lunedì 2 settembre 2019

Review party: Dirty Dagon di Mysano


Review party. Siamo arrivate al terzo volume della Dirty series di Mysano. Viola ha letto "Dirty DAGON" e ce ne parla immediatamente.

Titolo: Dirty DAGON

Serie:  Dirty Series #3

Autore: Mysano

Editore: Self Publishing

Genere: Erotic Novel

Prezzo EBook: 1,99 (promo per il primo mese, dopo 2,99)

Data pubblicazione: 31 agosto 2019


Sinossi

Ho passato tutta la mia esistenza cullando la convinzione che la perfezione non esistesse, che quel canone di assoluta e compiuta bellezza fosse soltanto uno standard irraggiungibile per chiunque, anche per una come me che ha trascorso tutta la vita tra concorsi di bellezza e sfilate d’alta moda.
Poi però ho visto lui.
Rude, scostante, impassibile.
L’unico uomo al mondo che, se fossi una donna intelligente, mi studierei di evitare.
L’ho guardato fissarmi preoccupato attraverso la coltre di sangue che gli ricopriva il viso, linfa vitale che aveva versato per me, ed è stato allora che ho capito quanto mi sbagliavo.
La perfezione esiste e porta il nome di Dagon.




Recensione

Cari disastri, oggi vi parlo del terzo capito della serie Dirty i cui protagonisti sono Charlotte, la migliore amica di Hope, e di Dagon, il mastodontico capo della sicurezza del locale di Jude.

Charlie è bionda, occhi turchesi e fisico da modella. Di Dagon posso solo dirvi che il prestavolto scelto dall'autrice è Momoa.... penso di non dovervelo nemmeno descrivere!
Questo terzo capitolo inizia dal momento in cui Charlie ha appena saputo che Jamie vuole interrompere la loro storia di letto e se ne va dal locale, inconsapevolmente inseguita dal capo della sicurezza con l'unico scopo di controllare che andasse tutto bene, ma nonostante la mole di Dagon, lei si spaventa. È da quando la sua vecchia automobile è stata fatta saltare per aria davanti a casa e la sua amica era sparita per mesi che Charlotte vive con la paura che il colpevole dell'esplosione torni da lei e le faccia del male. Chiudersi in casa e chiudere persino la porta della propria camera a chiave non la aiutano, e l'ansia e la paura la portano a dormire poco e male, a spaventarsi anche per un nonnulla. Figuratevi che salto ha fatto quando Dagon le domanda se sta bene nel parcheggio del locale.

Dagon è un uomo sicuro di sé, quando parla sembra sempre impartire ordini, ha poca pazienza ed è capace di capire le intenzioni delle persone grazie al suo passato trascorso a Compton, zona molto più che malfidata. Grazie al suo passato, evita di incrociare il proprio cammino con un determinato tipo di persone e tra queste rientra anche Charlie, che lui soprannomina Barbie, ritenendola un bell'involucro fuori ma la giudica senza nemmeno conoscerla come una svampita viziata a cui serve mettersi in mostra.

E proprio quando non vuoi avere a che fare con qualcuno, chissà perchè te lo ritrovi sempre tra i piedi... quindi Dagon si trova a dover interagire più di quanto voglia con quella ragazza che ogni volta, con una frase o con un comportamento, lo stupisce fino a fargli cambiare idea sulla persona che ha davanti.
Le paure di Charlie pian piano si realizzano e nonostante con lei sia rozzo e si comporti da emetito s.....o, con la presenza di Dagon lei si sente sicura. Sensazioni contrastanti crescono in entrambi ma la storia del passato del Bisonte del Dirty è qualcosa che potrebbe far scoppiare come una bolla di sapone quello che iniziano a provare uno per l'altra.
Come andrà a finire tra la più strana coppia, almeno per ora, creata in questa serie?

La storia è scritta a pov alterni con i protagonisti che si prestano a raccontarci di loro ed è scritta in prima persona. Mi perdonerete ma io di questa sierie preferisco sempre le protagoniste piuttosto che i maschioni.. Charlie è fragile ma quando serve tira fuori gli attributi e si trasforma da agnellino sul banco sacrificale a tigre. Per quel che riguarda lei, il messaggio è di non giudicare in base alle apparenze.

Dagon, perdonatemi, ma non mi ha convinto fino in fondo, seppur abbia recuperato nel finale. Forse è bene che mi spieghi.. Il suo personaggio mi è sembrato un mix tra Acquaman (interpretato proprio da Mamoa) e la versione Mr. Hyde di Mr.Grey e mi risulta difficile spiegarmi senza incorrere nel mega spoiler, quindi sarò ben felice di dirvi la mia una volta che lo avrete letto. Per quel che riguarda la struttura della storia, penso che ci sia tutto ciò che serve a stupire il lettore: c'è la giusta quantità di ansia da gestire, la voglia di prendere a ceffoni Dagon quando sarà troppo s.....o e di tenerselo stretto quando parlerà a cuore aperto con l'unica donna a cui pensava di non poter mai donare il proprio cuore.


Ho letto due volte il libro, grazie alla disponibilità e la gentilezza dell'autrice: per una volta, l'autrice non si è risentita quando l'ho contattata mostrandole gli errori presenti. Dovrebbe essere la normalità, ma sappiamo benissimo che succede sempre più raramente. Non vuole essere una sviolinata, non mi conoscete se lo pensate!

Detto questo, mi manca la valutazione e mi trovo un pò in difficoltà, perchè mi è piaciuto e numericamente sarebbe un sette e mezzo... in piume, ecco qui.

Nessun commento:

Posta un commento