giovedì 28 novembre 2019

Le recensioni di Stefania: La madre segreta di Shalini Boland


Hope Edizioni ha lanciato da poco una nuova collana Crime con un thriller psicologico dal titolo La madre segreta di Shalini Boland. Stefania lo ha letto per noi. Seguiteci per sapere cosa ne pensa...

Titolo: La madre segreta

Autore: Shalini Boland

Editore: Hope Edizioni

Collana: Hope Crime

Genere: Thriller psicologico

Data di uscita: 21 novembre 2019

Genere: Thriller psicologico


Sinossi

“Sei tu la mia mamma?”
Quando Tessa Markham torna a casa, trova nella sua cucina un bambino che la crede sua madre.
Ma Tessa non ha figli.
Non più.
Non sa chi sia il piccolo né come sia arrivato lì.
Dopo aver contattato la polizia, Tessa viene sospettata di aver rapito quel bambino misterioso. La sua intera vita è stravolta e poi suo marito le rivela un segreto...
Tessa non è sicura di cosa credere o di chi fidarsi, perché qualcuno sta mentendo. Per scoprire chi, però, dovrà affrontare il suo doloroso passato. Che la verità sia più pericolosa di quanto lei possa immaginare?

Recensione

Tessa Markham non ha figli.
Un tempo si.
Un tempo c'era una cameretta con giochi sparsi, risate infantili e la gioia nel cuore, ma quel tempo è sparito tragicamente.
E' domenica, giorno in cui si resa a portare dei fiori freschi al cimitero, e quando rientra in casa trova seduto al tavolo della cucina un bambino. Avrà cinque-sei anni, canticchia una melodia e disegna tranquillo su un foglio. Attende lei, la chiama mamma e il perchè non è chiaro.

"Ho le allucinazioni? Sono impazzita, alla fine? Questo bellissimo bambino mi sta chiamando mamma. Eppure non lo conosco. Non l’ho mai visto prima in vita mia."
Allarmata dalle rivelazioni del bambino e spaventata dalle possibili ripercussioni, insieme al marito chiama la polizia. E i problemi iniziano. Credere alla sua versione dei fatti non è così facile come dovrebbe essere. Domande, insinuazioni, scetticismo. Nessuno le crede.

"Sento la mente offuscata, confusa. Cerco di mettere insieme gli eventi della serata un’altra volta. Sono tornata a casa dal cimitero e ho trovato un bambino di nome Harry seduto nella mia cucina. Già. È quel che è successo. No?"

Due anni e mezzo prima Tessa non era la persona di oggi. Perdere il suo bambino ha scatenato una serie di eventi che l'hanno portata a perdere il lavoro e il suo matrimonio si è disintegrato. Lei e Scott erano innamoratissimi, una coppia invidiata e poi non hanno retto alla pressione. Tessa non ha saputo combattere la pressione e il precipizio l'ha inghiottita.

Ma torniamo ad oggi.
Tessa viene sospettata di rapimento e i motivi per pensarlo sono tutti nero su bianco. I media circondano presto casa sua, la seguono, la importunano. Chi dovrebbe sostenerla e appoggiarla in realtà così non fa.
E inoltre, fatto ancora più sconvolgente per il suo animo compromesso, Scott le comunica qualcosa di inaspettato.
Ma lei sa cosa è successo e deve dimostrarlo ad ogni costo.

Inizia così la sua personale battaglia alla ricerca della verità e ciò che ne uscirà fuori vi lascerà a bocca aperta.

La madre segreta, è un thriller di facile leggibilità anche per chi non è avvezzo al genere. Non ci sono morti violente, sangue, serial killer che seminano il manico ma c'è un coinvolgimento mentale ben collaudato.
La narrazione è fluida, gli eventi si susseguono con criterio e l'aspetto psicologico della protagonista è stato ben studiato.
Di facile intuibilità, ma comunque complesso e avvincente, semplice nei passaggi, mi sono appassionata alla storia di questa donna che ne ha passate tante e ne porta ancora i segni. Vederla interagire con persone che giudicano lei e le sue azioni e ostacolano la sua determinazione convince il lettore a proseguire con lei nelle ricerche.
Tessa dimostra coraggio e forza, è instancabile e caparbia ma anche debole e facile da confondere. Leggere di come le persone manipolino a proprio vantaggio la mente della donna è stato interessante e porta alla luce caratteri che mai e poi ci si aspetterebbe da chi è coinvolto dell'intreccio.
Scritto in uno spazio temporale limitato, il tempo sembra dilatarsi  e voler rimettere tutti i tasselli al proprio posto diventa urgente.
Un ottimo primo thriller per la Hope Crime.

"Sto ignorando la verità, distorcendola per farla combaciare con la mia visione delle cose?"

Leggetelo e lo scoprirete!


Nessun commento:

Posta un commento