mercoledì 2 ottobre 2019

Le recensioni di Jessica: "Bye Bye, Girl" di Raffaella V. Poggi


Prima recensione di oggi a cura di Jessica. Il romanzo di cui ci parla oggi è "Bye Bye, Girl" di Raffaella V. Poggi.

Titolo: Bye Bye, Girl

Autore: Raffaella V. Poggi

Serie: Manhattan GIRLS

Editore: Self – Independently published

Data di pubblicazione: 15 settembre 2019

Genere: New Adult – Erotic romance – Suspense


Sinossi

Le ho spiegato a modo mio che cos’è un bacio:
è la porta degli inferi,
è la porta del sesso…
è la porta del cuore.

«Rapina finisce in tragedia: ladri uccidono i proprietari del Seven Sips per rubare l’incasso.»
Quello che sembra uno dei tanti titoli di cronaca è per New Rochelle, cittadina tranquilla a mezzora da New York, una notizia sconvolgente: sono morti Will e Anija Malloy, due imprenditori rispettati e amati, ma soprattutto i genitori di ben otto figli.
Tocca a Rachel, la sorella maggiore, occuparsi dei più piccoli, rinunciando allo studio, alla carriera, a ogni cosa… ma come fare a tenere unita la famiglia, non perdere il ristorante e la custodia dei fratelli quando a mettersi di mezzo c’è il procuratore generale in persona?
Rachel non può permettersi di mollare: è disposta a tutto, proprio a tutto, pur di tenere con sé i bambini, tuttavia i guai per lei sono appena cominciati perché… Nick è tornato.




Recensione


Cari Disasters, oggi vi parlo dell’ultimo romanzo di Velonero nelle sue mille sfaccettature. Questa recensione sarà un viaggio, senza spoiler, verso un giudizio che mentre scrivo queste parole ancora non ho ben chiaro…

Quando Nick torna a casa per il funerale del padre e della matrigna, dopo anni di assenza, i suoi fratelli si mostrano subito ostili nei suoi confronti. Non ha mai chiamato e sono certi che il suo unico interesse sia intascare l’eredità e sparire di nuovo. Temono anche che voglia vendere al socio di suo padre il loro ristorante, il Seven Sips. La priorità di Rachel è invece tenere unita la famiglia. È disposta a tutto pur di ottenere la custodia dei bambini, anche se suo padre e il suo fidanzato non sono affatto d’accordo. Nick è stato spietato con lei fin dall’inizio e Rachel sa di non poter contare sul suo aiuto. Ma è anche consapevole del fatto che senza di lui non potranno mai vincere la causa per l’affido, o tenere aperto il locale. La soluzione? Vendere l’anima al diavolo, ovviamente…
Okay, Jessica, e quindi?
E quindi è il momento di rimboccarsi le maniche e risolvere i misteri (sì, ho usato il plurale) di questo romanzo.

1) Chi ha ucciso i Malloy?
2) Perché lo ha fatto?
3) Perché Nick odia tanto Rachel?
4) Perché Nick è sparito per anni?
5) Cosa ne sarà dei piccoli Malloy?
6) Dov’è l’estintore più vicino?

Devo continuare? Perché giuro che potrei. Ogni volta che credevo di avere una risposta, ecco che le carte venivano mescolate nuovamente.

Mi ero fatta un’idea precisa di Nick, tanto per cominciare. Lo credevo il classico “bad boy”, bello e dannato, ma si è rivelato molto più di questo. Nick è un uomo che non ha permesso al suo passato di plasmarlo, né ai suoi errori di annientarlo.

Rachel d’altra parte, la “duchessa”, è una di quelle donne fastidiosamente perfette, o così pare. I suoi capelli sono sempre in ordine, non impreca mai… ma anche lei ha un bagaglio emotivo pesante che trascina con sé da troppo tempo. Anche lei ha un segreto che potrebbe distruggere tutti…
Okay, Jessica, va bene non fare spoiler, ma non ci stiamo capendo niente.
Leggi il romanzo e capirai. Io ho iniziato a farlo solo a metà dell’opera. La prima parte mi sembrava lenta, quasi inutile. Non riuscivo a capire dove volesse andare a parare Raffaella e poi… puff! Come per magia tutti i pezzi hanno iniziato a incastrarsi. Che geniaccio del male! C’è un motivo se i Malloy sono oggetto di attento esame all’inizio della storia e scoprirlo è stato sconvolgente. Ogni colpo di scena era seguito da un mio “no, non ci credo”. E poi c’è ovviamente l’inconfondibile marchio di fabbrica “Velonero”, delle scene hot molto intense. Ecco perché mi serviva l’estintore. Vi ho già risolto un mistero!
Gli altri però sono tutti vostri!

Ho provato dolore, ansia, l’adrenalina è volata alle stelle e mi sono sciolta come un cioccolatino al sole. Perciò ecco la risposta che cercavo, suppongo: non è un romanzo che dimenticherò tanto presto, anche se… il mio preferito resta Wedding Girl.



1 commento:

  1. Grazie Jessica, bellissima recensione ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤😍😘

    RispondiElimina