mercoledì 23 ottobre 2019

Le recensioni di Barbara: Un marito quasi perfetto di Nicola Rayner


E dopo un romance, passiamo ad un thriller. Barbara ci parla di Un marito quasi perfetto di Nicola Rayner, edito sempre Newton Compton Editori.

Titolo: Un marito quasi perfetto

Autore: Nicola Rayner

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Thriller

In uscita il: 26 settembre 2019

Prezzo: € 9,90


Sinossi

Alice non ha mai del tutto accettato che il marito sia stato un donnaiolo prima di sposarla. Ormai le sue avventure sono acqua passata, eppure lei non riesce a liberarsi di un’ossessione: vuole saperne di più sul passato di George. Soprattutto su una donna in particolare: si tratta di una studentessa che George frequentava ai tempi dell’università e che scomparve misteriosamente prima di terminare l’ultimo anno: Ruth Walker. Quando poi incontra per caso una donna che assomiglia a Ruth, comincia a nutrire l’inquietante sensazione che ci sia una verità diversa da quella che le ha raccontato George. Ma scavare nel passato di suo marito potrebbe significare inoltrarsi in una fitta rete di bugie più pericolosa di quanto Alice avrebbe mai potuto immaginare.

Recensione

Un paio di scarpe rosse e una borsetta abbandonate in spiaggia dopo una festa, un vestito a brandelli restituito dal mare dopo alcuni giorni. Scompare così Ruth, giovane e bellissima universitaria.

I personaggi principali sono tre donne e i loro punti di vista si alternano nella narrazione. Alice e Naomi nel presente e Kat, migliore amica di Ruth, nel passato, quando la tragedia si è consumata.    Ruotano attorno a loro fidanzati e amici, mariti e compagni, tutti ben delineati e raccontati con sapienza.
Un incontro fortuito e veloce su un treno getta Alice nella confusione più totale. E' davvero Ruth la ragazza, ormai divenuta donna, che ha visto? E suo marito George che frequentava la ragazza, e che si rifiuta di affrontare l'argomento relegandolo a episodi di gioventù, quanto sa e quanto invece nasconde?

Alice in realtà non è mai stata amica di Ruth, essendo più giovane, ma non ha mai dimenticato tutta la storia e il mistero della scomparsa della ragazza.  Dopo la scoperta di un dettaglio di una foto e una cartolina arrivata a casa destinata al marito, risolvere il mistero o quanto meno cercare di capire gli intrecci che vedono coinvolti George e il suo amico Dan diventano la sua ossessione. Contatta Naomi, sorella di Ruth, anche lei ferma alla sera della scomparsa e impossibilitata a vivere la sua vita e a dare un senso a tutta la storia.
Avvistamenti sparsi, giocattoli d'infanzia e cartoline spedite dalla cittadina universitaria teatro delle vicende, amici che forse amici non sono mai stati, sensi di colpa, invidie, gelosie e segreti...                Non manca nulla in questo thriller che, in un intreccio di storie e sentimenti, ti tiene ancorato a sè nella continua ricerca della verità.
Con piccoli dettagli lasciati cadere tra le pagine pensi di essere arrivato alla verità e poi si ribalta tutto completamente e le prospettive cambiano. Personaggi che in primo momento ho amato, nell'evolversi della storia sono diventati insopportabili, e altri che pensavo fossero deboli e succubi invece diventano i migliori.
Lascio a voi la scoperta del finale!




Nessun commento:

Posta un commento