martedì 6 agosto 2019

Le recensioni di Yaya: "Non mi inganni" di Laura Di Flaviano


Recensione a cura della nostra Yaya per il romanzo rosa di Laura Di Flaviano, Non mi inganni. Le sarà piaciuta la lettura? Scopriamolo!

Titolo: Non mi inganni

Autore: Laura Di Flaviano

Edizione: Self publishing

Prezzo: € 3.99

Genere: romanzo rosa

Data di pubblicazione: 24 gennaio 2019


Sinossi

Drake è un giovane avvocato che preferisce fare il fotografo e Laura è la sua inaspettata psicoterapeuta. Nonostante un inizio poco promettente e ancor meno collaborativo, ricco di provocazioni, dialoghi vivaci e battute pungenti, Laura impara a guardare oltre le maschere di Drake e tra i due nasce un rapporto inaspettato e complesso. Laura convive con un ricordo doloroso che influenza ogni sua scelta personale mentre Drake deve fare i conti con le conseguenze di un passato che non può più ignorare. La paura di rivivere determinate situazioni e di incappare negli stessi errori li spaventa, fino a quando non capiranno che per ritrovare la serenità serve il coraggio di mettersi in gioco.




Recensione

Ho amato questa storia, i protagonisti sono riusciti a conquistarmi.

Drake, è un avvocato ventinovenne con la passione per la fotografia, arrogante e strafottente con un carattere molto sicuro, ha alle spalle però un dolore grande, che gli ha cambiato la vita.

“Tu non sai cosa vuol dire svegliarsi la mattina dopo pochi istanti di sonno sfiancante e renderti conto che ti manca l’ossigeno, che non riesci a respirare, non sai più come vivere! Non è semplicemente le mancanaza di James, è il vuoto. Un vuoto che ti risucchia, ma non ti annulla. Vorresti morire, ma non puoi! James ha portato via una parte di me. Ho dovuto imparare a sopravvivere senza la persona che amavo e senza una parte di me. Sono stati necessari anni, perricostruire. Non è una bruciatura o una cicatrice, che lascia il segno ma guarisce. È come aspettare che ti ricresca un arto! È impossibile! È devastante perché sai benissimo che non c’è soluzione, non la trovi! Negli anni ti daranno una protesi, ma comprendi che non è la stessa cosa?! Riesci a capire quanto può far male? È un dolore che ti annienta!”

Costretto dal padre a vedere una psicoterapeuta, fa irruzione nella vita di Laura.
Laura è infatti la psicoterapeuta che lavora nella sua società, e sarà la donna con cui si scontrerà continuamente, ma per cui proverà fin da subito un’attrazione devastante. Lei è una mamma vedova, anche lei conosce il dolore della perdita, della rassegnazione, ma come nella vita vera ognuno reagisce e agisce in modo diverso quando si ritrova a vivere sulla proprio pelle determinate esperienze. Laura è una donna che apprezzerete, ha un carattere molto chiuso e giudizioso; i nostri protagonisti sono praticamente gli opposti, ma anche due facce della stessa medaglia, lo scoprirete però solo leggendo il libro.

Drake è un ragazzo alcune volte insopportabile, in alcuni momenti vi verrà voglia di strozzarlo, ma in altri semplicemente lo amerete, così tanto da sentirlo parte di voi stesse, per lo meno è questo quello che è successo a me, perché so cosa si prova quando si perde qualcuno di così importante, ho provato tutte le sue emozioni sulla mia pelle riuscendo così ad entrare in sintonia con lui.
Lo vedrete divertirsi a torturare Laura, che si ritroverà così in una situazione paradossale dove i ruoli si invertono, sarà lui che cercherà in tutti i modi di far cedere il muro che Laura ha costruito intorno a se. Ci riuscirà? Riuscirà Drake a conquistarla? Riuscirà Drake ad entrare nel mondo di Laura e nella sua vita o si troverà chiuso fuori? Avranno entrambi una seconda possibilità? Riuscirà Laura a lasciarsi andare?

Non mi inganni è una storia appassionante che tra alti e bassi riuscirà a trasportarci, pagina dopo pagina, in una favola moderna dove due persone apparentemente diverse si troveranno ad analizzare le loro vite cercando di salvarsi dai dolori del passato.
È un libro profondo, tenero, ma che vi farà soffrire e riflettere se vi siete trovati a vivere situazioni simili a quelle dei nostri protagonisti.
A me non resta che augurarvi buona lettura mie care disaster.


Nessun commento:

Posta un commento