lunedì 30 dicembre 2019

Le recensioni di Barbara: "Eliza" di Sara Caporilli


Buon lunedì disastri!!! La giornata inizia con Barbara e la sua recensione per Eliza di Sara Caporilli, titolo edito Newton Compton Editori.

Titolo: Eliza

Autore: Sara Caporilli

Casa Editrice: Newton Compton editori

Genere: narrativa

Prezzo: € 4.99

Data di uscita: 21 novembre 2019


Sinossi

La giovane Eliza non ha mai conosciuto la libertà. Vive segregata e alla mercé del suo padrone, il re della contea di Laschcote. Le uniche persone che le è permesso frequentare sono la sua balia e un prete. Ha provato a fuggire, ma il tentativo è miseramente fallito. Più che vivere, Eliza sopravvive, almeno finché non incontra Leonard, un giovane e affascinante comandante, che le permetterà finalmente di scappare. In fuga insieme a lui verso il regno di Tingcote, Eliza scoprirà chi è e quanta forza si nasconde in lei. Ma quello che nessuno dei due sa è che ci sono dei segreti che stanno per venire alla luce, in grado di mettere a rischio le loro vite e persino il forte sentimento che hanno cominciato a nutrire l’uno per l’altra.




Recensione

Carissimi disastri, oggi vi parlo di questo strabiliante romanzo d'esordio dell'autrice Sara Caporilli, una storia forte e romantica, di sopravvivenza e di riscatto, del non arrendersi mai e del lottare contro le avversità per realizzare e vivere il proprio sogno d'amore.

Vi confesso che ho avuto bisogno di un po' di tempo per riprendermi dalla lettura e per mettere a fuoco tutti i sentimenti che la storia mi ha fatto provare, ho avuto bisogno anche di tempo per rimettere insieme i pezzi del mio cuore lacerato dalla storia, dalla sofferenza e dall'amore che questi personaggi mi hanno suscitato. Eliza entra di diritto e con prepotenza nei miei "indimenticabili" e vi spiego perché.

Eliza è una giovane donna che non ha mai conosciuto la libertà; nata in un castello, tenuta prigioniera per tutta la vita agli ordini del re di Laschcot e costretta da sempre a subire violenza fisica e psicologica. Non sa di chi è figlia e non conosce nulla delle sue origini. Sola e senza alcun punto di riferimento se non la sua balia, ha dovuto fare delle scelte per la sua stessa sopravvivenza che l'hanno resa adulta prima del tempo ma che hanno lasciato strascichi notevoli nella sua anima e nel suo modo di vedersi e di considerarsi. Eliza è un personaggio straordinario, che non si può non amare per la sua tenacia e per la sua purezza e nobiltà d'animo rimasti intatti nonostante il destino avverso e l'egoismo del suo "padrone" l'abbiano privata e spogliata di ogni dignità.

Dopo l'ennesimo episodio di violenza subita dalle guardie per ordine del re, sanguinante e in fin di vita, si ritrova fuori dal castello, aiutata a fuggire dal comandante Leonard che si occupa delle sue ferite e la conduce con sé verso il regno confinante e a cui lui appartiene. Nella contea di Tingcote, Eliza scoprirà non soltanto le proprie radici  ma anche la forza e l'intensità del sentimento che la lega a Leonard, unico uomo a concederle gentilezza e rispetto, unico uomo a farle capire  cosa vuol dire amare ed essere amati incondizionatamente.
In un continuo alternarsi di colpi di scena e segreti svelati, Eliza dovrà affrontare tutti i suoi demoni, fare i conti con il giudizio della gente, salvare se stessa e tutti coloro che ama.

Non posso e non voglio svelarvi di più perché ogni  tassello si incastra in quello successivo e ogni piccolo dettaglio potrebbe rovinare o anticipare la scoperta della trama.

Eliza è quindi un libro che parla non solo di amore ma anche di  passione, riscatto, crudeltà e possesso con un ritmo ed un'intensità straordinari, con personaggi anche secondari ben delineati e con personalità sfaccettate e particolari.
Le pagine si susseguono senza sosta ed è davvero difficile riuscire a staccarsene, non è facile per niente riuscire a spiegare la bellezza della storia, l'unica cosa che mi permetto di suggerirvi è di prendervi tempo, procuravi  tanti tanti fazzoletti e leggerlo!


Nessun commento:

Posta un commento