giovedì 10 ottobre 2019

Review Party: "Élite. Ossessione e potere" di Laurelin Paige


Buongiorno Disastri! Iniziamo la giornata con un review: Ilenia ci parlerà di "Élite. Ossessione e potere" di Laurelin Paige della Always Publishing uscito a fine settembre.


Titolo: ELITE. Ossessione e Potere

Autore: Laurelin Paige

Collana: Always Romance n. 21

Data di pubblicazione: 26 settembre 2019, ediz. ebook +  3 ottobre 2019 ediz. cartacea

Acquistabile in anteprima al RARE

Prezzo: 14.90 € ed. cartacea - 4,99€ ed. digitale


Sinossi

C'era una volta una ragazza, povera e bellissima, che aveva un unico desiderio:
entrare a far parte dell’élite.

Sabrina è una giovane brillante, ma di origini modeste. Appena giunta ad Harvard, grazie a una borsa di studio, non può fare a meno di restare ammaliata dal fascino dorato dell’élite d’America e dal suo rampollo, il carismatico e spensierato donnaiolo Weston King. Le insidie di quel mondo esclusivo sono più oscure di quanto Sabrina riesca a immaginare e a salvarla dal suo destino sarà l’enigmatico e tenebroso Donovan Kincaid, amico di Weston. Ma l’affascinante Donovan non è un cavaliere in armatura scintillante e, nonostante la chimica bruciante che lo unisce alla innocente Sabrina, non esita a schiacciarla e a spezzarle il cuore. Il sogno dorato di Sabrina all’improvviso si infrange, e quel mondo irraggiungibile diventa solo un ricordo lontano.

Dieci anni dopo, Sabrina è una pubblicitaria affermata quando dal suo passato riemerge Weston King, l’uomo che lei ha idealizzato, insieme a un’offerta di lavoro irrinunciabile. Ma il suo segreto più torbido e la sua fantasia più proibita, la figura cupa e diabolica che popola i suoi sogni, è Donovan Kincaid, che lei aveva giurato di non rivedere mai più. Sabrina viene riammessa nel mondo di lusso e privilegi dei due uomini tanto ricchi quanto pericolosi, e rincomincia una partita che in realtà non si era mai conclusa, in un gioco di passione, controllo, gelosia e potere messo in moto dieci anni prima.

Come un’ombra, Donovan non è mai veramente uscito dalla vita di Sabrina, e torna prepotente a ossessionarla, sconvolgerla, sedurla, per poi cercare di respingerla e di tenerla lontano con ogni mezzo dal mondo di cui non vuole che faccia parte.

Ma ora Sabrina è una donna adulta, che conosce le regole che vigono nell’Élite e non si lascerà spezzare… neanche dall’amore.




Recensione

Quando una casa editrice sforna libri fantastici, con cover che lasciano a bocca aperta e un testo pulito, una lettrice sente un'affinità stellare. Sa che la prossima uscita sarà sua, ancora prima di sapere chi sarà l'autore o quale possa essere la storia. Ecco, io e la Always Publishing abbiamo questo rapporto: se dovessi dare un voto basso a un libro del loro catalogo, non scenderei sotto le 4 stelle... tanta roba!!! 



Quando hanno presentato le uscite pre-Rare, io e Stefania ci siamo parlate mentalmente (ormai siamo una cosa sola) e, stranamente, eravamo d'accordo su chi dovesse leggere cosa. Ho iniziato "Élite" mentre ero in bagno... suvvia, non fate quelle faccine!!! In quei momenti il kindle è un ottimo amico ahahah Diiicevo... l'ho iniziato e ho dovuto chiudere quando avevo le gambe addormentate e il sedere era diventato parte integrante del water.
Élite crea dipendenza. Stop. Non leggete se non potete finirlo. Stop.Datevi malati o prendete un giorno di ferie. Stop.
Un telegramma rende sempre bene l'idea! Non pensavo fosse così "tanto". Lo so, non è una frase di senso compiuto, ma "Élite" non è facile da spiegare.
Proviamo ad analizzare per punti, magari riesco meglio nel mio intento.

  • Erotismo
Il libro è bollente. Non tanto per gli amplessi - che comunque meritano un applauso! - ma per come ci si arriva. Laurelin Paige ha preso una ragazza qualunque, Sabrina, e le ha fatto incontrare due ragazzi. Niente cose perverse a tre, tranquilli. Da una parte il ragazzo per cui ha una cotta colossale, un ragazzo fuori dalla sua portata ma che, quando meno se lo aspetta, si accorge di lei. Dall'altra un uomo (perché definire Donovan, l'assistente del professore universitario, un ragazzo è un eufemismo) misterioso, tenebroso, di polso. Donovan sa cosa vuole: sa anche chi, dove e come lo vuole e gioca tutte le sue carte per ottenerlo. La caccia di Donovan a Sabrina è erotica. L'autrice spinge sull'acceleratore e ti fa sentire quell'elettricità nell'aria. Giri le pagine e respiri erotismo. La cosa S-U-B-L-I-M-E? Senza cadere nella volgarità, leggi e non ti rendi conto di quanto si sia alzata la temperatura finché non arrivi alla fine e ne vorresti ancora. Non hai voglia di saltare parole o righe, non ci sono interi capitoli sulla bellezza/dolcezza dei gingilli altrui. Non leggi amplessi da capogiro ogni tre righe. No, perché la bravura dell'autrice l'ha portata a scrivere un romanzo contemporaneo bollente, ma ben lontano dall'erotico fatto e finito.

  • Caratterizzazione 
Sabrina, Weston e Donovan sono descritti in modo dettagliato ma non troppo: l'autrice non ha svelato tutte le carte ma, nonostante la storia sia scritta dal punto di vista della ragazza, ha portato il lettore a farsi le domande giuste, a leggere tra le righe. Così capiamo a fondo Sabrina e i suoi bisogni: non posso spiegarveli chiaramente per evitare di spoilerare... ma senza il lavoro dell'autrice, avremmo storto il naso, trovando poco realistico quello che la ragazza prova, il suo bisogno in determinate situazioni.

  • Dipendenza
Già, dipendenza. Quella di Sabrina per qualcosa di sbagliato, per una persona che è quanto di più lontano dal suo tipo. Sabrina lotta tra il vorrei e il non dovrei: Weston, Donovan, Weston, Donovan. Una cantilena quasi amletica: cuore e testa non sono d'accordo, ma Donovan se ne frega e si intrufola nelle crepe quasi invisibili che segnano Sabrina.
Dipendenza di Donovan nei confronti di una donna che non va bene per lui tanto quanto sarebbe perfetta per il suo amico fraterno.
Dipendenza di Weston, incastrato a sua volta tra necessità e volontà.
Dipendenza nostra che ci ritroviamo a divorare le pagine in poco tempo, a dubitare delle scelte al fianco di Sabrina e a sclerare quando leggiamo l'ultimo capitolo nonché unico dal POV di Donovan.
La dipendenza ci porta in ginocchio, a implorare la casa editrice di darci il prima possibile il seguito!! E, magari, anche un Donovan!

Insomma... se non si è capito abbastanza: questo libro spacca!!!


Nessun commento:

Posta un commento