lunedì 23 settembre 2019

Le recensioni di Yaya: Mai più così vicini di Marilena Barbagallo


A inizio mese è uscito il nuovo romanzo di Marilena Barbagallo, Mai più così vicini, edito Newton Compton Editori e la nostra Yaya non poteva lasciarsi scappare questa lettura! Le sarà piaciuto?

Titolo: Mai più così vicini

Autore: Marilena Barbagallo

Editore: Newton Compton Editori

In uscita il: 05 settembre 2019

Prezzo: € 9,90


Sinossi

Restare nell’ombra è la sua arte. Lui non ha mai fallito, ha portato a termine più di settantacinque rapine, è imprendibile. Lo chiamano Delirio. Siria ha sempre disprezzato il “mestiere” di famiglia, e tanto più lo disprezza ora che anche per lei è arrivato il momento di prostituirsi. «Quando sarò abbastanza grande, ti sposerò», le aveva promesso il piccolo Ermes. Ma lui non è più tornato. Il giorno in cui le loro vite si incrociano di nuovo, lei non lo riconosce. Non sa che è il ladro più famoso che ci sia in circolazione. Sa solo che è più bello di come lo aveva immaginato e che non ha mai smesso di volergli bene. Presto capisce che lui non è più interessato a lei, e che quella promessa era solo una stupida frase detta da un ragazzino. Un giorno Delirio viene convocato per un incarico che è costretto ad accettare. Non può immaginare che si troverà a commettere il primo errore della sua carriera. Che cosa accade quando un proiettile colpisce la persona sbagliata?

Recensione

Amo da sempre la penna di questa scrittrice, amo il suo modo di regalare e regalarmi emozioni, e ad essere del tutto sincera ho avuto bisogno di tre giorni per metabolizzare il libro e trovare le parole giuste per rendere giustizia a questa storia, diversa dalle solite, e che alla fine ci lascia con l’amaro in bocca.

L’ho amato davvero, e uno dei motivi è la favola del sole e della luna, che con maestria  l’autrice è riuscita ad associare alla storia dei nostri protagonisti.
Mi è piaciuta tanto l’idea della scrittrice di usarla per raccontare l’amore tra questi due giovani ragazzi, e penso che è proprio adatta a loro.
La conoscete? Ricordo ancora il giorno in cui l’ho scoperta grazie ad un amico e ancora oggi la porto nel cuore.

…”Quando il Sole e la Luna si incontrarono per la prima volta, si innamorarono perdutamente e da quel momento cominciarono a vivere un grande Amore... Allora il mondo non esisteva ancora e il giorno che Dio decise di crearlo, gli donò il tocco finale... la bellezza!
E decise anche che il Sole avrebbe illuminato il giorno e la Luna la notte, obbligandoli senza volerlo a vivere separati.
I due si intristirono molto quando capirono che non si sarebbero mai più incontrati. La Luna diventava sempre più amareggiata malgrado la brillantezza che Dio le aveva donato, Lei soffriva di solitudine...Il Sole, a sua volta, aveva guadagnato un titolo di nobiltà "Re degli Astri", ma anche questo non lo rendeva felice...
Dio li chiamò e li disse"non avete nessun motivo per essere tristi dopotutto avete una brillantezza che vi distingue l'uno dall'altra. Tu Luna, illuminerai le notti fredde e calde, incanterai gli innamorati e sarai molte volte motivo di poesia... Quanto a te Sole, sostenterai questo titolo perchè sei il più importante degli astri, illuminerai la Terra durante il giorno, fornirai calore agli esseri umani e la tua semplice presenza farà le persone felici...
La Luna si intristì molto per il suo terribile destino e trascorreva i giorni piangendo. Il Sole soffriva per la tristezza della Luna, ma non poteva lasciarsi andare perchè doveva darLe la forza di accettare il destino che Dio aveva deciso per loro. La sua preoccupazione era tanto grande che pensò di chiedere un favore a Dio: "Signore, aiuta la Luna, per favore, lei è più fragile di me, non sopporterà la solitudine". E Dio con la sua bontà creò le stelle per tenere compagnia alla Luna.
La Luna quando è molto triste ricorre all'aiuto delle stelle, che fanno di tutto per consolarla, ma quasi sempre non ci riescono.
Tutt'oggi loro vivono così... separati.
Il Sole finge di essere felice, e la Luna non riesce a nascondere la Sua tristezza. Il Sole è ancora caldo di passione per la Luna e Lei vive ancora nell'oscurità della solitudine.
Il desiderio di Dio era che la Luna dovesse essere sempre piena e luminosa, ma lei non riusciva ad esaudirlo.. Perchè è una Donna e una Donna nella sua Vita ha delle fasi: quando è felice riesce ad essere piena e luminosa, ma quando è triste è calante, e quando è calante non è nemmeno possibile vedere la Sua brillantezza.
Luna e Sole seguono il loro destino, Lui solitario ma forte, Lei in compagnia delle Stelle ma debole.
Gli umani cercano in tutti i momenti di conquistarLa, come se questo fosse possibile. Ogni tanto alcuni uomini La raggiungono ma ritornano sempre soli, nessuno di loro è mai riuscito a portarLa fino alla Terra, nessuno di loro L'ha veramente conquistata, anche se pensavono di averlo fatto.
Dio ha deciso che nessun Amore in questo mondo fosse del tutto impossibile, neanche quello tra la Luna ed il Sole ed è stato allora che ha creato l'eclissi.
Oggi Sole e Luna vivono nell'attesa di questo istante, unico momento raro che li è stato concesso. Quando guarderemo il cielo e vedremo il Sole nascondere la Luna è perchè sdraiandosi su di Lei, incominciano ad amarsi.... La brillantezza della loro estasi è così grande che gli occhi umani non possono guardare l'eclissi... gli occhi potrebbero rimanere accecati... nel vedere tanto Amore…”.

Ermes, alias Delirio, scoprirete il perché di questo nome, durante la lettura è un ladro. Restare nell’ombra è la sua arte, non ha mai sbagliato un colpo, viene ingaggiato continuamente per portare a termine compiti che nessuno è in grado di svolgere.
I nostri protagonisti sono cresciuti insieme, si conoscono da sempre, hanno sin da quando erano bambini un bellissimo rapporto di amicizia, che nel corso del tempo si è trasformato in qualcosa di più grande e forte…ma, c’è sempre un ma!!
Ermes era un bambino/ragazzo dolce, sempre tenero e protettivo nei confronti di Siria, c’è sempre stato per lei, in ogni circostanza, e tutte le volte era pronto ad asciugare le lacrime di una bambina sola, costretta a subire il lavoro sconveniente della madre.
Siria è una giovane donna, la vita non è stata clemente con lei, figlia di una donna costretta a vendersi per ripagare il debito dell’uomo che le ha abbandonate, ha da sempre disprezzato il “mestiere” di famiglia, e tanto più lo disprezza ora che anche per lei è arrivato il momento di prostituirsi, per poter andare avanti…ed estinguere definitivamente il debito che pesa su di loro come un macigno.

Una promessa…«Quando sarò abbastanza grande, ti sposerò», promessa che il nostro Ermes non ha però mai mantenuto. Le loro vite infatti, procedono su due rette parallele, è impossibile che queste si possono incontrare eppure il destino ha in serbo ancora tanto per loro due.
Si incontrano dopo anni passati nel silenzio, ma il giorno in cui le loro vite si incrociano di nuovo, lei non lo riconosce, non sa che è il ladro più famoso che ci sia in circolazione. Per lei è ancora quel ragazzino, che non ha mai dimenticato, e che inconsciamente ha aspettato senza mai smettere di volergli bene. Presto però la dura realtà la colpisce come un pugno in faccia, capisce che lui non è più interessato a lei, e che quella promessa era solo una stupida frase detta da un ragazzino.

Niente tra di loro sarà facile, si amano in silenzio, da lontano, ma non riescono a mettere da parte la paura, il tempo passato separati odiandosi; lui non si sente degno di lei, sa di averla delusa ed ha paura di continuare a farlo, non solo per il suo passato, ma anche per il suo lavoro, lavoro che prima o poi lo condannerà a stare senza di lei, è per questo che è convinto che rinunciare a lei sia la cosa migliore.
Ma sarà davvero così?

Quando un giorno Delirio viene convocato per un incarico che è costretto ad accettare, senza sé e senza ma, non può immaginare che si troverà a commettere il primo errore della sua carriera, errore che cambierà di nuovo il destino dei nostri protagonisti.
Che cosa accadrà quando un proiettile colpirà la persona sbagliata? Quando entrambi saranno di nuovo lontani, a combattere contro i loro demoni, contro mostri che vogliono distruggerli? Il destino, avrà già giocato tutte le sue carte contro di loro, o avrà ancora qualcosa da fargli vivere? Riusciranno a viversi e finalmente amarsi?
Non posso dirvelo, dovrete scoprirlo da sole, io vi dico solo, preparatevi a vivere una carambola di emozioni e un caleidoscopio di sensazione che vi porteranno a lasciare tra queste pagine lacrime, anima, cuore e corpo; preparatevi a ridere, piangere, imprecare e soprattutto preparatevi a sperare, sognare, amare questi due giovani protagonisti.
Mettetevi accanto fazzoletti, tante pillole di maalox e l’ipod. Se vi state chiedendo il perché vi dico questo è molto semplice, mentre ero immersa in questa storia mi venivano in mente le parole di Antonello Venditti:

Lo sai o non lo sai, che per me sei sempre tu la sola
Chiama quando vuoi, basta un gesto forse una parola
Che non c'è sesso senza amore, è dura legge nel mio cuore
Che sono un'anima ribelle
Ricordati di me, della mia pelle, ricordati di te com'eri prima
Il tempo lentamente ti consuma
Ma non c'è sesso e non c'è amore, né tenerezza nel tuo cuore
Che raramente s'innamora
Ricordati di me, quando ridi, quando sei da sola
Fidati di me, questa vita e questo tempo vola…

Di questa storia ho apprezzato tantissimo anche i personaggi secondari, veramente belli i caratteri secondari, mi hanno parecchio intrigata, soprattutto Rex, e se leggerete la storia vi sarà chiaro anche il perché, spero che Marilena voglia prima o poi regalarci una storia proprio su di lui.
Faccio i complimenti alla scrittrice, per averci regalato questa bellissima storia d’amore. Spero di avervi incuriosito e che darete al libro una possibilità.
Buona lettura mie care disaster.



Nessun commento:

Posta un commento