere in più per farlo rilassare.. solo che se finisci brillo in bagno a cantare, attiri l'attenzione di qualcuno. E che qualcuno. Alto, moro, fisico scolpito, un sorriso mozzafiato con un'espressione da furbetto ma con due occhi che a Theodore mostrano più di quel che l'adone vuole mostrare.

James Holden ha trentun anni, una nomea in ufficio non delle migliori, sempre pronto a sbraitare per far funzionare l'impresa ereditata dal padre; è scostante tanto da tenere a distanza anche la sua famiglia. Ha sempre una scusa o una bugia sulla punta della lingua, è più forte di lui, non può farne a meno. Per "spegnere il cervello" da tutto, tende a provarci con tutti gli uomini disponibili a una botta e via: si è fortunati se James ti dedica un secondo giro, ma nessuno mai è arrivato al terzo.

Ma quel ragazzo incontrato nei bagni lo guardava come se riuscisse a vedere oltre: scoprire che è un suo dipendente, porta James a voler avere un secondo incontro e ci prova in modo così svergognato che Theodore, volente o nolente, cede. Theo non può che cedere di fronte a colui che gli ha fatto dimenticare di non essere uno da una notte. Ma lui vuole quel qualcosa che James non vuol correre il rischio di rovinare a causa di..

La prefazione di Broken ti fa capire esattamente che a un certo punto della storia il lettore si dovrà approcciare a qualcosa di forte. È un argomento non facile da trattare ma l'autrice ha saputo dosare le spiegazioni per affrontarlo al meglio, spiegando e mostrando da entrambi i lati cosa si prova a dover vivere in prima persona quel qualcosa che sai di avere e, da esterno, qualcosa che non si sa come gestire. Il senso di colpa per non esser riuscito a non cedere, il senso di colpa per non aver capito i segnali. Io ho vissuto i panni di Max, so cosa si prova ad essere impotenti in certe situazioni, a dover affrontare un percorso con consiglio di chi ne sa di più, a vedere giorno dopo giorno i momenti buoni e quelli no, finire col capire i segnali e parlarne col diretto interessato. La famiglia e chi sceglie di starti accanto sono un motivo in più a proseguire un percorso che da soli molti non riescono o non vogliono affrontare.

Questo libro va in crescendo, se pensate di trovare la classica storia... beh, cambierete di certo opinione e non potrete far altro che amarne i personaggi, quasi tutti. Una assolutamente no e per il ruolo che ha direi che... menomale non tutti son così. Ma non vi dico altro!
Spero di avervi lasciato la curiosità di prenderlo, di sfogliarlo e accompagnare i protagonisti a raccogliere i cocci.


Nessun commento:

Posta un commento