lunedì 14 ottobre 2019

Le Recensioni di Barbara: "Devon - Sly - Al" di Jean C. Joachim


Barbara ci ha preso gusto e, anche oggi, ci racconta tre libri in un'unica recensione. Continua la sua lettura della serie "First & Ten" di Jean C. Joachim, tradotta e pubblicata in Italia da Quixote Translation.


                    


Recensione

Bentrovati Disastri! Oggi continua il mio racconto della serie “First & Ten”, dedicata al football: vi parlerò dei volumi 4, 5 e 6… mettetevi comodi!

Il quarto libro della serie ha come protagonisti Devon e Stormy, ma compaiono anche le coppie formatesi nei libri precedenti e ci addentriamo sempre più nello loro vite. Devon è un giocatore di football molto famoso, la sua squadra continua a vincere ed è fidanzato con una supermodella aspirante attrice; non potrebbe desiderare altro dalla vita se non fosse che la sua ragazza ha come obiettivo primario la sua carriera, non è quindi mai disponibile e ciò lo rende amareggiato e deluso. Stormy è la migliore amica di Samantha, sorella di Devon, si conoscono da sempre ma si sono allontanati quando lui, per non fare brutta figura con i suoi amici, la umilia al ballo della scuola. Si ritrovano una sera a cena a casa di Devon e benché Stormy abbia il viso tumefatto per le violenze subite dal suo ex, Devon prova una forte e immediata attrazione. Per continuare a proteggerla, visto l'insistenza dell'ex della ragazza che si presenta al rifugio per donne maltrattate di cui è ospite Stormy, la invita a vivere a casa sua.

Inizia così la loro convivenza e Devon si ritrova a desiderare di più dal rapporto con Stormy e dalla vita in generale. Stormy è da sempre innamorata di Devon ma il timore di non essere all'altezza della sua fidanzata la rende insicura e titubante sulle prospettive future, ecco perchè si mantiene sempre un po’ in disparte, timorosa di ritrovarsi nuovamente con il cuore spezzato. Devon però sa quello che vuole ed è avere Stormy nella sua vita, ma dovrà chiarire la situazione con la sua fidanzata e soprattutto dovrà trovare il coraggio di raccontare la verità sul passato e sulle vicende che li hanno allontanati. Attorno alla nuova coppia ritroviamo tutti i membri della squadra con rispettive mogli e fidanzate, preparativi di matrimonio, nuovi amori e consolidamento dei vecchi... I personaggi sono descritti sufficientemente bene, con una trama scorrevole, ma a parer mio sempre troppo piatta e senza eccessivi colpi di scena, con descrizioni fin troppo dettagliate delle partite e con tanti termini tecnici in cui mi sono un po’ persa.

Il quinto libro ha come protagonisti Samantha e Sly, che abbiamo conosciuto nel volume precedente. Sorella di Devon e migliore amica di Stormy, Samantha vive in casa con loro ma non sopporta più l'atteggiamento troppo protettivo del fratello che non vede assolutamente di buon occhio la sua relazione con il giocatore reputandolo poco affidabile: decide così di trovarsi un appartamento e di andare a vivere da sola. Vuole. Infatti. godersi appieno la storia con Sly che sta diventando sempre più importante per lei e non vuole farsi condizionare dai pensieri poco lusinghieri del fratello. Seppur cauta dopo la sua ultima deludente relazione. ama il modo tenero e rispettoso di approcciarsi di Bull e vuole davvero che la loro relazione si evolva.

Sly detto Bullhorn ha una pessima reputazione dovuta soprattutto al suo modo di ostentare le relazioni nello spogliatoio: in realtà cerca disperatamente di dimenticare l'umiliazione subita nella sua relazione precedente e trova in Samantha la realizzazione di tutti i suoi sogni… è disposto a tutto perché lei diventi la sua donna. Benché ricchissimo, è sempre molto attento ai soldi, essendo stato povero da ragazzino ed ammira particolarmente Sam per il suo essere così indipendente e per non essere interessata minimamente alla capienza del suo portafoglio.
I due si legano sempre più ma, quando le cose tra loro cominciano a funzionare seriamente, torna come un'ombra dal passato l'ex di Sly, in guai seri e con tutte le intenzioni di rientrare a pieno titolo nella vita del giocatore. Nonostante il rancore e il dolore che ancora prova, Bull non esita a darle il suo aiuto e questo provoca una serie di problemi e di attriti tra lui e Sam, convinta più che mai della non trasparenza della donna ma nello stesso tempo irritata con se stessa per i sentimenti negativi che prova, pur vedendola in evidente difficoltà. Dovranno imparare a fidarsi del loro amore se vorranno finalmente essere felici e soprattutto dovranno scendere a compromessi per rispettare i desideri dell'altro.

Sempre attorniati da tutti i membri della squadra, l'autrice ci porta spesso nelle loro vite raccontandoci episodi del loro quotidiano e l'evolversi delle loro storie. Non mancano anche in questo libro nuove gravidanze, nuove storie e altre che si disgregano... Poco interessante dal punto di vista dei dialoghi e dell'intensità delle emozioni, si ferma sempre sul filo del banale e del poco incisivo, le vicende più interessanti si risolvono troppo in fretta e senza la giusta dose di incisività. Per la quinta volta, quindi, lettura piacevole ma non da brividi...

Negli episodi precedenti (posso ben dirlo, essendo ormai al sesto libro della serie!) abbiamo conosciuto Trunk Mahoney come un personaggio tutt'altro che "carino”: seppur sposato, ama l'alcool e i locali di streap tease, non partecipa a nessun evento in compagnia della moglie e soprattutto non ama parlare del suo rapporto con lei. Ma, come spesso succede, sotto l'apparenza si nasconde una realtà ben diversa. Dopo la notifica di divorzio scopre che Mary gli ha tenuto nascosto un segreto piuttosto grosso e che tutta la sua idea di famiglia felice non ha mai avuto fondamento. Trunk, infatti, essendo rimasto orfano giovanissimo e non avendo mai ricevuto affetto dagli zii che lo hanno preso in affidamento, sogna da sempre di crearsi una sua famiglia, di avere una casa e qualcuno che lo aspetti. Decide così di dare un colpo di spugna al passato e di mettere in vendita la casa: per questo motivo prende in affitto una stanza sopra il bar "The Savage Beast", dove passa quasi tutte le sere, di proprietà di Carla Ricci.

Carla è una donna forte e indipendente con una regola inderogabile nelle sue relazioni, per cui viene lasciata perché nessuno riesce a comprenderla. Da tempo nutre una profonda attrazione per Trunk a cui non ha mai dato seguito perché sposato. Adesso che lui è libero, è comunque titubante per via della sua famosa decisione e, pur pensando che potrebbe valer la pena tentare, ha paura di ritrovarsi con il cuore spezzato.
La chimica però tra loro è troppo forte per poter resistere e si ritrovano così, non solo compagni di casa, ma anche di letto. È una storia d'amore fra due persone fragili e segnate dal passato, però troppi segreti e troppi timori impediscono loro di esternare i sentimenti e li tengono ancorati al livello base di una relazione che potrebbe invece renderli molto felici.

Mi è piaciuto un po’ di più dei libri precedenti, la storia è più interessante e coinvolgente, ma credo sempre che non vada mai completamente a fondo nelle situazioni e che si risolvano in maniera frettolosa e senza pathos. E nota negativa sulla regola fondamentale di Carla, che non vi racconto per non spoilerare troppo: se condivido che ognuno nella propria vita possa essere libero di fare le sue scelte, non condivido le parole e le giustificazioni che sono state date per motivare tale scelta. D’altro canto, ho apprezzato i temi importanti che vengono toccati e il messaggio positivo dell'amicizia e della famiglia e del senso di appartenza alla squadra e alla comunità.
Consigliato come sempre per chi è in chi cerca di una lettura leggera e per chi ama gli sport romance con tanti dettagli tecnici.

Pur finendo leggermente in crescendo, il voto rimane invariato... Confido nel prossimo volume, sono sincera!


Nessun commento:

Posta un commento