martedì 3 settembre 2019

Le recensioni di Viola: "Intrighi a Darkstone" di Serena Lilyen


La nostra Viola-Cuore Triskell torna per parlarci del giallo storico uscito il 14 agosto: scopriamo cosa ne pensa del libro di Serena Lilyen.


Titolo: Intrighi a Darkstone

Autrice: Serena Lilyen

Genere: Giallo storico

Data di pubblicazione: 14 Agosto

Collana: Rainbow

Prezzo: € 5,99 


Sinossi

Inghilterra, Anno del Signore 1052. Kelan di Darkstone ha ormai deciso di prendere i voti e lasciarsi alle spalle la sua vita laica. Almeno finché non giunge un messaggero che lo informa della morte del padre e della scomparsa del fratello. Kelan è perciò costretto ad abbandonare il monastero per fare ritorno a Darkstone, dove è cresciuto e da dove è fuggito.
Kelan, tuttavia, non ha alcuna intenzione di diventare duca, per cui si getta nella disperata ricerca del fratello, che crede ancora vivo. Nonostante la madre lo spinga a prendersi le sue responsabilità, sposarsi e generare un erede - per evitare che il feudo cada nelle mani della velenosa moglie incinta di Finn, Kelan non intende arrendersi.
Ad aiutarlo c'è Ryan Campbell, giovane figlio dello stalliere Sam, che era come un padre per Kelan. Ryan non vede di buon occhio Kelan e tutti i nobili come lui, ma, dopo la morte sospetta del padre, accetta di indagare assieme a Kelan per scoprire cosa sta succedendo all'interno delle mura del castello.
Tra intrighi, spie e tradimenti, i due indagheranno per scoprire la verità ed evitare che altre vite vengano spezzate. Non possono fidarsi di nessuno, se non di loro stessi, e questo li porterà più vicini di quanto avrebbero mai pensato. La passione tra di loro divampa, ma Kelan non vuole mancare di rispetto al suo vecchio amico Sam, nonostante l'attrazione per Ryan sia ogni giorno più forte.
Riusciranno i due a scoprire il mistero che si cela dietro la scomparsa di Finn, prima che sia troppo tardi?




Recensione

Avevo proprio bisogno di un tuffo nel passato. Amo tutto ciò che prevede i castelli, soprattutto se in Inghilterra, e anche se non sono una fan accanita di storici alcuni ho proprio la necessità di leggerli, soprattutto se hanno un mistero da svelare. E quando trovo questo mix allora mi si ritrova in prima fila per scoprire una nuova storia neanche fossi un soldato di fanteria.

Intrighi a Darkstone è un libro coinvolgente con i due protagonisti tutti da scoprire .
Kealan è il secondogenito del duca di Darkstone, è un ragazzo gentile ed educato che non fa differenze tra i servi o persone dotate di titolo nobiliare tanto che era spesso in compagnia di Sam, lo stalliere del padre, e che da adolescente ha preferito seguire la via monastica pur di allontanarsi dai confini del ducato perchè incapace di sopportare l'atteggiamento del padre nei suoi confronti.
Kealan è solo felice di non essere l'erede del titolo dato che non ha alcun tipo di interesse a sposare una donna. E la sua preferenza verso il genere maschile è il secondo motivo che l'ha spinto ad andar via.
Ma il destino per lui ha in serbo altro. Sarà costretto a tornare a Darkstone dopo la morte del padre e l'improvvisa sparizione di suo fratello Finn, e prendere in mano le redini del ducato, almeno finchè non si ritrovi Finn vivo o morto.

Ryan è il figlio di Sam e odia Kealan per qualcosa che neanche il diretto interessato di quel sentimento sa. Non crede nella buona fede di quel ragazzo, lo crede uguale al padre e all'inizio non sarà affatto cortese con lui. Ci vorrà un po di tempo e un episodio particolare per far cambiare idea a quel testone di Ryan.

I due protagonisti si metteranno alla ricerca di indizi pur di trovare qualcosa che li conduca a scoprire dove sia Finn - sempre che sia vivo. E mentre loro fanno ricerche a Darkstone ci sono aggressioni, omicidi e persone che tramano dietro porte chiuse infittendo maggiormente la trama.
Troveranno Finn?
Kealan rinuncerà al sentimento che è cresciuto dentro di lui per Ryan per portare avanti il ducato?

Il libro si legge in maniera scorrevole e risulta una lettura piacevole e intrigante. Il mix tra romance e giallo in alcuni punti l'ho trovato molto buono anche se nella mia testa mi chiedevo perchè facessero più ricerche a tavolino piuttosto che cercare in ogni anfratto del ducato. Ci poteva stare che seguissero delle piste ma passano i mesi e non si legge da nessuna parte che Kealan abbia mandato a setacciare il territorio pur di trovare il fratello. Almeno questa è stata la sensazione che ho avuto io.
I personaggi sono molto ben descritti sia i principali che i secondari, l'ambientazione è assolutamente uno dei miei preferiti e per me e la mia testa contorta l'unica cosa che mi ha lasciata un poco perplessa è quella accennata prima in merito allo svolgimento delle ricerche, forse dovute alla preferenza dell'autrice di soffermarsi sul lato romance raccontandoci il crescente amore tra i due protagonisti e la loro voglia di potersi abbracciare, toccare o anche solo sfiorare senza dover essere accusati e puniti come sodomiti.



Nessun commento:

Posta un commento