lunedì 30 settembre 2019

Le recensioni di Barbara: "Il 6 di Oxford Street" di Deborah Begali


Torniamo a parlare di un romanzo storico. Dopo aver letto Georgiana, Barbara ha letto  "Il 6 di Oxford Street" di Deborah Begali, edito Leggereditore. Avrà apprezzato la lettura?


Titolo: Il 6 di Oxford Street

Autore: Deborah Begali

Editore: Leggereditore

Collana: Collana Narrativa

Data di pubblicazione: 20 dicembre 2018

Prezzo: 4,99 € ebook


Sinossi

Un agghiacciante segreto aleggia sul numero 6 di Oxford Street… L’amore tra Georgiana e Lucas sarà più forte del destino avverso? 

Inghilterra 1817. Lucas Benedict e Georgiana Eagle, finalmente marito e moglie, si godono la luna di miele nel Mediterraneo a bordo della Thalia. Non tutto, però, procede secondo i piani. Nonostante i numerosi scali e le distrazioni offerte dal viaggio, Georgiana non riesce a non pensare alla sua famiglia: la mancanza di notizie dall’Inghilterra le fa sospettare che qualcosa di terribile sia accaduto ai suoi cari. Come se non bastasse, anche Lucas si comporta in modo anomalo, alternando nei confronti della moglie inspiegabili fasi di ostilità a momenti di inarrestabile passione. Georgiana ignora che un terribile segreto lo perseguita da molto tempo e rischia di compromettere il loro futuro insieme. L’oscuro e raccapricciante passato del capitano Benedict, infatti, è tornato a farsi vivo, e il tormento legato alla sua casa natale, il 6 di Oxford Street, rende Lucas insicuro e spietato, pronto a qualsiasi cosa pur di evitare che la sua adorata moglie ne rimanga invischiata. Riuscirà l’amore tra lui e Georgiana a essere più forte del destino avverso e a contrastare la dispotica Lady Asheby, capace di tenere sotto scacco ogni mossa di Benedict?




Recensione

Seguito di Georgiana, in questo libro ritroviamo i nostri protagonisti ,Georgiana e Lucas, in una battaglia senza fine tra dolore, perdono, sofferenza e delusione in cui comunque prevale l'amore, sopravvissuto e nonostante tutto.

Lucas e Georgiana sono sempre due temperamenti forti che continuano in un tumulto di emozioni ad avvicinarsi ed allontanarsi. Finalmente marito e moglie e in viaggio per mare nel Mediterraneo, Georgiana si ritrova però ad affrontare non soltanto l'allontanamento fisico dalla sua famiglia ma anche la sensazione che Lucas non le dica tutta la verità. Lucas d'altro canto nasconde un tragico segreto familiare che lo tiene in balia di sentimenti contrastanti che riversa inevitabilmente su Georgiana. Al rientro in patria tante verità taciute verranno a galla e non sarà facile per nessuno dei due affrontare la realtà che li vedrà uniti, divisi e poi ancora uniti in un percorso a ostacoli per arrivare alla salvezza della loro unione e alla possibilità di una seconda occasione.

Come nel libro precedente i nostri protagonisti sono testardi, orgogliosi e puntigliosi, convinti delle proprie decisioni e incapaci però di vivere separati. Si troveranno a rispondere a continui attacchi dovuti alle loro decisioni, non soltanto da parte della società ma anche e soprattutto all'interno della famiglia, specialmente della zia di Lucas convinta di poter decidere a proprio piacimento della sua vita, pronta a manovrare tutto e tutti e a muoversi nell'ombra pur di ottenere il risultato voluto.
Lucas è in questo secondo capitolo della sua storia ancora più complicato e poco trasparente, eternamente tormentato dal suo passato e reso insicuro dalla sofferenza familiare e dal continuo negarsi le emozioni. E seppur l'ho apprezzato nel riconoscimento dell'importanza nella sua vita di Georgiana, non riesco proprio a perdonargli i suoi sotterfugi e le mille macchinazioni. E Georgiana se nella prima parte l'ho trovata un po' troppo arrendevole e propensa a farsi guidare e a cambiare anche il proprio modo di essere per conformarsi a Lucas e alla sua volontà, si riscatta poi alla grande nel momento in cui nella massima tragicità della storia trova in se stessa e nel suo essere fuori dagli schemi il modo per salvare Lucas e il loro amore.

Così come nel primo libro anche questa volta i miei sentimenti sono stati davvero irrazionali, un attimo li amavo e leggevo pagine su pagine, il momento successivo disprezzavo loro e le loro scelte e avevo necessità proprio fisica di staccare ed elaborare il tutto. Ma come una potente calamita la narrazione mi richiamava a se per cercare di capire tutto quello che era ancora celato e per vedere come si sarebbe evoluto il tutto.
Quindi carissimi disastri anche se la recensione  risulta un po' misteriosa è fatta semplicemente per evitare spoiler che rovinerebbero la lettura, perciò leggetelo e non ve ne pentirete!!


Nessun commento:

Posta un commento