mercoledì 11 settembre 2019

Le doppie di Stefania & Vanessa: Per sempre la mia ragazza di Heidi McLaughlin


Recensione doppia, doppia recensione.
Stefania, dopo aver visto il film cento volte, non vedeva l’ora di leggere anche la versione libro; Vanessa che del film non aveva visto nemmeno il trailer, è rimasta ammaliata dalla trama.
Ecco quindi due disastri a confronto!
Vi parlano di "Per sempre la mia ragazza" di Heidi McLaughlin, edito Triskell Edizioni.

Titolo: Per sempre la mia ragazza

Serie: Beaumont #1

Autrice: Heidi McLaughlin

Editore: Triskell Edizioni

Genere: Contemporaneo

Collana: romance

Data di pubblicazione: 11 settembre 2019

Prezzo: € 4,99


Sinossi

Liam non aveva in programma di diventare una rockstar. 
La sua vita era stata tutta pianificata. Football al college. Entrare nella NFL. Sposare la sua ragazza, con la quale avrebbe passato il resto della vita.
Eppure le ha spezzato il cuore il giorno in cui le ha detto che se ne sarebbe andato. Era giovane e pensava di aver preso la decisione migliore per lui, ma era quella sbagliata per loro come coppia. 
Liam ha riversato tutta la sua anima nella musica, ma non ha mai dimenticato lei, la sua Josie. Né il suo odore, o il suo sorriso.
E ora Liam sta tornando a casa dopo dieci anni, per piangere la perdita di un amico comune.
Rivedrà Josie, rivedrà la sua ragazza. 
Sarà in grado di spiegarle ciò che l’ha portato a dividersi da lei e soprattutto sarà in grado di riprendersi l’amore della sua vita?

Recensione

“C’è solo un colore di capelli che riesce a farmi battere il cuore, e non è il biondo. Nemmeno il rosso. E gli occhi. Mai azzurri. Devono essere marroni o verdi, ma mai azzurri.”

Liam Page è una star, ma a nulla serve la musica, né lo stuolo di persone che assistono ai suoi concerti, men che meno le ragazze che passano dal suo letto. Dopo dieci anni, le sue giornate sono ancora condizionate dai rimorsi e i ricordi.
Il ricordo dell’unico grande amore, quello nato sui banchi di scuola e pianificato in ogni dettaglio due secondi dopo averlo trovato, e di cui canta ogni parola e melodia; e il rimorso per averlo lasciato indietro con poche parole, senza lasciare spazio ad altre possibilità.

“… avevo detto che l’avrei amata per sempre. Le avevo detto per primo che l’amavo, e le avevo promesso che non l’avrei mai lasciata.”

Liam è questo, un uomo imperfetto a cui manca ciò che possedeva ma non ha il coraggio di andare a riprenderlo. Mai in dieci anni è tornato sui suoi passi, mai ha rimesso piede nella sua città natale e mai ha richiamato l’unica donna a cui avrebbe dovuto una spiegazione più esaustiva del “Non posso più stare con te, Josephine” .
Le cose però sono destinate a cambiare in maniera drastica. Neanche immagina quanto.

Il suo migliore amico ai tempi della scuola, la sua spalla destra nello sport e nella vita, è venuto a mancare.  Mason era un pilastro per lui, il compagno di divertimenti e di uscite in coppia. Come lui, anche Mason aveva trovato l’amore in classe, e ora il destino ha spezzato la sua vita lasciando una moglie e due figlie inconsolabili.

È ora di tornare a casa. È ora di alzare la testa dalla sabbia e ritrovare il proprio posto nel mondo, se ancora c’è un posto. È ora di superare le paure che hanno eretto muri invalicabili tra lui e chi lo amava.

Josie è la fiorista del paese.
Josie è amica di Mason e Katelyn.
Josie è la ex ragazza di Liam.

Erano la coppia più invidiata, la cheerleader e il quarterback della scuola, i classici fidanzatini d’America e poi la porta si è chiusa senza far troppo rumore, ma lacerandole l’anima.
E ora, nonostante debba prepararsi a dire addio ad un amico, l’unica cosa a cui riesce a pensare è Liam. Come ieri, l’altro ieri e il giorno prima ancora.

“L’amore della mia vita non era morto, aveva solo deciso che non ero più ciò di cui aveva bisogno, e se n’era andato. Non avevo dovuto seppellirlo o svuotare il suo ufficio. Si era portato via il mio cuore  quanto aveva chiuso la porta.”

Sono passati dieci anni da quando Liam l’ha lasciata, e nonostante il tempo curi tutti le ferite, la sua ogni tanto sanguina ancora. Ma quando ami qualcuno così intensamente come si sono amati loro, non si può dimenticare tanto facilmente.

Lui è una presenza fissa, un fantasma impossibile da scacciare, un’immagine fissa nella mente.  Il motivo a cui si aggrappa da dieci lunghissimi anni per non dover cambiare vita. E di motivi per andare oltre ne avrebbe…
Il passato non si può cambiare, il presente è il frutto di ogni sacrificio, lacrima versata e cicatrici incise sulla pelle, ma il futuro è ancora da costruire e può essere modificato. Per Josie e Liam significa riaprire quella porta e tentare il tutto per tutto, a costo di soffrire ancora, per ritrovare la via di casa persa quel lontano giorno.
Perché nonostante tutti gli errori commessi, Josie per Liam rimane PER SEMPRE LA MIA RAGAZZA.

Disastri, che lettura!
Abbiamo passato l’estate ad aspettarlo, ne abbiamo parlato tantissimo e una volta girate le prime pagine è stato amore a prima vista.
Una storia toccante, difficile. Un amore con tante ombre e mancanze. Leggere la sofferenza di entrambi è stato sfiancante, accentuato ancor di più dal motivo per cui si ritrovano sotto lo stesso cielo dopo anni.
La morte di Mason è stata descritta da ogni angolazione possibile portando lacrime amare anche sui nostri volti. Abbiamo avuto l’impressione di essere insieme a Josie nel preparare le corone funebri, con Liam nel ricordare i tanti momenti vissuti, con Katelyn e le bambine nel difficile compito di dire addio a un marito e un padre, e presenti  il giorno del suo funerale sedute tra i parenti e amici.

Detto questo, se avete visto il film Forever my girl resettate i ricordi prima di intraprendere la lettura. Per me (Vanessa) è stato più semplice immergersi nella lettura mentre per me (Stefania) è stato un continuo “questo è uguale, quello è diverso dal film, oh questa scena nel libro non c’è!...”.
Insomma il bello di questa doppia è proprio questo. Abbiamo chiesto supporto una all’altra ad ogni cambio scena, pianto dalla terza pagina e cercato di guardare con occhio critico il tutto.
I nostri punti di vista sono opposti per tanti motivi ma convergenti al 100%.
Stessi pensieri, stesse deduzioni, stesse emozioni.

Quindi, SI il libro è più bello del film, ma anche SI il film è più bello del libro.
È anche vero però che libro e film sono due cose diverse.
Detto così sembra che siamo impazzite ma è la verità.

Scritto a doppio pdv il libro come sempre ha un’intensità maggiore, è più introspettivo e le emozioni toccano cime altissime. È così amplificato che quasi sembra reale. La storia se la guardiamo in questa ottica è sicuramente più completa e ricca di sfumature. Si comprendono meglio paure e angosce, rabbia e nervosismo ma anche un semplice sorriso o carezza ha tutto un altro sapore.
I personaggi hanno una buona caratterizzazione e le varie scene sono omogenee nell’insieme.
Persone, città, luoghi, tutto ha uno spessore in questo romanzo.
Possiamo viaggiare nel tempo e ripercorrere i momenti più emozionanti della coppia, gli attimi e i luoghi che hanno segnato il loro essere e capire meglio entrambi i punti di vista.

Liam è Liam, nonostante tutto lo si ama, ma è Josie il soggetto da osservare con più attenzione. È lei a dover subire di nuovo un cambiamento, a dover capire come gestire la situazione e finalmente la sua rabbia troverà sfogo. Non è rancore il suo, attenzione, ma vera rabbia per non essere stata contemplata in un piano che probabilmente avrebbe voluto condividere e rabbia per ciò che ha significato per lei rimanere da sola in un paesino come Beaumont.

 McLaughlin ci ha incantate con la sua scrittura, ci ha fatto innamorare di Liam, di Josie, di ogni singolo personaggio secondario - ok non proprio tutti ma vi sfidiamo ad amare un paio di persone!
Però qualche pecca l’abbiamo trovata entrambe.
Nonostante la completezza narrativa qualche mancanza c’è e purtroppo per noi sono stati aspetti penalizzanti. Alcune situazioni sicuramente avevano bisogno di più spazio e spiegazioni meno campate per aria. E’ come se ad un certo punto Heidi McLaughlin abbia deciso di sbrigarsi a concludere la loro storia a discapito dei tempi narrativi  e della razionalità.
Nel complesso? Non potete perdervi questo romanzo per niente al mondo!
Noi siamo pronte ad incontrare l’autrice al Rare di Roma per un autografo e una foto, e adesso ancora di più aspettiamo i prossimi capitoli di questa serie!



Nessun commento:

Posta un commento