lunedì 18 novembre 2019

Le recensioni di Barbara: "Il gatto che arrivò il giorno di Natale" di Melody Carlson


La nostra Barbara adora il periodo natalizio e sta facendo indigestione già ora di romanzi che trattano questo periodo dell'anno. Oggi ci parla de Il gatto che arrivò il giorno di Natale di Melory Carlson, edito Newton Compton Editori.

Titolo: Il gatto che arrivò il giorno di Natale

Autore: Melody Carlson

Editore: Newton Compton Editori

In uscita il: 24 ottobre 2019

Prezzo: € 9,90


Sinossi

Dopo aver trascorso molti anni all’estero, Garrison Brown torna a Vancouver pronto a cominciare una nuova vita, ma la morte della sua adorata nonna, appena qualche settimana prima di Natale, mette sottosopra tutti i suoi piani. Garrison, infatti, si ritrova improvvisamente nella condizione di doversi occupare di tutto, compresa l’incombenza di trovare una nuova casa ai sei gatti appartenuti a sua nonna. Una vera seccatura, ma il testamento parla chiaro: la nonna ha lasciato nelle sue ultime volontà istruzioni dettagliatissime per i suoi adorati mici in modo che ognuno di questi finisca tra le braccia del proprietario perfetto, il quale, in cambio dell’adozione, riceverà un generoso compenso in denaro. Il compito di Garrison è quello di trovare le combinazioni giuste, senza fare però riferimento al premio. E chissà che, con l’avvicinarsi della Vigilia di Natale, i sei miagolanti orfanelli non riescano a trovare qualcuno perfetto anche per lui.

Recensione

Reduce da nove anni in Africa per un progetto umanitario e rientrato per curarsi dopo aver contratto la malaria, Garrison si ritrova a 34 anni a dover fare i conti con il ricostruire da zero la sua vita e a trovarsi un lavoro e una casa. A tutto questo si aggiunge improvvisamente la morte della sua adorata nonna che lo ha cresciuto da sola dalla morte dei suoi genitori e gli ha dato una stabilità in quel momento particolare dell'adolescenza in cui tutto potrebbe andare a rotoli. Perciò si ritrova a dover mettere tutto da parte e provvedere a soddisfare le condizioni del suo testamento. Ha infatti dato a lui il compito di trovare giusta collocazione ai suoi adorati gatti.

Progetto facile all'apparenza se non fosse che i gatti sono ben sei e che ogni futuro affidatario deve soddisfare ogni punto della lista stilata, deve controllare che i futuri proprietari siano perfettamente compatibili con visite a sorpresa e che verranno ampiamente ricompensati se fossero idonei. Tutto è reso ancor più complicato dal fatto che Garrison soffre di una potente allergia che neanche i medicinali riescono a contenere e il fatto che sua nonna ne fosse a conoscenza lo portano a provare un po' di risentimento nei suoi confronti e di gelosia verso gli animali.

Sarà quindi in grado di affrontare la sfida con i gatti, con se stesso e soprattutto di dare il giusto valore al lascito della nonna? Dove lo porterà questa insolita e particolare svolta del suo destino?

Garrison è il giusto esempio di uomo integro e moralmente ineccepibile, pur restio e insofferente alla situazione, è disposto a tutto per realizzare gli ultimi desideri della nonna, anche a mettere momentaneamente da parte la sua vita e rinunciare alle sue ambizioni e ai suoi sogni.
Con un fondo di religiosità ben presente e delineato e come in ogni favola di Natale che si rispetti non mancano la dolcezza e l'emozione di riscoprirsi parte di una comunità, è infatti una commovente storia di amore, speranza e amicizia.

Se si amano i gatti questo libro è decisamente adatto, se invece come me avete un po' timore di questi bellissimi e imperscrutabili animali vi innamorerete comunque di loro e del loro fascino e farete il tifo perchè ognuno possa trovare la persona giusta con cui trascorrere il resto della propria vita.

Unica pecca il finale un po' frettoloso, avrei voluto un po' di tempo e di pagine in più per assaporarlo fino in fondo.


Nessun commento:

Posta un commento