giovedì 24 ottobre 2019

Le recensioni di Viola: "Paura" di K. A. Merikan


Cambiamo genere con Viola. Ha letto per noi Paura di K.A. Merikan, titolo edito Quixote Translations, ma vi avvertiamo, non è un testo semplice.

Titolo: Paura

Autore: K.A. Merikan

Editore: Quixote Translations

Genere: QLGBT Dark Romance BDSM

Serie: The Copper Horse #1

Prezzo: Disponibile su KU

Data di pubblicazione: 31 agosto 2019


Sinossi

Londra
1907, vent’anni dopo l’inizio della Pestilenza zombie
Reuben vive negli slum di Londra, condividendo una stanza con suo padre e con una famiglia allargata fatta di scarafaggi. Povero, senza istruzione, reprime tutti i suoi desideri sessuali; conduce una vita fatta di infelicità, solo ogni tanto rischiarata dal gin e da un rozzo incontro in un vicolo lurido.
Ma quando viene portato a Bylondon per essere schiavo di Erik Dal, membro di una ricca famiglia criminale, i suoi valori vengono messi alla prova. Il suo nuovo padrone è ossessionato dall’equitazione, e ben presto Reuben impara che se obbedisce e si comporta bene come pony di Erik, potrebbe anche ottenere tutto quello che desidera: cure attente, cibo che non aveva mai nemmeno sognato, e sesso senza vergogna con un giovane uomo diabolicamente bello in stivali da equitazione.
Come Copper, animale da compagnia caro a Erik, Reuben deve sottomettersi ai capricci del suo nuovo padrone. Perlomeno se desidera ricevere bocconcini e non i colpi di un frustino. Code fasulle, finimenti, e un nuovo taglio di capelli per la sua zazzera rossa lo aiutano a trasformarsi in Copper, ma la paura di perdere la sua dignità agli occhi della società potrebbe rivelarsi una restrizione più pesante di qualsiasi morso, briglia o manetta.
Tutto questo, al piccolo prezzo della sua libertà. Anche se a volte Reuben ha la sensazione che Erik sia a caccia della sua anima, invece.




Recensione

Oggi Disastri vi porto a fare un viaggio nel tempo e in un mondo dove vivono anche gli zombie.
Vi porto a inizio 1900 a Londra insieme a Reuben, un fornaio della zona povera con nessun talento nel cuocere prodotti da forno, che vive insieme al padre, il quale non manca mai di ricordargli quanto lo trovi utile solo a recuperare le gabbie nelle fogne per avere la carne per i pasticci.
Si, avete letto fogne.
Si, ho scritto giusto quindi se volete storcere il naso accomodatevi pure.
A Reuben piace ritagliarsi un po' di tempo per poter bere un paio di gin di bassa qualità e adescare uomini per soddisfare i suoi istinti in luoghi isolati e bui in modo da non farsi scoprire.
Da sobrio non è mai riuscito a cedere e ad ammettere che la sua natura lo porti ad essere attratto dal suo stesso sesso. È contraddittorio lo so, ma l'epoca in cui ci siamo teletrasportati insieme a lui non è favorevole agli omosessuali.

Stanco di tutto accetta un  accordo con Jack ma si rivela essere una trappola e finisce per essere venduto e portato a casa di Eric "Bluefinghers" Dal a Bylondon, la Londra dei corrotti.
Il nostro protagonista dovrà essere lo stallone di padron Eric.
Okay, rileggete la frase.
 Si ho scritto stallone, e intendo un cavallo.
Reuben diventa Copper, per il suo colore dei capelli e deve essere il cavallo di padron Eric.
E intendo che padron Eric lo denuda, gli mette il morso, gli lega le mani alle gambe, e per mangiare... beh i cavalli non mangiano a tavola e con le mani ma hanno la mangiatoia, i cavalli hanno la criniera e la coda.. quando sono arrivata alla parte della coda non potete neanche immaginare a che altezza sono arrivate le mie sopracciglia mentre leggevo la descrizione.

Ma Reuben non è un cavallo e non riesce a soddisfare le esigenze del padrone e finisce con l'essere un cavallo un po' ribelle, soprattutto quando si tratta di mostrarsi con quel travestimento di fronte agli altri abitanti della casa. Ma chi vorrebbe essere il cavallo di qualcuno... va beh.
Eric ha una adorazione per i cavalli che trascende in ossessione. Nella sua residenza vi sono cavalli sotto ogni forma, dipinti, statue, i pioli delle scale, tutto richiama i cavalli. Se poi ci aggiungiamo che Eric è anche un po' perverso e che gli piace montare il suo stallone (quando scrivo montare intendo quel tipo di "monta"), premiarlo quando è ubbidiente e punirlo in modi che mai avrei immaginato. Riuscirà Reuben "Copper" a essere il miglior cavallo di padron Eric?

Il libro delle Merikan è.. è.. non so come definirlo con un semplice aggettivo. È tanto, è troppo e se a dirlo sono io che leggo ogni genere di storia potete credermi quando vi dico che sono rimasta completamente sbalordita. Il titolo Paura, la paura di Reuben, il terrore delle punizioni che ha subito o di cui è stato minacciato di subire per me sono finite in secondo piano, non so se sia voluto questo effetto ma io sono rimasta assolutamente affascinata e spaventata al tempo stesso dal personaggio di Eric e da ciò che hanno scelto di scrivere le autrici che sono riuscita a non sentire l'ansia da punizione ma di rimanere a bocca aperta come una scema e con la fronte aggrottata per lo stupore che quasi quasi suggerirei di mettere come consiglio di utilizzare una dose doppia di crema antirughe se decidete di leggere questo libro dalla stravagante ma originale trama e rimanere stravolta come me. Entrambi mi resteranno nella memoria in maniera indelebile. Per quanto riguarda la storia sembra proprio sia il primo volume di una serie quindi, tutti in sella ad aspettare la prossima galoppata.



Nessun commento:

Posta un commento